Argilla Ventilata



 

Cos'è l'argilla ventilata

Le argille che si trovano sul mercato sono confezionate secondo una differente granulometria.

Esiste l'argilla macinata grossa, che viene usata soprattutto per impacchie cataplasmi di grandi proporzioni o per bagni, pediluvi o maniluvi argillosi; l'argilla macinata fine somiglia a una terra normalmente sciolta ed è utile per applicazioni di normali proporzioni.

Infine, l'argilla ventilata, ovvero l'argilla che viene trattata in uno speciale cilindro dotato di un potente getto d'aria che separa i granuli d'argilla dalla sua polvere.

L'argilla ventilata ha un forte potere assorbente, elimina le scorie, cicatrizza le ferite e le ulcerazioni, purifica l'organismo.

L'argilla ventilata è l'argilla per uso interno per antonomasia: si usa per preparare la bevanda assumibile per via orale, per polverizzazioni, frizioni, per confezionare pillole o compresse, dentifrici, saponi.

 

 

L'argilla da bere va preparata alla sera:

si riempie un bicchiere con 3/4 di acqua fredda, si versa un cucchiaino raso di argilla e si mescola a lungo con un cucchiaio in legno. Le prime volte si beve solo il sopranatante, una volta fatta l'abitudine, si può anche bere l'argilla sedimentata. Per fare sciacqui e gargarismi con l'argilla ventilata (in caso di affezioni del cavo orale o della gola), occorre scioglierne 1 cucchiaino (mai di metallo o plastica) in un bicchiere e lasciarlo riposare per un paio d'ore, agitare fortemente il liquido senza sciacquarsi dopo aver fatto i gargarismi. L'argilla ventilata viene usata anche per irrigazioni e lavande vaginali.

 

Ma l'argilla ventilata è valida anche per applicazioni esterne mirate a curare ferite, infiammazioni, edemi, gonfiori.

In una bacinella di ceramica (mai di plastica, vetro o metallo) mettete un po' d'argilla ventilata, unite acqua e mescolate con un cucchiaio di legno (mai usare cucchiai di plastica o metallo). Applicate sulla parte da trattare per 45 minuti, al termine dei quali occorre controllare se è molto calda (nel quale caso significa che l’argilla ha estratto parecchia infiammazione); togliete l'argilla con acqua tiepida. Il trattamento va ripetuto almeno una volta al giorno, meglio se due.

Alcuni accorgimenti:

una volta utilizzata, l'argilla deve essere buttata, poiché nell'uso si impregna di impurità; la cura con l'argilla, l'argilloterapia, deve avvenire gradualmente, in modo che il corpo tragga il giusto beneficio; spesso il trattamento a base di argilla ventilata assunta per via orale viene preceduto dall'assunzione di tisane lassative, l'eliminazione di cibi ricchi di grassi e di proteine animali, l'incremento del consumo di frutta fresca.

 

Dalla redazione di Cure-Naturali.it

 

 

NOME PRODOTTO: Argilla verde ventilata- La Saponaria

PREZZO: 2.00 EUR MARCA: La Saponaria

 

 

 

Argilla verde ventilata: un valido rimedio per disturbi e inestetismi

L’argilla verde ventilata rinforza i capelli e ne previene la caduta, migliora la funzionalità del sistema sensoriale (occhi, orecchie, naso), rinnova l’epidermide, allevia i dolori in genere

Sulla base delle quantità di determinati minerali, in natura esistono moltissimi tipi di argille spesso distinguibili dalla diversità di colore: rosso, verde, giallo, bianco, ocra, nero, ecc.

Le più comuni sono le argille rosse, il cui colore è dato dal ferro ferrico (uno degli stati di ossidazione di questo elemento) e le argille verdi (che contengono ferro allo stato “ferroso”). La più efficace è senza dubbio l’argilla verde che contiene prevalentemente ferro ferroso o bivalente, lo stesso tipo di ferro presente nell’emoglobina, la molecola che trasporta l’ossigeno nel nostro organismo. Il ferro bivalente (detto anche ferro insaturo) è più reattivo del ferro saturo (o trivalente) presente nell’argilla rossa e più facilmente assorbibile dall’organismo umano. Per questo le argille verdi sono da preferire.

Quando l’argilla viene esposta al sole si carica di energia solare, che cede ai tessuti ogni volta che viene utilizzata come crema di argilla o per via orale mentre l’esposizione all’aria fa sì che l’argilla torni a respirare e a caricarsi di un elemento, l’ossigeno, in grado di elevare ogni cosa verso la vita.

 

L’azione dell’argilla sull’organismo umano

Una delle ragioni che spiegano in parte il mistero della polivalenza d’azione dell’argilla risiede nel fatto che essa, da un punto di vista evolutivo, è rimasta in uno stadio intermedio tra il liquido e il solido.

