Lo sfogo di un medico chirurgo italiano:
" La Medicina ufficiale non cura... lenisce i sintomi GERERANDO NUOVE MALATTIE

La denuncia arriva nientemeno che da un chirurgo ortopedico con vent'anni d'esperienza, di cui quindici in ospedale. Lui è il dottor Giuseppe De Pace e la sua voce è uno sfogo nato da situazioni vissute in prima persona, durante l'esercizio della sua professione, e che lo hanno portato a riflettere sulla metodologia della medicina così come oggi noi la viviamo (e la subiamo).

De Pace ha visto morire un bambino di undici anni, affetto da linfoma non-Hogkin, in seguito a una terapia che prevedeva la chemio. «La letteratura internazionale parla di sopravvivenza dell'80% con i nuovi protocolli chemioterapici. Notizia molto confortante anche per me che vivevo per la prima volta da vicino questa esperienza», racconta il dottore.

Che poi aggiunge: «L'equivoco nasce dal fatto che se il paziente muore dopo un mese per insufficienza renale o epatica, superinfezioni, etc provocati chiaramente dalla chemio, per la statistica non è morto di linfoma!»

Lui è il dottor Giuseppe De Pace e il suo è uno sfogo, pubblicato in una lettera aperta sul web, nato da situazioni vissute in prima persona.

Questo perché la visione della malattia “ufficiale” (che poi è più giovane di quella “alternativa”, come l'agopuntura, ad esempio, che ha oltre 5000 anni di storia) tratta il corpo come sistema biochimico, dove a ogni causa segue una conseguenza (il sintomo). Il farmaco serve quindi ad eliminare il sintomo, senza tuttavia risalire alla causa. Come dice il dottor De Pace: «Il concetto di salute non è la non-malattia, come ritiene la medicina ufficiale, ma è un perfetto equilibrio tra mente e corpo.»

In sostanza, il corpo rimane malato, ma la malattia si sposta altrove.

 

Prendiamo il caso della chemio, ad esempio. (continua)

 

 

Il fruttosio favorisce la proliferazione delle cellule tumorali del pancreas

Le cellule tumorali del pancreas usano il fruttosio per proliferare e dividersi,

Questo quanto hanno detto dei ricercatori USA di recente, in uno studio che ha messo alla prova il sapere corrente che tutti gli zuccheri siano la stessa cosa.

La scoperta dei ricercatori, pubblicata nella rivista Cancer Research, può essere utile per spiegare altri studi che hanno correlate l’uso del fruttosio con il cancro al pancreas, uno dei tipi più mortali

Queste scoperte indicano che le cellule tumorali possono metabolizzare prontamente il fruttosio per aumentare la proliferazione” ha scritto il Dr. Anthony Heaney del UCLA’s Jonsson Cancer Center.

“Queste scoperte sono determinanti per i pazienti di cancro a cui viene data una dieta a base di fruttosio raffinato ed indicano che gli sforzi per ridurre l’assunzione di fruttosio raffinato o inibire le azioni da esso mediate, possono arrestare la crescita del cancro”.

Troppo zucchero, di ogni tipo, non solo aggiunge chili, ma è anche un colpevole-chiave nel diabete, nei disturbi cardiaci e nell’infarto, secondo la American Heart Association.

(continua)

 

 

Bevo, bevo un sacco di acqua BUONA.


 



Motore di Ricerca Interno

 

 

 

 

 



 

Protocollo Gerson

SE QUESTA TERAPIA E' TANTO EFFICACE PERCHE' NON E' RICONOSCIUTA DALLE AUTORITA' MEDICHE?

Come è noto, l'attuale sistema medico ortodosso è dominato dalle grandi e potenti aziende farmaceutiche.

Esse giungono a controllare, attraverso sostanziose donazioni alle scuole di medicina, quello che viene insegnato agli studenti: farmaci, farmaci e ancora farmci per sopprimere i sintomi.

I farmaci non guariscono mai, e il risultato è che le patologie croniche degenerative vengono definite "INCURABILI".

(continua)

 

 

Tumore al seno: scienziati dimostrano che Agaricus, Cordyceps, Reishi eliminano le cellule tumorali

Agaricus, Cordyceps, Coriolus, Reishi, Maitake e Polyporus.

Due noti ricercatori americani impegnati nella ricerca oncologica in uno studio sperimentale hanno dimostra che Agaricus (A.blazei Murrill), Cordyceps (C. sinensis), Coriolus (C.versicolor), Reishi (Ganoderma lucidum), Maitake (Grifola frondosa) in 72 ore hanno eliminato oltre l’80% di una coltura di cellule del tumore della mammella.

Inoltre nella seconda parte dello studio sperimentale hanno bloccato la cellula tunorale nella capacità di migrazione del 70% la capacità di migrazione e del 60% la capacità di penetrazione in un tessuto sano.


(continua)

 

 

Statistiche Tunori - Chemio - Radio

 

(continua)

 

 

L'iniezione di un concentrato di vitamina C ad alte dosi può aiutare a eliminare le cellule tumorali.

A stabilirlo, per ora sui topi, è una ricerca dell'Università del Kansas pubblicata su 'Science Translational Medicine'.

Secondo gli scienziati, la somministrazione per via endovenosa di vitamina C potrebbe essere un trattamento potenzialmente sicuro, efficace e a basso costo per combattere il tumore ovarico e altri tipi di neoplasie.

I ricercatori Usa sembrano avere superato uno degli ostacoli che in passato avevano frenato l'utilizzo della vitamina C in campo oncologico, e cioè che il corpo espelle rapidamente la sostanza quando viene assunta per via orale.

