CARC. EPATICO  
Il Diario    
Quadro Clinico     
Il mio Protocollo     
Alimentazione    
La Scelta     
Home Page     
INFODAY  
100 news    
Salute    
Scienza    
Cultura    
Arte    
Costume    
Tecnologia    
Cronache    
Politica    
Finanza    
Economia    
Interni    
Governo    
Esteri    
Sport    
Gossip    
BORSA-FINANZA  
Quotazioni  
Congiuntura    
Alleanze    
Cessioni    
Acquis. Fusioni    
Rumors    
AREE GEOGRAF.  
Italia    
Germania    
Francia    
Spagna    
Inghilterra    
Giappone    
Cina    
Iran    
Irak    
INFODAY  


  
21/04/2015
12:54:03

Alimentazione - Cancro - Fattori di crescita - poliammine - Glucidi



Philippe LAGARDE Specialista in oncologia università di Parigi e Direttore del riparto di oncologia Centro SH San Marino,



Dobbiamo in un primo momento distinguere due aspetti differenti:


1 – La nutrizione anti-cancro che si riferisce alla prevenzione della malattia,

2 – Il trattamento nutrizionale specifico del malato di cancro.


Si capisce che la prevenzione si indirizza a gente sana mentre i malati di cancro hanno problemi fisici, meccanici, biologici e mentali che necessitano una nutrizione anche adatta a questi fattori.


................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

08/04/2015
00:49:00

Alimentazione - Cancro - Fattori di crescita - poliammine - Glucidi



Philippe LAGARDE Specialista in oncologia università di Parigi e Direttore del riparto di oncologia Centro SH San Marino,


Dobbiamo in un primo momento distinguere due aspetti differenti:


1 – La nutrizione anti-cancro che si riferisce alla prevenzione della malattia,

2 – Il trattamento nutrizionale specifico del malato di cancro.


Si capisce che la prevenzione si indirizza a gente sana mentre i malati di cancro hanno problemi fisici, meccanici, biologici e mentali che necessitano una nutrizione anche adatta a questi fattori


................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

05/04/2015
14:13:40

L’Autoguarigione: Processo Cerebrale?



Il corpo umano possiede delle capacità di autoguarigione che si manifestano anche in condizioni patologiche gravose.

Definito scientificamente come guarigione spontanea, detto fenomeno sembra avere quale substrato anatomo – fisiologico l’asse ipotalamo-ipofisario- sistema immunitario.

Esso sembra essere il responsabile, in date circostanze, della produzione di ormoni e molecole favorenti l’autoguarigione.

La PNEI è la scienza a cui dobbiamo tali evidenze.


................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

04/04/2015
03:25:03

La cura del cancro richiede una massiccia pulizia del fegato, del colon e dei reni.



Noi trascorriamo tutta la nostra esistenza negando la malattia e la morte, cosicche´, quando ci troviamo a doverle affrontare, non solo siamo impreparati, ma dobbiamo ricostruire il nostro intero sistema di valori.

Niente potrà curare il vostro cancro se continuate a mangiare carni adulterate, usare prodotti farmaceutici, impiegare cosmetici e prodotti per la cura personale contenenti prodotti chimici tossici, spruzzare antiparassitari sul vostro prato ed usare creme solari inappropriate.

Il consumo di carni trattate con il nitrito di sodio è nocivo per la vostra salute quasi quanto fumare sigarette.


................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

04/04/2015
03:18:08

Acidi urici e infiammazioni:



Acidi urici e infiammazioni:

che cos’è l’acido urico e quali disturbi provoca.

Cause e rimedi naturali e olistici più efficaci per eliminarli “Aritmie, gonfiori, stanchezza, gastriti e dolori diffusi possono essere spesso la spia di un surplus di acidi urici nell’organismo.

Pochi lo conoscono e quasi nessuno lo controlla. In realtà, sono 13 milioni gli italiani che ne soffrono, mettendo in pericolo cuore, reni, circolo e cervello.



................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

05/03/2015
15:15:43

Colon, nuova tecnica a Palermo: il paziente eviterà il «sacchetto»



L’operazione verrà eseguita all’ospedale Cervello dal professor Poggioli del Malpighi di Bologna



PALERMO. Arriva all’ospedale Cervello di Palermo una tecnica innovativa per curare la rettocolite ulcerosa.

Un intervento che secondo i medici ridurrà l’emigrazione sanitaria dei siciliani. Mercoledì sarà infatti eseguito su una giovane donna palermitana il primo intervento di «proctocolectomia restaurativa con ileo-pouch-ano-anastomosi» per la terapia chirurgica della rettocolite ulcerosa. Il nosocomio palermitano già da diversi anni è centro all’avanguardia per il trattamento delle malattie infiammatorie croniche intestinali. La rettocolite ulcerosa in particolare è una malattia caratterizzata da un’infiammazione cronica dell’intestino.


