CARC. EPATICO  
Il Diario    
Quadro Clinico    
Il mio Protocollo    
Alimentazione    
La Scelta    
Home Page    
INFODAY  
100 news    
Salute    
Scienza    
Cultura    
Arte    
Costume    
Tecnologia    
Cronache    
Politica    
Finanza    
Economia    
Interni    
Governo    
Esteri    
Sport    
Gossip    
BORSA-FINANZA  
Quotazioni  
Congiuntura    
Alleanze    
Cessioni    
Acquis. Fusioni    
Rumors    
AREE GEOGRAF.  
Italia    
Germania    
Francia    
Spagna    
Inghilterra    
Giappone    
Cina    
Iran    
Irak    
INFODAY  
Sezione - Alimentazione


  
11/12/2013
02:07:13

L'alimentazione è l'aspetto personale dove sto sviluppando la più consistente rivoluzione.



Nelle mie ricerche notturne e nella lettura di diversi libri ho scoperto che l'alimentazione è un fattore importantissimo alla base del benessere o della degenerazione bio-fisica....

Io mi nutrivo malissimo, una cosa vergognosa, mangiavo molta carne, mi somministravo quantità industriali di insaccati, scatolame, fritture, bevevo come una spugna, birra, vino, grappa, gin, rum., di contro non toccavo frutta e verdura, non esistevano nella mia alimentazione....

Una cosa vergognosa, ora che sto camminando verso la consapevolezza alimentare mi domando come abbia potuto, il mio fisico, resistere per tanti anni, deve essere veramente di tempra forte.

Riporto anche in questo capitolo i punti 7 e 8 postati nelle informazioni utili,
(le cose che ho capito)

7) L'alcol fa malissimo, il fumo fa malissimo, i cibi inscatolati fanno malissimo, lo zucchero lavorato fa male, gli alimenti salati fanno male, la carne, specie quella rossa, fa malissimo, i cibi grassi fanno malissimo, il latte fa male, i latticini stagionati fanno male, le fritture fanno male.

8) La frutta e la verdura, specie crude, fanno benissimo, sono concentrati di vitamine ed enzimi, gli enzimi sono la mana del nostro sistema, i cibi cotti perdono gran parte della loro efficienza, più mangi crudo più ti nutri bene.

Ho stravolto completamente il mio modo di alimentarmi, in questo capitolo vi illustrerò il nuovo modo, ora mi nutro di poca frutta, moltissima verdura, pochi cereali, pochi legumi e poco pesce.



................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

 

0 - Commenti

11/12/2013
02:56:57

La mia Alimentazione



Molti di voi in pubblico e privato mi chiedono della mia dieta.



Ho eliminato tutti i fattori negativi che acidificavano il mio ph biologico e non erano compatibili con la mia patologia epatica.

- Eliminato l’uso di alcol
- Eliminate acqua e bibite gasate
- Eliminati tutti i grassi, sia alimentari che derivati.
- Eliminati tutti gli alimenti inscatolati e conservati
- Eliminato il pane che ho sostituito con fette biscottate iposodiche
- Eliminati tutti gli insaccati.
- Eliminati tutti i formaggi.
- Eliminate olive, sardine, crostacei, fritture, tonno.
- Eliminate le carni rosse e bianche
- Eliminati al 50% i cibi cotti

- non mangio frutta e verdure che non siano di origine bio
- mi nutro prevalentemente di frutta e molte verdure


- sto abbracciando sempre più convinto il crudismo

Posso dirvi che mi nutro prevalentemente di poca frutta e molta verdura, tantissima verdura in tutte le forme e modi, ....


................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

 

0 - Commenti

24/12/2013
04:19:11

Kiwi, broccoli e ribes: la vitamina C in gravidanza protegge il cervello del bebè



Via libera al ribes, ai peperoni, ai kiwi, ai broccoli, ai cavoli, alle arance e ai mandarini: in gravidanza, oltre ad aiutare il senso di sazietà favorendo una dieta sana e variegata, aiutano anche ad apportare la giusta quantità di vitamina C nell'organismo, indispensabile per un sano sviluppo cerebrale del nascituro.