Sul piano scientifico è condivisa l’idea che il processo di evoluzione dell’Universo conduca inesorabilmente verso il raffreddamento della materia e l’indurimento della stessa. Nel corso dei miliardi di anni di evoluzione, il processo di raffreddamento a cui sono andati incontro la Terra e l’uomo, ha determinato in entrambi la comparsa di particolari condizioni. Nell’uomo si è formato l’apparato scheletrico e sulla Terra sono comparse le montagne, lo scheletro del pianeta. Nell’uomo sono apparsi sangue e linfa, sulla terra gli oceani, liquidi come il nostro apparato circolatorio e linfatico. Nell’uomo sono stati plasmati gli organi e le ghiandole e sulla terra sono comparse le argille. Queste non si sono raffreddate del tutto ma sono rimaste morbide ed elastiche (come gli organi stessi).

Una tale visione evolutiva dell’uomo e della Terra permette di capire come mai l’argilla può agire sia sull’apparato scheletrico, rinforzandolo grazie al calcio, sia sul sangue (modificandone la qualità, grazie al ferro) e sugli organi e le ghiandole, riequilibrandone le funzioni fisiologiche (grazie alla sua plasticità). Proprio tali corrispondenze terapeutiche tra l’argilla e le varie parti del nostro organismo erano già note nell’antica medicina.

 

La polivalenza d’azione dell’argilla è legata, oltre che alla sua consistenza plastica, anche alla presenza dei setti metalli, legati ai setti pianeti, a loro volta legati ai sette organi del corpo umano. In sintesi c’è una stretta relazione, sul piano terapeutico, tra i setti metalli contenuti nell’argilla verde, i sette pianeti e i sette organi del corpo umano (vedi tabella).

L’argilla verde contiene i sette metalli in piccolissime quantità, in grado di regolare l’attività dei corrispondenti. Per questo, quando la si beve, è come se si assumesse una preparazione omeopatica dei suddetti metalli.

 

Un’altra caratteristica dell’argilla è la sua capacità di legarsi contemporaneamente con sostanze grasse, definita lipofilia, e con sostanze acquose, definita idrofilia.

L’argilla verde, grazie alla sua particolare composizione, è una sostanza che dà buoni risultati sia nell’affrontare problemi che riguardano la sfera psichica e sensoriale, sia quelli che riguardano la sfera ritmica (cuore e polmoni) e la sfera metabolica (apparato digerente e riproduttivo). Essa equilibra e rinforza queste tre sfere: quella del pensiero e dei sensi, attraverso le forze della silice; quella ritmica della respirazione, grazie al ferro, e la sfera metabolica, sulla quale agisce il calcio.

In generale, l’argilla è in grado di rinforzare i capelli e prevenirne la caduta, di migliorare la funzionalità del sistema sensoriale (occhi, orecchie, naso), di rinnovare l’epidermide (attraverso maschere e bagni), di alleviare i dolori in genere, di contrastare i veleni e di assorbire i radicali liberi, di agire sulle depressioni, sugli esaurimenti nervosi e sulla stanchezza, di essere una preziosa fonte naturale di sali minerali e di oligoelementi, di vincere malattie della pelle e rallentare il processo di invecchiamento del corpo e dei tessuti.

 

PER IL GEL DI ARGILLA

Ad un bicchiere contenente acqua minerale non gasata o di fonte, si deve aggiungere un cucchiaino da caffè raso di argilla verde ventilata, si mescola molto bene in senso orario per mezzo minuto creando un vortice e si lascia riposare cinque minuti.

Quando si scioglie l’argilla in acqua, si nota un fenomeno particolare. La parte insolubile (costituita dalla silice cristallina e da altri minerali insolubili), sedimenta, mentre l’argilla pura, rimane in sospensione, formando il cosiddetto gel di argilla che si presenta come una soluzione torbida.

Il gel di argilla, contenente tutti i sali minerali e gli oligoelementi solubili, con le sue qualità plastiche, ricorda un antico stadio planetario terrestre, caratterizzato da molto calore e da forme naturali e umane ancora non definite e non indurite dallo scheletro. Dopo di che si beve l’acqua argillosa torbida, lasciando il sedimento sul fondo del bicchiere.

 

LA CREMA DI ARGILLA

Per applicazioni cosmetiche o per esercitare un effetto drenante o sfiammante diretto sui tessuti, si prepara invece una crema di argilla. In una tazza si versa un bicchiere di acqua e un cucchiaino di olio di oliva extravergine e si mescola bene con un cucchiaio di acciaio o possibilmente di legno.

Mentre si continua a mescolare il tutto, si aggiungono due bicchieri di argilla verde fine e si impasta fino ad ottenere la dovuta consistenza cremosa.