 

(continua)

 

 

 

Molti giornali nei giorni scorsi hanno eletto la vitamina C a farmaco antitumorale, usando espressioni come “la vitamina C tiene a bada il cancro” quando addirittura non è stata usata la parola “cura”. Tutto parte da una pubblicazione su Science Translational Medicine, ma tra quello che lo studio dice e quello che gli autori hanno gettato in pasto ai media c’è un bel po’ di differenza.

La storia che lega la vitamina C ai tumori comincia molto tempo fa col premio Nobel per la chimica Linus Pauling.

 

 

 

 

 

CONFLITTI D’INTERESSI NELLA RICERCA BIOMEDICA E NELLA PRATICA CLINICA

“Falsi” scientifici e distorsioni metodologiche in medicina In una disciplina come la medicina, nella quale l’oggetto di studio – l’uomo sano e quello malato - è eccezionalmente complesso, molto spesso le osservazioni difettano di quel rigore e di quell’oggettività che sono più facilmente raggiungibili nelle scienze del mondo inorganico e nelle altre discipline biologiche che si occupano di organismi più semplici di quello umano.

Inoltre, i punti di vista dai quali può essere affrontato uno specifico problema biomedico, sono, in medicina, molto spesso così numerosi che non è facile stabilire nelle varie circostanze quale sia l’approccio migliore.

Appare quindi evidente come nella ricerca biomedica – ed in modo speciale in quella più strettamente connessa con i problemi clinici – gli orientamenti di un ricercatore possano essere diretti e motivati non solo dai problemi conoscitivi o dall’esclusivo esiderio di trovare un rimedio a situazioni morbose, ma anche da interessi personali o da quelli connessi con le istituzioni di cui quel ricercatore fa parte.

Questa complessa situazione, nella quale si trovano spesso i ricercatori biomedici, e soprattutto quelli che si applicano a problemi terapeutici, ha fatto sospettare che un numero più o meno rilevante delle ricerche che vengono oggi condotte non siano così neutrali ed oggettive come sarebbe desiderabile fossero.

(continua)

 

 

Come Usare l'Aqua ossigenata

Il 90% delle persone non lo sa perché non sono notizie divulgate,
trattandosi di un prodotto economico e non particolarmente redditizio.

 

Questi sono alcuni degli effetti benefici dell'acqua ossigenata:

 

1 - Uccide i germi del cavo orale.

2 - Schiarisce denti (usare un cucchiaino di acqua ossigenata diluita al 10% come un normale collutorio).

3 - Disinfetta lo spazzolino da denti evitando contaminazioni ad esempio di gengivite alle altre persone che vivono in casa e condividono lo stesso bagno dove, in genere, tutti gli spazzolini stanno "vicini vicini" (basta immergere lo spazzolino in un bicchiere contenete sufficiente acqua ossigenata).

 


(continua)

 

Dicloroacetato potenzia azione apoptosi mitocondri

 

Alcuni studiosi dell’Università di Alberta, a Edmonton, in Canada hanno scoperto che un noto farmaco sarebbe già capace di uccidere le cellule del cancro al polmone, mammella e cervello, lasciando intatte quelle sane.

Si tratta del Dicloroacetato, attualmente utilizzato per trattare i disordini metabolici. E’ un farmaco senza (o quasi) effetti collaterali e/o a lungo termine, non brevettabile, oggi ampiamente disponibile e molto economico rispetto ai costosi farmaci antitumorali prodotti da grandi aziende farmaceutiche.

 

(continua)

 

Il bicarbonato aumenta il pH tumorale e inibisce le metastasi spontanee.

Il pH esterno di tumori solidi è acido come conseguenza di un aumento del metabolismo del glucosio e scarsa perfusione.

PH acido ha mostrato di stimolare invasione delle cellule tumorali e metastasi in vitro e in cellule prima dell'iniezione vena della coda in vivo. Il presente studio indaga se l'inibizione di questa acidità tumore riduce l'incidenza di metastasi in vivo. Qui, dimostriamo che NaHCO orale (3) selettivamente aumentato il pH dei tumori e riduce la formazione di metastasi spontanee in modelli murini di cancro al seno metastatico.

 

(continua)

 

OMS: Epatite, il killer silenzioso che uccide più di AIDS, malaria e febbre dengue combinati

L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha RIBADITO:

 

L'epatite virale uccide più persone di qualsiasi altra malattia trasmissibile nel sud-est asiatico e non solo.

“killer silenzioso” cosi L’OMS ha chiamato l’epatite, “il numero stimato di decessi nelle regioni a causa dell’epatite virale e delle sue complicanze supera i decessi dovuti alla malaria, alla febbre dengue e all’HIV / AIDS combinati”.

Ogni anno circa 8.980.000 casi di epatite e di 585.800 decessi si verificano nelle regioni del Sud Est Asiatico.

(continua)

 

Epatite C e HIV: ancora gravi rischi



(continua)


 

 

La cura per il cancro nel nostro intestino

 

La cura per il cancro potrebbe stare nel nostro intestino.


Attraverso l’uso di staminali si potrà, secondo una ricerca, mantenere l’intestino sano anche sotto l’attacco della chemioterapia e della radioterapia. In questo modo potranno essere curati anche tumori metastatici.

 

A sostenerlo è il ricercatore Jian-Guo Geng, .......................................

 

(continua)

 

 

Bicarbonato Aumenta pH e inibisce la metastasi tumorali spontanee

Il pH esterno di tumori solidi è acido come conseguenza di un aumento del metabolismo del glucosio e scarsa perfusione.