La mancanza della vitamina durante la gestazione, al contrario, può provocare disturbi nello sviluppo cerebrale del bambino: la notizia arriva dagli studiosi dell'Università di Copenaghen (Danimarca), che hanno pubblicato i risultati delle loro ricerche sulle pagine della rivista Plos One.

Studi effettuati sulla popolazione, spiegano gli studiosi danesi, mostrano che il 10-20% di tutti gli adulti nei Paesi sviluppati soffre di carenza di vitamina C, e che quindi le donne durante la gravidanza dovrebbero prestare maggiore attenzione all'assunzione di questa vitamina.





Lo studio è stato condotto su un gruppo di porcelline d'India incinte perché il loro organismo, proprio come quello degli esseri umani, non è in grado di produrre vitamina C.

«Anche una marginale carenza di vitamina C nella madre può arrestare la crescita dell'ippocampo fetale, il centro della memoria, del 10-15%, impedendo al cervello uno sviluppo ottimale», spiega Jens Lykkesfeldt, a capo della ricerca. Secondo i risultati della ricerca, inoltre, i danni cerebrali provocati dalla mancanza della vitamina C non sarebbero riparabili dopo la nascita.



Le persone più a rischio sono quelle «con basso status economico, con cattive abitudini alimentari e con il vizio del fumo», spiega lo studioso.

Viceversa, le donne in gravidanza che seguono una dieta variata, non fumano e asumono regolarmente vitamina C non hanno motivo di temerne la carenza. «Dal momento che ci vuole così poco per evitare la carenza di questa vitamina - conclude lo studioso - la mia speranza è che sia i politici che le autorità si rendano conto che questo potrà diventare un potenziale problema».








La vitamina C contenuta negli alimenti è un prezioso alleato della salute nei mesi invernali, durante i quali aiuta a difendersi dai malanni di stagione.



La sua assunzione da parte degli italiani non è però sufficiente a garantire una protezione da virus e batteri stagionali.

Un'indagine dell’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano ha svelato che durante l'inverno il consumo di verdure ricche di vitamina C diminuisce significativamente, rendendo così difficile grantirsi un apporto adeguato di questo micronutriente

La ricerca ha coinvolto circa 7.600 persone fra uomini e donne, dimostrando che fra i primi il consumo medio di vitamina C si attesta a 146 mg al giorno, mentre le donne ne assumono in media 143 mg al giorno.

Queste quantità sarebbero sufficienti a soddisfare il fabbisogno giornaliero consigliato dalla Società Italiana di Nutrizione Umana, ma l'alta deperibilità della vitamina C fa sì che in realtà le quantità assimilate dall'organismo siano inferiori rispetto a quelle contenute negli alimenti.

L'esposizione al sole e alla luce, la conservazione di frutta e verdura e la loro cottura possono ridurre le quantità di vitamina C presenti negli alimenti e farle perdere le sue proprietà benefiche

Per aumentare l'assunzione di questa vitamina gli esperti dell'Osservatorio consigliano di:

- preferire frutta e verdura che ne contengono buone quantità, come agrumi, kiwi, ribes nero, fragole, pomodori, peperoni, broccoli, spinaci, rucola, cavolo e cavolfiori

- non farsi mancare almeno 3 frutti freschi al giorno.Possono essere mangiati a colazione, come spuntini o a fine pasto, interi, in macedonie, spremuti o aggiunti a insalate consumare a pranzo e a cena verdura fresca, variando sia il tipo, sia il colore.

- preferire frutta e verdura fresche, perché la conservazione per lunghi periodi porta alla perdita della vitamina C

- conservare frutta e verdura in un luogo chiuso e al buio. Una volta sbucciata, spremuta o centrifugata deve essere consumata subito

- preferire cotture che non richiedono l'immersione in acqua (ad esempio alla piastra o al vapore) per evitare la dispersione della vitamina C nel brodo di cottura.

- consumare soprattutto frutta e verdura cruda

- aggiungere limone a tè, carne e pesce

- ricordare che i bambini e chi è soggetto a infezioni ricorrenti un corretto apporto di vitamina C è ancora più importante tenere conto del fatto che chi fuma è più esposto al rischio di carenze: basta una sigaretta per eliminare 20 mg circa della vitamina assunta.