La crema di argilla può essere arricchita con miele, succo di mela, succo di carota, ecc. a seconda dell’uso che se ne deve fare e preparata con acqua calda, tiepida o fredda.

(io la metterò nei miei succhi verdi )

Si applicherà poi la crema di argilla direttamente sulla pelle in corrispondenza dell’organo o la ghiandola da curare. Dopo 30/60 minuti di applicazione, di solito, la crema di argilla va rimossa.

 

Fonte: scienzaeconoscenza

 

 

Il Manuale dell'Argilla

 

l'argilla è un valido presidio cosmetico nella cura e bellezza di pelle, capelli, viso e seno.

Ne Il Manuale dell'Argilla Giuseppe Ferraro, uno dei più importanti conoscitori di questo straordinario rimedio, presenta in maniera chiara e approfondita le sue eccezionali proprietà, ne delinea l'origine, la composizione e il fondamentale ruolo che la medicina naturale le assegna.

L'Argilla, potente medicina naturale dalle numerose proprietà terapeutiche, rappresenta da secoli un rimedio prezioso, semplice da utilizzare, economico e facile da reperire, per la cura di numerosi disturbi.

Dalla gastrite all'emicrania, dalla menopausa al raffreddore, dall'acne alla cellulite, sono tantissime le patologie per le quali è possibile servirsi di questo sedimento di minerali.

Giuseppe Ferraro in questa nuova edizione, frutto di esperienze e di osservazioni condotte in questi ultimi anni sui comportamenti dell'argilla sul piano cosmetico e su quello del benessere, presenta in modo semplice e chiaro le proprietà curative, ne delinea l'origine, la composizione e il fondamentale ruolo che la medicina naturale le assegna.

Si tratta di un vero e proprio prontuario terapeutico di immediata consultazione, organizzato in ordine alfabetico e completo di posologie, modalità e tempi di applicazione o assunzione, arricchito inoltre da un intero capitolo dedicato all'argilla come valido presidio cosmetico nella cura e bellezza di pelle, capelli, viso e seno.

 

macrolibrarsi

 

Ora l'ho comprata, argilla verde ventilata per uso esterno
e argilla verde ventilata attiva per uso interno

 

 

 

 

 

Presentazione Completa e UNICA di ACQUA KANGEN

Cambia la tua acqua ---- CAMBIA LA TUA VITA ;-)

per info contattami:       arturovillamarco@gmail.com

 

Se vuoi capire come funziona guardati questi video - Nessuno ha mai spiegato meglio ;-)

 

PREVENTIVI ACQUA KANGEN
(Clicca qui)

 

per info contattami: arturovillamarco@gmail.com

 

 

 

 

Ti va di aiutarmi a pagarmi le mie cure?
Lo stato ITALIANO non me le passa.

O faccio sorafenib che non mi da speranza di vita.

Oppure mi devo arrangiare.
Io ho deciso di arrangiarmi, i risultati li leggi in questo sito.

ho capito il mio cancro, questa partita la vinco io.
però mi devo pagare da solo i costi del mio protocollo
1.200 euro al mese....

Sto guarendo ma HO FINITO I SOLDI....

Se mi fai una piccola donazione, partecipi alla mia VITTORIA

se non la fai, va bene ugualmente,
leggiti le informazioni che trovi su questo sito

e fai in modo di non doverti mai trovare nella mia situazione...

Se come me decidi di salvarti la vita da solo...

Lo STATO ti volta le spalle, la SANITA' ti volta le spalle.

 

-

N-Acetil Cisteina - precursore Glutatione

Il glutatione è un tripeptide naturale, vale a dire una sostanza costituita da tre amminoacidi, nell'ordine acido glutammico, cisteina e glicina.

-

L - Glutatione - Studi del ricercatore G. Puccio

Esso e' un composto organico la cui carenza nei globuli rossi congenita od acquista nel corso dell'esistenza, per via di vaccinazioni, assunzione di farmaci, droghe, alimentazione inadatta, ecc., determina il precoce invecchiamento (cellulare, sistemico ed organico) per via di un anomalo metabolismo OSSIDATIVO,..............

-

Le Virtù del Glutatione

Il Glutatione viene costruito all’interno delle cellule partendo dai tre aminoacidi che lo compongono che sono la glicina, l’acido glutammico e la cisteina. Il fattore limitante la sintesi del glutatione è la disponibilità di cisteina che è piuttosto rara negli alimenti...............

-

IL SAMe ed il Fegato - S-adenosil metionina

La S-adenosil metionina (SAM) è un coenzima coinvolto nel trasferimento di gruppi metile (un processo definito metilazione).
La molecola è anche conosciuta con il nome ademetionina o SAMe ...