 

Il PH acido ha mostrato di stimolare invasione delle cellule tumorali e metastasi in vitro e in cellule . Il presente studio indaga se l'inibizione di questa acidità tumore riduce l'incidenza di vivo di metastasi. Qui, dimostriamo che l'assunzione orale di bicarbonato di sodio NaHCO 3 aumenta selettivamente il pH dei tumori e riduce la formazione di metastasi spontanee in modelli murini di cancro al seno metastatico.

 

(continua)

 

Tumori: una battaglia che continua a mietere vittime, il rapporto China Study

La lotta ai tumori non vede la fine, i malati in aumento dicono che stiamo perdendo.

Molti studi fatti dagli anni '70 ad oggi ci hanno portato a molte scoperte, a volte interessanti a volte meno, ma tutte erano volte ed incentrate sul nemico numero uno da sconfiggere, il tumore, per quanti progressi scientifici e tecnologici si possono aver fatto, i dati ci danno un risultato negativo e desolante, l'insorgenza dei tumori negli ultimi 40 anni è aumentata, la stessa OMS stima che nel 2030 i casi nel mondo potrebbero arrivare a 22 milioni, una cifra enorme ma che molti altri studi pensano che sia un dato sottostimato, che in realtà potrebbero essere molti di più.

(continua)

 

“La chemioterapia è cancerogena”. Confermato dall’OMS

Sembra una barzelletta, purtroppo è tutto vero: la chemio è cancerogena.

Sì, avete letto bene: la terapia che dovrebbe curare i tumori, in realtà in alcuni casi è un agente che ne scatena l’insorgere.

In realtà, c’è da dire che già da tempo si conoscono gli effetti collaterali di questa cura.

Per fare un esempio, già nel 1938 il farmaco DES, usato principalmente per curare il cancro alla mammella, era stato messo in discussione per i suoi noti effetti collaterali, anche nel lungo termine. Tuttavia, il DES uscì fuori commercio solo nel 1970, sostituito dall’altrettanto discusso TAMOXIFEN.

A proposito di TAMOXIFEN, il ricercatore canadese Pierre Blais lo descrive come “farmaco spazzatura che si pone ai vertici del mucchio di immondizia”, poiché promotore di cancri particolarmente aggressivi all’utero e al fegato, nonché responsabile di fatali coagulazioni di sangue e ostacolo ad altre numerose funzioni.

(continua)

 

 

Cura Di Bella gratis in tutta Italia

Cura Di Bella gratis in tutta Italia.Un giudice ne autorizza la somministrazione gratuita

 

E’ trascorso ormai molto tempo da quando, negli Novanta, in Italia, imperversava il dibattito sulla tanto discussa cura Di Bella, bocciata nel ’98.

 

(continua)

 

 

 

 

Ferro e cancro intestinale, c’è un nesso

Ferro e cancro intestinale, c’è un nesso

Alti livelli di ferro nel sangue sono stati collegati a un maggiore rischio di sviluppare il cancro del colon.

Lo studio:

I livelli di ferro nel sangue sono importanti per la salute in generale e, per esempio, il controllo dell’anemia. Specie le donne, durante l’età fertile, hanno spesso bisogno di integrare le scorte di questo minerale. Tuttavia, come sempre accade, il troppo stroppia e in certi casi può anche essere una faccenda seria: è il caso del rischio di sviluppare il cancro del colon che è stato collegato proprio a alti livelli di ferro nel sangue

 

(continua)

 

 

Si chiama Trevor Smith, ha 54 anni, e nel 2012 gli era stato diagnosticato un cancro alla vescica.

 

I dottori gli avevano detto che se si fosse sottoposto ad un intervento per rimuovere il tumore, e ad una successiva chemioterapia, sarebbe morto entro due anni.

Ma Smith era preoccupato per come sarebbe diventata la sua vita dopo l’operazione e la chemio, perciò ha deciso di provare terapie alternative e ha iniziato ad assumere olio di semi di canapa, dopo essersi informato su internet.

 

 

(continua)

 

Cancro e obesità, “i chili di troppo aumentano il rischio di ammalarsi”

Il sovrappeso, per gli studiosi britannici, aumenta il rischio di ammalarsi di uno tra i dieci tumori più comuni.

La ricerca, il più grande studio mai condotto per indagare la relazione tra la grassezza e le patologie oncologiche, ha coinvolto in Gran Bretagna oltre cinque milioni di individui seguiti per una media di quasi otto anni di follow up. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista The Lancet

(continua)

 

Acido folico: in eccesso predispone al cancro

 

Quantità elevate di acido folico, di norma consigliate e prescritte, potrebbero invece mettere le donne a rischio di cancro al seno. Lo Studio

 

L’acido folico, una vitamina del gruppo B, è molto importante per una grande moltitudine di reazioni chimiche che avvengono nel nostro organismo. Di norma dovrebbe essere assunto attraverso una dieta varia. In particolare, si trova in grandi quantità nella lattuga, ma anche nelle uova, nel fegato, negli spinaci, nel muesli eccetera. Sebbene una dieta corretta possa fornire la giusta quantità di acido folico, in alcuni casi si può tuttavia rendere necessaria un’integrazione specifica. Tra questi ricordiamo l’anemia, la celiachia e la gravidanza.

 

Per contro, però, assumere acido folico di sintesi in grandi quantità può essere deleterio. Si pensi solo che la dose giornaliera raccomandata varia dai 50 ai 200 mcg, mentre in gravidanza se ne assume circa il doppio del massimo consigliato (0,4mg – 400 mcg). Ma nelle gravidanze a rischio si possono utilizzare anche dosi molto più elevate: 4-5 milligrammi al giorno – circa 10 volte tanto.