................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

 

0 - Commenti

12/01/2014
19:35:54

Gli Antiossidanti



Gli antiossidanti sono sostanze in grado di neutralizzare i radicali liberi e proteggere l'organismo dalla loro azione negativa. Le proprietà anticancerogene di molti alimenti sono legate proprio al loro prezioso contenuto in antiossidanti.

Nel corso dei numerosi processi metabolici una piccola quantità di ossigeno dà origine a molecole chimicamente molto reattive a causa della presenza nell'orbitale più esterno di uno o più elettroni spaiati.

Tali molecole, chiamate radicali liberi, sono in grado di danneggiare le strutture cellulari come la membrana plasmatica ed il DNA.





L'azione negativa dei radicali liberi si ripercuote sulla salute dell'intero organismo:

accelerando i processi di invecchiamento cellulare deprimendo il sistema immunitario favorendo l'insorgenza di numerose malattie e forme tumorali




l nostro organismo riesce a tenere sotto controllo l'attività dei radicali liberi attraverso speciali sostanze antiossidanti endogene (sintetizzate autonomamente) ed esogene (presenti negli alimenti).

Nella prima categoria rientrano enzimi come la superossidodismutasi, la catalasi e il glutatione ridotto.

Tra le sostanze non enzimatiche con proprietà antiossidanti ricordiamo invece la Vitamina E, la Vitamina C, i carotenoidi, i polifenoli e le antocianine.





e da un lato molti alimenti esercitano un'azione protettiva nei confronti dei radicali liberi, dall'altro abitudini alimentari scorrette possono aumentarne l'attività (dieta troppo ricca di grassi animali, consumo eccessivo di oli vegetali e pesce grasso, eccesso di ferro, intolleranze alimentari).

Gli alimenti più pericolosi in assoluto sono quelli ricchi di lipidi ed in particolare di acidi grassi polinsaturi


Molti cibi, soprattutto quelli di origine vegetale, contengono centinaia di sostanze con attività antiossidante più o meno marcata.

Tra le più conosciute spiccano alcune vitamine (A, C ed E) insieme a minerali come il selenio, il rame e lo zinco.

Per cercare di quantificare il potere antiossidante degli alimenti il dipartimento dell'agricoltura americano ha elaborato una scala ORAC, basata sulla capacità di assorbimento del radicale ossigeno.

Cinque porzioni al giorno di frutta e verdura apportano grossomodo 5000 unità ORAC, un quantitativo più che sufficiente per proteggersi dai radicali liberi. Gli alimenti più ricchi di antiossidanti secondo la scala ORAC sono:


Alimenti antiossidanti

Succo di uva nera 1 bicchiere = 5216 unità

Mirtilli 1 tazza = 3480 unità

Cavolo verde cotto 1 tazza = 2048 unità

Spinaci cotti 1 tazza = 2042 unità

Barbabietola cotta 1 tazza = 1782 unità

More 1 tazza = 1466 unità

Prugne nere 3 = 1454 unità

Cavoli di Bruxelles cotti 1 tazza = 1384 unità

Succo di pompelmo 1 bicchiere = 1274 unità

Pompelmo rosa 1 = 1188 unità

Fragole una tazza = 1170 unità

Succo di arancia 1 bicchiere = 1142 unità

Arancia 1 = 983 unità Susina 1 = 626 unità

Patata arrosto 1 = 575 unità

Avocado 1 = 571 unità

Uva nera un grappolino = 569 unità

Peperone 1 = 529 unità Kiwi 1 = 458 unità

Patata americana 1 = 433 unità

Fagiolini cotti una tazza = 404 unità

Cavolfiore cotto una tazza = 400 unità

Uvetta nera 1 cucchiaio = 396 unità

Cipolla 1 = 360 unità

Uva bianca 1 grappolo = 357 unità

Melanzana 1 = 326 unità

Mela 1 = 301 unità

Pesca 1 = 248 unità

Banana 1 = 223 unità

Pera 1 = 222 unità

Melone tre fette = 197 unità

Spinaci crudi 1 piatto = 182 unità

Albicocche 3 = 172 unità

Pomodori 1 = 116unità Cetrioli 1 = 36 unità



................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

 

0 - Commenti

20/01/2014
02:29:57

Il Mangostano (Garcinia Mangostana L.)