................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

01/02/2015
23:32:39

VACCINI E NUOVE MALATTIE



Una malattia infettiva non è mai provocata esclusivamente da un agente esterno, da un virus o da un batterio.

E’ fondamentale l’interazione con lo stato di salute della persona che ne entra in contatto.

In alcuni periodi dell’anno, il meningococco, per esempio, è ospite abituale del naso fino al 40% dei bambini.

Lo streptococco può provocare in alcune persone una tonsillite, in pochi bambini può causare una malattia reumatica, ma altre volte non causa alcuna patologia.



................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

01/02/2015
23:26:38

L'Aspartame fa Male o non fa Male?



I dolcificanti sono entrati a far parte della nostra vita quotidiana e spesso le persone li preferiscono allo zucchero in quanto non fanno ingrassare.


L’aspartame è uno di questi ed è anche al centro di una controversia a livello internazionale che lo vede da una parte come innocuo e dall’altra come potenzialmente nocivo alla salute.

Sì, perché secondo alcuni ricercatori, fa male e provoca tumori.

Presente ormai in numerosi prodotti assunti ogni giorno, dalle gomme da masticare alle caramelle fino alle bibite dietetiche che hanno zero calorie ma non per questo sono innocue per l’organismo.


................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

07/11/2014
01:50:16

Il Micelio (DXN GL)



Il micelio è l’apparato vegetativo dei Funghi, ed è formato da un intreccio di filamenti detti ife, (in realtà sono dei tubuli entro cui scorre ilprotoplasma), le ife possono essere mono o multicellulari, nei multicellulari le singole cellule sono delimitate da pareti che prendono il nome di setti, (per l’osservazione è necessario il microscopio).

Tuttavia i setti sono dotati di un foro che permette il passaggio delprotoplasma.

L’insieme di queste ife costituiscono il vero corpo (Tallo) del fungo (non il frutto, che viene chiamato carpoforo o sporoforo).

È possibile che il micelio derivi il suo nome da Pier Antonio Micheli, botanico del Settecento che per primo cominciò a studiarne la natura.



................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

07/11/2014
01:40:57

Le 5 leggi biologiche per la salute e il benessere naturale TUMORE AL FEGATO



Per la Medicina contemporanea esistono molte tipologie di tumori maligni del fegato, fra quelli primitivi i più importanti sono l'epatocarcinoma, il colangiocarcinoma e l'angiosarcoma.

L'epatocarcinoma (anche carcinoma epatocellulare o HCC) è senza ombra di dubbio il più importante tumore maligno dell'organo epatico.


Le cause principali alla base della formazione di un epatocarcinoma sono da ricercarsi in due tipologie di epatite, l'epatite B e l'epatite C, infatti la stragrande maggioranza (70% circa) di coloro che sono colpiti da tumori maligni primitivi del fegato sono soggetti risultati positivi ai sopracitati virus.



................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

07/11/2014
01:35:42

La Dieta nei pazienti Oncologici.....!!



Dieta ricca di Frutta fresca di stagione e Verdura fresca (per entrambe: da 10 a 15 porzioni al giorno);

Per le Verdure, vale il seguente schema quotidiano:

1) Bulbi di verdura: (Aglio), (cipolla), etc...).

2) Fiori di Verdura: (broccoli), (cavolfiore, etc..).

3) frutti di Verdura: (Pomodori [soltanto piccoli], (Zucchine, etc…); No (Zucche).

4) foglie di Verdura: (Spinacio), (Lattughe, etc..).

5) Radici di Verdura: (Carote), (Pastinaca), etc.. [NO (Barbabietole da zucchero)];



................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

07/11/2014
01:26:45

Il corpo: una "FABBRICA" complessa.



Per funzionare il corpo umano abbisogna di alcune condizioni ben precise chiamate: costanti fisiologiche -

Temperatura corporea di circa 37°C, pressione arteriosa intorno a 130/70, PH del sangue solidamente all'interno del range 7,3-7,4

Discorstarsi da questi parametri è sinonimo di assunzione di rischi.
Prima di tutto per la salute ma anche per la vita stessa.


Una forza vitale intelligente, chiamata omeostosi, veglia giorno e notte sull'insieme dei fenomeni permettendo l'equilibrio dei parametri fisiologici vitali.



................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

07/11/2014
01:26:45

Il corpo: una "FABBRICA" complessa.