-

Produzione Endogena di vitamina D

Al contrario di tutte le altre che assimiliamo dal cibo, questa vitamina viene prodotta in gran parte dal nostro organismo. Il metabolismo della vitamina D è un processo estremamente complesso: tutto ha origine in quella che potremmo definire l'industria chimica del nostro organismo, il fegato, organo che svolge un ruolo fondamentale in molti processi,.....

-

Fisiopat. vit. D - Differenziazione cellulare - Apoptosi

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina....................

-

Fisiopatologia della vitamina D - Altre malattie

Malattie autoimmuni, osteoartriti e diabete La vita a elevate altitudini aumenta il rischio di diabete tipo 1, sclerosi multipla e malattia di Crohn. Vivendo al di sotto dei 35 gradi di latitudine, per i primi 10 anni di vita, si riduce il rischio di sclerosi multipla di circa il 50%................

-

Osteoporosi e Vitamina D3

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina................

-

Vitamina E - ( Tocoferolo )

La Vitamina E o Tocoferolo è un potente antiossidante liposolubile che aiuta le cellule del nostro organismo a proteggersi dai radicali liberi, responsabili principali dell’invecchiamento cellulare. La vitamina E (tocoferolo) all’interno del nostro corpo agisce contro le patologie cardiovascolari, ............

La vitamina C

Iniziamo col dire che la vitamina C esistente in natura in frutta e verdure è molecolarmente identica all'acido L-ascorbico prodotto in laboratorio, non esiste nessuna differenza. Aggiungiamo che per un difetto genetico il nostro corpo non produce la vitamina C pertanto siamo costretti a somministrarcela per via orale,

 

Tumori: iniezioni di vitamina C ad alte dosi per uccidere cellule cancro

L'iniezione di un concentrato di vitamina C ad alte dosi può aiutare a eliminare le cellule tumorali. A stabilirlo, per ora sui topi, è una ricerca dell'Università del Kansas pubblicata su 'Science Translational Medicine'. Secondo gli scienziati, la somministrazione per via endovenosa di vitamina C potrebbe...........

 

 

Vitamina C? - sopravvalutata

Molti giornali nei giorni scorsi hanno eletto la vitamina C a farmaco antitumorale, usando espressioni come “la vitamina C tiene a bada il cancro” quando addirittura non è stata usata la parola “cura”. Tutto parte da una pubblicazione su Science Translational Medicine, ma tra quello che lo studio dice e quello che gli autori hanno gettato in pasto ai media c’è un bel po’ di differenza.

 

La vitamina C in gravidanza protegge il cervello del bebè

Via libera al ribes, ai peperoni, ai kiwi, ai broccoli, ai cavoli, alle arance e ai mandarini: in gravidanza, oltre ad aiutare il senso di sazietà favorendo una dieta sana e variegata, aiutano anche ad apportare la giusta quantità di vitamina C nell'organismo, indispensabile per un sano sviluppo cerebrale del nascituro.

 

La Melatonina

La melatonina, chimicamente N-acetil-5-metossitriptamina, è una sostanza prodotta da una ghiandola posta alla base del cervello, la ghiandola pineale (o epifisi). Agisce sull'ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. Oltre che negli esseri umani essa è prodotta anche da animali, piante e microorganismi.

 



 


 

Motore di ricerca interno Carcinomaepatico.it

Condividi Sui SOCIAL -

Facebook Twitter Delicious Digg Stumbleupon Favorites More



CARC. EPATICO  
PROTOCOLLO 123     
PROTOCOLLO SFLTV5     
IRCAV 1     
IRCAV 2     
IRCAV 3     
IRCAV 4     
VIDEO IRCAV     
QUADRO CLINICO     
PILASTRI  
SUCCHI VERDI     
ACQUA KANGEN     
SYNCHROLEVELS     
ALOE ARBORESCENS     
GANODERMA LUCIDUM     
ASCORBATO POTASSIO     
ALIMENTAZIONE  
ALIMENTAZIONE 1     
ALIMENTAZIONE 2     
ALIMENTAZIONE 3     
ALIMENTAZIONE 4     
ALIMENTAZIONE 5     
ALIMENTAZIONE 6     
TABELLE ALIMENTARI     
RICETTE SALUTARIANE     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
STRUMENTI IRCAV  
CERTIFICO IO     
LA LIBRERIA     
PERCORSO     
LA SCELTA     
SORAFENIB     
IL CANCRO     
TUTTI I VIDEO  
VIDEO SUCCHI VERDI     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
VIDEO ACQUA KANGEN     
VIDEO IRCAV     
CANALE YOUTUBE     
INFODAY  



 

| Nota | Dove contattarmi | Disclaimer |

Utenti Connessi: 284

Privacy Policy