È un frutto che si distingue per avere un basso contenuto di calorie, tanto che 100 grammi dello stesso hanno solamente 63 calorie, con lo 0% di colesterolo e solo il 2% di grassi.

È invece ricco di fibre – preziose per l’intestino – proteine, sali minerali e carboidrati.

Il frutto è balzato alla ribalta delle cronache per il suo effetto anti invecchiamento poiché contiene acidi polifenolici, tra i quali il tannino e lo xantone. In particolare quest’ultimo è stato studiato, anche recentemente, per le sue elevate proprietà antiossidanti: sembra infatti che queste siano addirittura superiori a quelle della Vitamina E.


        fonte notizia - vai  Ultima Página

 

0 - Commenti

09/02/2014
03:17:21

Il mio gelatino...



Amici....

Vi presento il mio gelatino della sera.

Materie prime

- 3 Noci
- 6 mandorle
- Uvetta passita
- Mirtilli passiti
- Bacche di Gogji
- Semi di zucca
- Farro sofiato
- semi di chia
- cacao
- Fiocchi di riso-frumento e frutta secca
- Gelato valsoia panna amarena





................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

 

0 - Commenti

11/02/2014
01:39:01

Broccoli, proprietà, modi di cottura.



Proprietà salutari e nutritive dei broccoli

I broccoli sono ortaggi ricchi di sali minerali (calcio, ferro, fosforo, potassio), vitamina C, B1 e B2; fibra alimentare; tiossazolidoni, sostanze che si sono dimostrate particolarmente efficaci nella cura della tiroide.

Inoltre contengono sulforafano, una sostanza che non solo previene la crescita di cellule cancerogene ma impedisce anche il processo di divisione cellulare con conseguente apoptosi (morte cellulare).

Il sulforafano, insieme agli isotiocianati, esplica azione protettiva soprattutto contro i tumori intestinali, polmonari e del seno.


        fonte notizia - vai  Ultima Página

 

0 - Commenti

10/03/2014
23:49:41

Certifico IO - Sei quello che mangi



Certifico IO se mangiate verdure e bevete succhi per sei mesi scoprite come il sistema digerente si auto-guarisce.....

non credetemi, provate state male?

avete qualche piccolo malanno........ andate avanti con tamponamenti medicinali?

Bene......

provate per sei mesi, solo sei mesi.....

MANGIATE VEGETARIANO sei mesi...

BEVETEVI ISUCCHI ESTRATTI per sei mesi....


................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

 

0 - Commenti

11/03/2014
00:02:43

Colesterolo buono e colesterolo cattivo



Spesso si sente parlare di colesterolo buono e cattivo.

In realtà il colesterolo è uno solo, quello che cambia è chi lo trasporta nel sangue e il fatto che lo depositi o meno sulle pareti delle arterie.

In questo articolo scopriremo che cos'è realmente il colesterolo.

Praticamente tutti i lipidi sono molecole insolubili in acqua e quindi non possono circolare liberamente nel flusso sanguigno, ma devono essere trasportate da altre molecole, prevalentemente proteine, solubili in acqua.


................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

 

0 - Commenti

07/11/2014
01:35:42

La Dieta nei pazienti Oncologici.....!!



Dieta ricca di Frutta fresca di stagione e Verdura fresca (per entrambe: da 10 a 15 porzioni al giorno);

Per le Verdure, vale il seguente schema quotidiano:

1) Bulbi di verdura: (Aglio), (cipolla), etc...).

2) Fiori di Verdura: (broccoli), (cavolfiore, etc..).

3) frutti di Verdura: (Pomodori [soltanto piccoli], (Zucchine, etc…); No (Zucche).

4) foglie di Verdura: (Spinacio), (Lattughe, etc..).

5) Radici di Verdura: (Carote), (Pastinaca), etc.. [NO (Barbabietole da zucchero)];



................................continua


        fonte notizia - vai  Ultima Página

 

0 - Commenti


  Ci sono -  15  -  Contenuti  -  Pagina  1  di  2  -  [  1   2  ]


Utenti Connessi: 459



Portale di Informazione
| DISCLAIMER | COME CONTATTARCI | TOOL WEBMASTER | PRIVACY |