 

 

(continua)

 

Cancro - Fatti e Cifre

 

Le 5 leggi biologiche per la salute e il benessere naturale TUMORE AL FEGATO

Per la Medicina contemporanea esistono molte tipologie di tumori maligni del fegato, fra quelli primitivi i più importanti sono l'epatocarcinoma, il colangiocarcinoma e l'angiosarcoma.

L'epatocarcinoma (anche carcinoma epatocellulare o HCC) è senza ombra di dubbio il più importante tumore maligno dell'organo epatico.

(continua)

 

 

IL SOSPETTO:
IL MALE CAUSATO dal massiccio bombardamento di immunosoppressori

Diagnosi sbagliata, muore di leucemia dopo 34 mesi di chemioterapia Le era stato diagnosticato un tumore maligno al fegato con metastasi, aveva invece un angioma gigante

 

(continua)

 

Big Pharma ignora cure per il cancro perché poco redditizie

Un professore di Harvard si è curato da un cancro mortale con metodi alternativi (e più economici) alla chemioterapia. Le case farmaceutiche li conoscono, ma non vogliono sviluppare quei farmaci perché costano meno e minori sono i loro guadagni.

La storia della guarigione di Michael Retsky, oggi professore alla Harvard School of Public Health lo insegna: è possibile curare il cancro con dei metodi alternativi rispetto al tradizionale ciclo di chemioterapie.


(continua)

 

 

 

Presentazione Completa e UNICA di ACQUA KANGEN

Cambia la tua acqua ---- CAMBIA LA TUA VITA ;-)

per info contattami:       arturovillamarco@gmail.com

 

Se vuoi capire come funziona guardati questi video - Nessuno ha mai spiegato meglio ;-)

 

PREVENTIVI ACQUA KANGEN
(Clicca qui)

 

per info contattami: arturovillamarco@gmail.com

 

 




 

 

Airc finalmente partorite timide ammissioni

 

Le proteine di origine animale fanno male alla salute?

DIPENDE. Un consumo eccessivo di alimenti di origine animale, soprattutto di carni rosse lavorate, aumenta il rischio di alcuni tumori.

Non ci sono invece prove convincenti che un loro modesto consumo abbia effetti negativi sulla salute.

In breve

- Le proteine animali sono costituite dalle stesse molecole chimiche di quelle vegetali, gli amminoacidi.

- La loro pericolosità per la salute, se consumate in eccesso, risiede principalmente nel modo con cui interagiscono con l'organismo. Per esempio, la lavorazione delle carni per la loro conservazione e le modalità di cottura modificano le molecole presenti, rendendole potenzialmente pericolose per la salute.

- I cibi di origine animale contengono, oltre alle proteine, anche molte altre sostanze tra cui i grassi saturi e il ferro del gruppo eme. In dosi eccessive essi stimolano l'aumento di colesterolo, i livelli di insulina nel sangue e l'infiammazione del tratto intestinale, aumentando il rischio di certe patologie, tra cui i tumori, in particolare quelli del colon-retto.

- Un consumo modesto di proteine animali non è pericoloso per la salute umana. Di contro, un eccessivo consumo di carni rosse o lavorate è associato a un maggior rischio di sviluppare diabete, malattie cardiovascolari e tumori.

 

(continua)

 

Cancro al pancreas, quali sono i segni precoci

Un aumento di un pool di amminoacidi, identificabile prima ancora che compaiano i sintomi caratteristici della malattia e che questa sia diagnosticale.

Sarebbe questo il segno, precoce, della presenza di un cancro al pancreas, secondo uno studio pubblicato su Nature Medicine, che sebbene non ancora utilizzabile come strumento diagnostico aiuterà i ricercatori a capire qualcosa di più su questa forma tumorale, tra le più infauste.

"La maggior parte delle persone affette da adenocarcinoma duttale pancreatico (Pdac, la forma più comune del tumore) vengono diagnosticate dopo che la malattia ha raggiunto uno stadio avanzato, e molti muoiono entro un anno dalla diagnosi",


(continua)

 

 

 

 

Ce ne sono tante di storie come le nostre in giro - TANTE


Non sono un caso UNICO - siamo in tanti ;-)

 

 

La sanità inventa le malattie per volere politico

DENUNCIA SHOCK di Gino Strada:

 

“La sanità italiana era tra le migliori ma adesso è in crisi per colpa della politica che ha inserito il profitto. Gli ospedali sono diventati delle aziende. Oggi il medico viene rimborsato a prestazione, che è una follia razionale, scientifica ed etica.

 

Si mette il medico in condizioni di dover fare o di ambire a fare più prestazioni perché così si guadagna e quindi si inventano nuove malattie e cure, oppure si fanno interventi chirurgici inutili”

 


(continua)

 

Epatite C: un miliardo per il "farmaco d'oro"

 

Finalmente la legge di stabilità è stata approvata e salvo cambiamenti improbabili alla Camera dei Deputati, sarà disponibile nel 2015 il finanziamento di 1 miliardo di euro per sostenere l'acquisto del nuovo farmaco che svolge un importante effetto terapeutico sulla infezione indotta dal virus dell'epatite C.

500 milioni di euro che verranno interamente dedicati all'acquisto del Sofosbuvir il nuovo promettente farmaco che dovrebbe rappresentare una cura fino al 90 percento dei pazienti affetti da epatite C, una grave malattia che può indurre cirrosi epatica e tumori del fegato.