Per funzionare il corpo umano abbisogna di alcune condizioni ben precise chiamate: costanti fisiologiche -

Temperatura corporea di circa 37°C, pressione arteriosa intorno a 130/70, PH del sangue solidamente all'interno del range 7,3-7,4

Discorstarsi da questi parametri è sinonimo di assunzione di rischi.
Prima di tutto per la salute ma anche per la vita stessa.


Una forza vitale intelligente, chiamata omeostosi, veglia giorno e notte sull'insieme dei fenomeni permettendo l'equilibrio dei parametri fisiologici vitali.



................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

07/11/2014
01:26:45

Il corpo: una "FABBRICA" complessa.



Per funzionare il
corpo umano abbisogna di alcune condizioni
ben precise chiamate:
costanti fisiologiche -


Temperatura corporea
di circa 37°C, pressione arteriosa intorno
a 130/70, PH del sangue solidamente all'interno
del range 7,3-7,4


Discorstarsi da questi
parametri è sinonimo di assunzione
di rischi.
Prima di tutto per la salute ma anche per
la vita stessa.


Una
forza vitale intelligente, chiamata omeostosi,
veglia giorno e notte sull'insieme
dei fenomeni permettendo l'equilibrio dei
parametri fisiologici vitali.




................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

27/08/2014
03:20:13

Pistacchi: riducono il rischio di malattie cardiache nelle persone con diabete di tipo 2



I pistacchi possono avere un ruolo nel regolare questo stress limitando i problemi cardiovascolari derivanti






Uno degli effetti negativi dello stress sulla nostra salute è la costrizione vascolare, che diventa ancora più pericolosa nelle persone con diabete di tipo 2. Ma i pistacchi possono avere un ruolo nel regolare questo stress, limitando i problemi cardiovascolari derivanti. E’ quanto rilevato dai ricercatori della Penn State, coordinati dalla prof.ssa Sheila G. West. Lo studio è stato pubblicato sul Journal of the American Heart Association.



“Negli adulti affetti da diabete, due porzioni di pistacchi al giorno abbassano la costrizione vascolare causata dallo stress e migliorano il controllo neurale del cuore”, commenta Sheila G. West. “Anche se la frutta secca è ricca di grassi, contiene grassi buoni, fibre, potassio e antiossidanti. Dato l’elevato rischio di malattie cardiache nelle persone con diabete, questi alimenti sono una componente importante di una dieta sana per il cuore.”


................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

27/08/2014
03:18:16

Tumore al seno: scoperta mutazione che aumenta il rischio



Una ricerca ha calcolato il rischio di sviluppare il tumore al seno connesso con una particolare mutazione genetica





Una ricerca condotta dall’Università di Cambridge insieme con l’Istituto Nazionale dei Tumori, l’ Istituto Firc di oncologia molecolare di Milano e dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo ha calcolato il rischio di sviluppare il cancro al seno collegato con la mutazione di un gene chiamato Palb2.

Il rischio, per le donne che hanno una mutazione di questo gene, è 8-9 volte più alto rispetto al resto della popolazione. La ricerca sarà pubblicata sul New England Journal of Medicine.


................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

27/08/2014
03:15:28

Epidemie batteriche causate da variazioni ambientali



Secondo un nuovo studio le epidemie di infezioni batteriche nella storia dell’umanità potrebbero essere il risultato di cambiamenti ambientali





Studiando le modificazioni genetiche di un batterio patogeno vecchio di 450 anni, alcuni ricercatori britannici hanno sostenuto l’ipotesi che le epidemie di infezioni batteriche nella storia dell’umanità possano essere il risultato di cambiamenti ambientali casuali, piuttosto che di mutazioni genetiche.

In uno studio pubblicato sui Proceedings of National Academy of Sciences (PNAS), un gruppo di ricercatori dell’Università di Warwick, nel Regno Unito, ha analizzato 149 genomi di Salmonella enterica del ceppo Paratyphi A, una delle principali cause di febbri intestinali, che ancor oggi provoca nel mondo 27 milioni di casi all’anno, con circa 200mila morti.


................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

27/08/2014
03:13:36

Troppo esercizio fisico può essere dannoso



Una ricerca dimostrerebbe che un'attività fisica troppo intensa potrebbe aumentare il rischio di infarto in coloro che hanno già problemi cardiovascolari





L’importanza di una regolare attività fisica è una delle armi più efficaci contro le malattie cardiovascolari e per ridurre il rischio di altre patologie come l’ipertensione, l’ictus e il diabete di tipo 2. Ma secondo un nuovo studio pubblicato sui Mayo Clinic Proceedings un intenso esercizio non è benefico dopo un attacco di cuore.