 

(continua)

 

 

 

 

Il marketing del farmaco - di Paolo Barnard


 

 

Costretta a fare chemioterapia e tolta alla famiglia dal tribunale. La battaglia di Cassandra, 17 anni

 

Una ragazza di 17 anni che ha rifiutato, in accordo con la madre, di sottoporsi alla chemioterapia è stata letteralmente rapita dalla polizia e portata di forza all'ospedale per cominciare la terapia che, secondo i medici, è essenziale per salvarle la vita.

 

La protagonista dell'incredibile storia si chiama Cassandra C. e nei media americani compare una sua foto scattata al Connecticut Children's Medical Center di Hartford dove la giovane è stata confinata per ordine dei giudici, per i quali non conta nemmeno il parere della mamma: poiché la donna si è schierata al fianco della figlia nella sua volontà di opporsi alla chemioterapia, il tribunale ha tolto la patria potestà e Cassandra C., ora, è una minorenne affidata alle cure statali

(continua)


 

Tutto su Stephen Hawking In occasione dell’uscita del film sulla sua vita,

ecco una serie di cose da sapere sul grande scienziato

 

 

 

 

 

 


 


 

 

CANDIDA… L’EPIDEMIA SILENZIOSA

Fate parte anche voi dei milioni di persone che non si sentono bene da parecchio tempo e ciò nonostante non riescono a comprenderne il motivo?

Siete stati definiti malati immaginari?

Avete sulle spalle un passato costellato da abusi di farmaci antibiotici, cortisonici, antinfiammatori e ormoni? Non riuscite a dimagrire neanche seguendo la dieta più ferrea?

Il vostro bambino soffre di asma o di malattie della pelle?

Siete golosi di dolci in maniera smodata?

Vostro figlio non va bene a scuola ed è nervoso e irascibile?

Siete depressi e non volete rovinarvi la salute con farmaci inutili e dannosi?

Potrebbe trattarsi di uno squilibrio da lieviti come conseguenza di un’infezione da Candida.


(continua)

 

 

VACCINI E NUOVE MALATTIE

 

Una malattia infettiva non è mai provocata esclusivamente da un agente esterno, da un virus o da un batterio.

E’ fondamentale l’interazione con lo stato di salute della persona che ne entra in contatto.

In alcuni periodi dell’anno, il meningococco, per esempio, è ospite abituale del naso fino al 40% dei bambini.

Lo streptococco può provocare in alcune persone una tonsillite, in pochi bambini può causare una malattia reumatica, ma altre volte non causa alcuna patologia.

L’articolo della dottoressa Emma Pistelli propone una riflessione su questi temi, analizzando la poliomielite e le infezioni virali che possono causare quadri clinici ad essa sovrapponibili, ed offre alcune soluzioni che vanno oltre le vaccinazioni.

A cura della Dottoressa Emma Pistelliwoman-studying

Quando si parla di danni da vaccini, nei bambini e negli adulti,

(continua)

 

 

“Il Prof. Di Bella ha studiato il suo metodo di fronte al fallimento di una quantità di terapie cosiddette “ufficiali” che ha potuto constatare di persona.

Ha visto che la ripetizione di questo insuccesso e i casi salvabili di tumori solidi, ovvero quelli che non sono leucemie, si salvavano perché erano stati operati.

C’è una vastissima statistica pubblicata nel Regno Unito, di oltre 1.700.000 pazienti, per cui forse è la massima statistica di pazienti oncologici, in cui si parla del 29% di sopravvivenza a 5 anni.

Questo 29% si deve alla chirurgia.

Oggi come oggi la terapia medica non è in grado di guarire nessun tumore solido.

 

 

 

Cancro al pancreas: un’erba cinese sradica il cancro in 40 giorni

La chiave per curare il cancro al pancreas potrebbe essere stata trovata in un antica erba che ha da tempo un ruolo cruciale nella medicina tradizionale cinese.

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine ha rivelato che gong teng, nota anche come “dio del tuono della vite”,( una pianta rampicante che cresce in molte parti della Cina ed in Birmania, la cui radice è la parte medicinale) possiede almeno un composto unico, capace di sradicare completamente il cancro entro 40 giorni e che potrebbe alla fine, diventare un’alternativa per il trattamento del cancro.


(continua)

 

 

La rivelazione SHOCK di Veronesi - “Ci ammaleremo quasi tutti di tumore”: Ecco perchè


DICHIARAZIONE SHOCK di Veronesi:

”Anni fa si ammalava di tumore 1 su 30,oggi 1 su 3, tra qualche anno ci ammaleremo tutti”.

Questa è la sconvolgente previsione di un oncologo d’eccezione!

Ecco perchè e come evitare tutto ciò

Un’alleanza tra la scienza e il mondo dell’informazione per vincere la battaglia contro il cancro, che in futuro colpira’ “un italiano su due”.

Questa l’idea lanciata


(continua)

 

 

 

La ricerca sul cancro non si ferma mai. L’ultima scoperta è tutta made in Italy.

Un team di scienziati italiani dell’Istituto di Candiolo, in provincia di Torino, ha scoperto un nuovo farmaco, il PLX472O, che potrebbe rivoluzionare le cure utilizzate contro il tumore.

Coordinati da Alberto Bardelli, direttore del Laboratorio di Genetica Molecolare, e Federico Bussolino, Direttore Scientifico della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro, gli scienziati hanno sperimentato un farmaco in grado di attaccare direttamente le sole cellule tumorali, e di frenare la riproduzione di altre cellule malate.


(continua)

 

 

Maltolo, molecola promettente

 

 

 

 

 

 

Una proteina contro l’infiammazione per sconfiggere il cancro


Una proteina contro l’infiammazione per sconfiggere il cancro La ricerca dell’immunologo Alberto Mantovani e la scoperta del gene Ptx3 capace di «spegnere» alcuni tipi di tumori. Sperimentazione a breve

L’infiammazione è uno dei sette pilastri su cui un tumore cresce e si sviluppa: ora hanno trovato il modo per tentare di demolirlo. Il «piccone» è una proteina prodotta da un gene che si chiama Ptx3, l’ha scoperta Alberto Mantovani, direttore scientifico dell’Istituto Humanitas di Milano e docente di Humanitas University, una ventina di anni fa e adesso è diventata un farmaco tutto da sperimentare, ma che offre interessanti prospettive nella cura di certe neoplasie (del colon, per esempio, o della pelle o i sarcomi) come l’immunologo milanese, fra i più quotati al mondo, ha appena riferito sulla rivista «Cell».


(continua)

 

 

 

 

COSA E' LDN (tratto dal sito americano www.lowdosenaltrexone.org)

"LDN puo'essere uno dei piu' importanti trattamenti degli ultimi 50 anni. esso produce un nuovo metodo di trattamento medico mobilitando le difese naturali di un individuo attraverso il suo sistema immunitario"

Dott. David Gluck la FDA ha approvato il naltrexone a dosaggi di 50 mg al giorno per la lotta alla dipendenza da droghe(eroina) e alcolismo,lo stesso utilizzato in bassi dosaggi stimola il sistema immunitario aiutando chi e' affetto da patologie tipo HIV/AIDS, cancro,malattie autoimmuni e disordini del sistema nervoso centrale.

UNA RIVOLUZIONE NELLA RICERCA 4^CONFERENZA ANNUALE SU LDN 11 OTTOBRE 2008 — USC


(continua)

 

Scoperto meccanismo che regola la crescita del cancro al fegato

Un gruppo di ricercatori del Dipartimento Interdisciplinare di Medicina (DIM) dell'Università di Bari, guidati da Antonio Mazzocca, ha identificato un nuovo meccanismo che aiuta il processo di formazione dell'epatocarcinoma.

Si tratta di un tumore che colpisce ogni anno circa un milione di persone nel mondo, oltre 10.000 in Italia, e per il quale non sono ancora disponibili trattamenti farmacologici definitivi.

 

Recettore non più orfano


(continua)

 





 

 

 

 

Cancro: Scoperti i fattori che ti rendono predisposto o no. Scopri se li hai

Un fattore di rischio è tutto ciò che può influenzare la comparsa di un tumore.

I fattori di rischio possono essere modificabili, come lo stile di vita e l’ambiente, e non modificabili, ad esempio l’età, il sesso o il patrimonio genetico.

Già prima che un tumore venga diagnosticato si può capire se si è predisposti o meno ad averlo. I principali fattori di rischio sono:

 

- L’età. Il cancro può aver bisogno di molti anni per svilupparsi, anche di decenni;


(continua)

 

Ormoni ai bambini in cambio di denaro Indagati 67 medici in tutta Italia

 

Ormoni ai bambini in cambio di denaro Indagati 67 medici in tutta Italia

I camici bianchi, inclusi pediatri ed endocrinologi, avrebbero preso soldi e regali dalla Sandoz per aumentare le prescrizioni Ormoni ai bambini in cambio di denaro

Indagati 67 medici in tutta Italia I camici bianchi, inclusi pediatri ed endocrinologi, avrebbero preso soldi e regali dalla Sandoz per aumentare le prescrizioni.


(continua)

 

Alysa Erwin: “Ho sconfitto un tumore terminale al cervello con l’estratto di cannabis”

 

In questo momento Alysa sta sopravvivendo a un gravissimo tumore al cervello grazie all’estratto concentrato di cannabinoidi, che ha scelto insieme ai suoi genitori al posto della chemioterapia.

 

Alysa vive a Petoskey, Michigan e nel 2011, quando aveva 14 anni, le è stato diagnosticato un tumore al cervello in fase terminale.

Oltre a casi di limite di pazienti con tumori al cervello come la storia del bambino di 8 mesi che vi avevamo raccontato, ricordiamo come siano stati di recente avviati studi clinici, quindi su pazienti, in cui si utilizzano i cannabinoidi sia come trattamento aggiuntivo alla chemioterapia, sia come trattamento da affiancare alla radioterapia, in casi di tumore cerebrale.

 

In questo caso la diagnosi era un astrocitoma anaplastico di terzo grado.

 


(continua)

 


 

 

VACCINI E NUOVE MALATTIE

 

Una malattia infettiva non è mai provocata esclusivamente da un agente esterno, da un virus o da un batterio.

E’ fondamentale l’interazione con lo stato di salute della persona che ne entra in contatto.

In alcuni periodi dell’anno, il meningococco, per esempio, è ospite abituale del naso fino al 40% dei bambini.

Lo streptococco può provocare in alcune persone una tonsillite, in pochi bambini può causare una malattia reumatica, ma altre volte non causa alcuna patologia.

L’articolo della dottoressa Emma Pistelli propone una riflessione su questi temi, analizzando la poliomielite e le infezioni virali che possono causare quadri clinici ad essa sovrapponibili, ed offre alcune soluzioni che vanno oltre le vaccinazioni.