Sono state osservate riduzioni di decessi per eventi cardiovascolari fino al 65% tra i pazienti che eseguivano meno di 48 chilometri di corsa a settimana. “Queste analisi forniscono i primi dati sugli esseri umani che dimostrano un aumento statisticamente significativo del rischio cardiovascolare associato ad alti livelli di esercizio,” affermano Williams e Thompson.

“I risultati – continuano i ricercatori – suggeriscono che i benefici della corsa o del camminare non arrivano in qualsiasi caso e che sopra un certo livello, 48 chilometri a settimana di corsa, vi è un aumento significativo del rischio. Tuttavia, il nostro studio è stato condotto sui sopravvissuti ad un attacco di cuore e quindi i dati non possono essere generalizzati a tutta la popolazione”.


................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

07/08/2014
14:47:00

“La chemioterapia è cancerogena”. Confermato dall’OMS



Sembra una barzelletta, purtroppo è tutto vero: la chemio è cancerogena.

Sì, avete letto bene: la terapia che dovrebbe curare i tumori, in realtà in alcuni casi è un agente che ne scatena l’insorgere.


In realtà, c’è da dire che già da tempo si conoscono gli effetti collaterali di questa cura.

Per fare un esempio, già nel 1938 il farmaco DES, usato principalmente per curare il cancro alla mammella, era stato messo in discussione per i suoi noti effetti collaterali, anche nel lungo termine. Tuttavia, il DES uscì fuori commercio solo nel 1970, sostituito dall’altrettanto discusso TAMOXIFEN.



................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

18/07/2014
13:05:41

La cannabis tra cura, terapia e pregiudizi



Sembra che il primo ad aver descritto le proprietà e l’uso terapeutico della cannabis sia stato l’imperatore della Cina Shen Nung in un compendio sulle erbe medicinali scritto nel 2737 a.C.





Dovranno passare secoli prima che un medico britannico che lavora in India scopra le proprietà antivomito, analgesiche, stimolanti dell’appetito della pianta e le pubblichi in un articolo.

Da allora (siamo nel 1839) l’uso della cannabis si diffuse in Europa per trattare dolori, spasmi, disturbi del sonno, perdita di appetito.

Venne prescritto perfino alla regina Vittoria per evitare i dolori mestruali. Poi, all’inizio del XX secolo, questi farmaci caddero in disuso anche perché negli Stati Uniti la cannabis venne accusata di indurre comportamenti violenti e pazzia in chi la utilizzasse. Seguì l’epoca della proibizione: a partire dagli anni Sessanta del secolo scorso la cannabis diventò illegale in quasi tutti i paesi del mondo.

Negli ultimi vent’anni tuttavia gli studi sugli effetti terapeutici delle sostanze chimiche presenti nella cannabis si sono moltiplicati. La spinta per questo rinnovato interesse è stata data dalla scoperta, all’inizio degli anni Novanta, del sistema endocannabinoide: si scoprì cioè che piccole molecole che fungono da segnale e che sono prodotte all’interno dei neuroni si legavano agli stessi recettori utilizzati anche dal principale costituente psicotropo della cannabis, il THC. Queste molecole sono state perciò chiamate endocannabinoidi e nel corso degli anni si è visto che svolgono un ruolo nei processi cognitivi, motori, sensoriali e anche in alcune condizioni patologiche che riguardano il sistema nervoso centrale.

Secondo una revisione di circa 100 studi condotta in Germania e pubblicata sul Deutches Artzteblatt International nel 2012, ci sono prove del fatto che i cannabinoidi sono utili per il trattamento di diverse malattie: “E’ ormai accertato che i cannabinoidi abbiano un effetto antinausea, antivomito, di stimolazione dell’appetito - spiega Giovanni Ambrosetto, neurologo ed ex professore all’Università di Bologna - tutte caratteristiche che li rendono utili per contrastare gli effetti della chemioterapia . Altri studi hanno evidenziato l’efficacia di queste sostanze per il trattamento del dolore neuropatico, della spasticità e degli spasmi dolorosi della sclerosi multipla”. E fin qui siamo nel regno del noto, ma recentemente si sono visti effetti positivi anche su altre patologie: “Ad esempio, le epilessie focali che nascono da certi punti del cervello dove i recettori per i cannabinoidi sono più rappresentati, come l’epilessia temporale e la frontale notturna. Poi malattie come la sindrome di Tourette, un disordine neurologico caratterizzato dalla presenza di molti tic e un eccesso di movimento.


................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página


  Ci sono -  394  -  Contenuti  -  Pagina  2  di  20  -  [  1   2   3   4   Ultima Página  ]


Utenti Connessi: 1089



Portale di Informazione
| DISCLAIMER | COME CONTATTARCI | TOOL WEBMASTER | PRIVACY |