 

 

(continua)

 

 

 

Apigenina, il composto che uccide il cancro


Apigenina, il composto che uccide il cancro Il composto si trova quantità apprezzabili nel sedano

 

L’apigenina, un composto presente in diverse piante, tra cui il sedano, la camomilla e il prezzemolo, è in grado di svolgere un’azione antitumorale.

Lo rivela uno studio finanziato dal National Cancer Institute e dalla National Natural Science Foundation of China. La ricerca ha dimostrato che l’apigenina, che si può trovare in quantità apprezzabili nel sedano, è molto efficace nella lotta a vari tipi di cancro, tra cui quello alle ovaie, al pancreas, alla mammella e ai polmoni.


(continua)

 

Un Impianto semplice e naturale uccide fino al 98% delle cellule tumorali - e Arresta Diabete

 

Sono sempre alla ricerca di sostanze naturali che gettano una "chiave inglese" nel metabolismo peculiare delle cellule tumorali. E 'di vitale importanza queste sostanze uccidono le cellule tumorali e cellule normali lasciano intatta

Ti ho raccontato alcune delle mie scoperte in passato.

Essi comprendono il resveratrolo, il tè verde, Seanol, e altri.

Ma oggi ho intenzione di parlarvi di un altro impianto che affama sicuro le cellule tumorali nel modo più efficiente una droga potente chemio.


(continua)

 

 

Il Gene Ptx3 - Scoperto 20 anni fa.

 

Fonte: LaRepubblica.it

 

 

 

 

La sorprendente analogia fra cancro e tubercolosi (TB)

 

Il termine “cancro” è di derivazione latina e significa “granchio”.

Al giorno d’oggi la “cura” del cancro è una fiorente industria.

Al volgere del ventesimo secolo la classe medica era giunta alla conclusione che la questione non era stabilire se la causa fosse o meno una malattia infettiva, ma di quale fra le possibili patologie di tal genere si trattasse.

Da oltre due secoli si scopriva e riscopriva, definiva e ridefiniva un germe del cancro; ogni scienziato accresceva le conoscenze, ma senza costrutto.

Poi, nel 1910, determinate autorità mediche statunitensi effettuarono una piroetta di 180 gradi, stabilendo che il cancro non era provocato da un microbo e che chiunque la pensasse diversamente era un eretico, un ciarlatano o un impostore.


(continua)

 

Vaccini acellulari diventano mezzo di diffusione patogena.


La FDA USA afferma che la vaccinazione con vaccino acellulare della pertosse rimane per sei settimane nelle vie aeree degli animali vaccinati i quali possono infettare animali non vaccinati...

Nei fatti la vaccinazione fa proliferare questi frammenti di batterio favorendo la propagazione della malattia...

Se ne deduce che: ....sono le vaccinazioni a creare nuovi casi della malattia Verosimilmente ciò avviene anche per altri casi come morbillo e meningite....


(continua)

 

 

 

 

Obbiettivo, eliminare la ChemioTerapia

 

 

 

 

Il Malato? Un grande Business....

 

 

 

Effetti antitumorali dei Cannabiniodi

 

 

Permettetemi l'ambizione - IO LO SAPEVO NEL GENNAIO 2013 ;-)

 

 

 

Prunus spinosa anti-cancro naturale. I dati lo confermano


La fase di ricerca preliminare nei laboratori dell’Istituto Superiore di Sanità ha confermato che dalle bacche di Prunus spinosa, usate nel Molise per produrre il liquore trignolino, è possibile ottenere una nuova terapia integrativa contro alcuni tumori, come colon, polmone e cervice uterina.

 

“I risultati della ricerca di base condotta su linee cellulari hanno dimostrato l’attività antiproliferativa e antitumorale dell’estratto idroalcolico del Prunus spinosa – afferma l’Iss – I dati saranno illustrati domani all’Expo di Milano, al VII Congresso Internazionale del’Artoi (Integrative Care and nutrition in oncology)”.

 


(continua)

 

 

 

 

 

La cronicità del cancro al seno nelle mani dei medici di base

 

I tassi di sopravvivenza a lungo termine dopo una diagnosi di cancro al seno sono in costante aumento.

Questa è una buona notizia, ma i medici devono anche riconoscere che questo comporta nuove sfide per la comunità medica.

Come il cancro al seno diventa una condizione cronica, piuttosto che una malattia pericolosa per la vita a causa di progressi nella diagnosi precoce e trattamenti più efficaci, gli operatori sanitari devono riconoscere e gestire le sequele a lungo termine della costellazione di modalità terapeutiche.

I sopravvissuti di cancro al seno rappresentano un gruppo unico ed estremamente complessa dei pazienti;


(continua)

 

 

 

 
 

 

 

 

 

 

Sai il VERO motivo per cui la canapa è illegale?Nuoce agli interessi di potenti lobbie! Ecco quali

 

Ci fanno credere che la canapa è illegale solo perchè è una droga,ma la verità è che la legalizzazione potrebbe nuocere alle tasche di potenti lobbie,QUELLE DEL PETROLIO.Ecco perchè.

Si sente spesso parlare rigaurdo la salvaguardia ambientale , ma una volta che vi è la possibilità di sostituire il petrolio con una materia prima naturale ed ecosostenibile, nessuno dice niente o per lo meno nessuno VUOLE dire niente!

Va contro gli interessi… Immaginiamo un mondo senza petrolio. Un mondo senza plastica, asfalto, gasolio, benzina e tutti gli altri prodotti ottenuti mediante la raffinazione del petrolio.

 


(continua)

 

 

 

 

 

 

 

Cos'è Nagalase - cosa combina la proteina GcMAF


“”GcMAF è una proteina naturale presente nel corpo, che il fegato converte dalla proteina Gc (proteina legante della vitamina D) nel fattore attivante Gc-macrofagi.

In tutte le persone sane è il GcMAF a dare l`istruzione ai macrofagi di eseguire la ricerca nel sangue di tutto il corpo delle unità maligne (per esempio, cellule tumorali o virus) e di eliminare questi.

Tuttavia, le particelle maligne secernono l’enzima Nagalase, che a suo tempo neutralizza la produzione di GcMAF, in modo che i macrofagi non ricevendo istruzioni, entrano in azione. Il risultato è un indebolimento del sistema immunitario.

 


(continua)

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La guarigione del Sign. Amedeo Gioia è un FATTO certo - Guarito con artemisia annua

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

INCREDIBILE - DUE VIDEO DA VEDERE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Colon, le staminali del cancro vogliono ossido di azoto

 

Identificato un nuovo possibile bersaglio delle
terapie antitumorali

Una scoperta tutta italiana apre la porta a nuove speranze nell'individuazione di terapie efficaci contro il cancro del colon.

Lo studio che ha portato alla scoperta, pubblicato sul Journal of Pathology, ha dimostrato che all'interno di queste cellule tumorali è l'enzima iNOS a produrre l'ossido di azoto.

 

(continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

per info contattami:       arturovillamarco@gmail.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sulforafano inibisce la crescita delle cellule del cancro della tiroide e invasività attraverso la via di specie reattive di ossigeno-dipendente

 

Sulforafano inibisce la crescita delle cellule del cancro della tiroide e invasività attraverso la via di specie reattive di ossigeno-dipendente

ASTRATTO - Sulforafano (SFN), un composto naturale derivato da germogli di broccoli

E' stato dimostrato per essere usato come agente antitumorale in diversi tipi di tumori.

Tuttavia, il suo effetto antitumorale nel tumore della tiroide rimane in gran parte sconosciuta.

Lo scopo dello studio è stato quello di indagare il potenziale terapeutico di SFN per cancro alla tiroide e di esplorare i meccanismi alla base degli effetti antitumorali di SFN per in vitro e in vivo studi.

 

(continua)

 

AI COLLEGHI MEDICI Lettera aperta

Cara collega, caro collega.

Sono ben consapevole di fare parte di una nicchia ristretta di medici che ritengono proficuo, per sé e per le persone che intendono assistere, ampliare la propria formazione professionale integrando il bagaglio di conoscenze della Medicina accademica con altre di derivazione antica o più o meno moderna.

Sono ancora più consapevole che molti messaggi che offro in questo libro, molte “cose” che scrivo, possono apparire azzardate se non addirittura prive di fondamento, come l’affermazione che sia possibile (possibile, ripeto) guarire da qualsiasi malattia.

 

(continua)

 

 

 

 

RISULTATI: Il contributo complessivo delle curativa e adiuvante chemioterapia citotossica di sopravvivenza a 5 anni negli adulti è stata stimata in 2,3% in Australia e del 2,1% negli Stati Uniti.

 

 

 

Le Manifestazioni ExtraEpatiche del Virus dell'epatite C. Inquadramento e Gestione Clinica

 

1 - INTRODUZIONE Il virus dell’epatite C

(HCV) è responsabile sia di danno epatico che extraepatico (manifestazioni extraepatiche dell’HCV= MEE-HCV).

La varietà di patologie extraepatiche potenzialmente associate con l’HCV ha indotto a coniare il termine “malattia da HCV”, intendendosi con ciò che tale infezione deve essere interpretata come malattia sistemica, di ampia competenza internistica, piuttosto che come malattia di stretta compe- tenza epatologica.

Secondo un recente studio, sarebbe possibile riscontrare almeno una manifestazione extraepatica nel 74% dei pazienti con infezione da HCV..

(continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

Vi presento i miei media - visitateli, sono tutti molto interessanti

 

La Pagina (MARCO SESANTA) - collegata al sito



La Pagina (NON SONO PRONTO) - info dal web



Il mio Diario Face (ARTURO VILLA) - chiacchere con amici, tema libero.



Gruppo di (RICETTE SALUTARIANE) - un sacco di spunti sulla cucina salutariana



Il mio Canale (GOOGLE+) - un fritto misto dei miei vari media ;-)


Il Canale (YOUTUBE ARTURO VILLA) - più di 230 video dove mi racconto

 

Il Canale (Instagram) - Foto, Foto e ancora Foto

 

 

 



 

Nel rispetto del codice di condotta prescritto dal D.lgs n°70 del 09/04/2003

i contenuti e le affermazioni su questo sito non intendono diagnosticare, trattare, curare o prevenire malattie o disturbi

Le informazioni fornite sono a scopo informativo e non vogliono assolutamente sostituire il parere del vostro medico di fiducia al quale dovete sempre ed in ogni caso rivolgervi per questioni che riguardano la vostra salute..

Le informazioni riportate non intendono sostituire nessun prodotto o medicinale..



per qualsiasi problema riguardante la vostra salute rivolgetevi sempre al vostro medico curante...
Solo lui è autorizzato a darvi consigli sulla vostra salute ;-)

 


 


I miei sono solo PARERI PERSONALI, non intendo suggerirvi nulla, non sono un medico e non ho le competenze per darvi consigli,
vi racconto solo la mia storia e come mi curo, per qualsiasi problema non fate come me che sono pazzo,
rivolgetevi sempre al vostro medico di fiducia-
| Nota | Dove contattarmi | Disclaimer |

Utenti Connessi: 280

Privacy Policy