Nutrirsi di semi


 

I semi sono innanzitutto una fonte di energia facilmente trasportabile e poco deteriobabile, si conservano più facilmente rispetto alla frutta o alle verdure.

Molte persone non le considerano proprio perchè estremamente caloriche. Per molti la frutta secca è confinata ad una tradizione natalizia e niente più.

Se 100 grammi di noci sono caloriche come un pranzo intero leggero(circa 600Kcal), bisogna anche pensare che 100 gr sono un bel sacchetto e a noi ne basterebbero invece due o, se preferite, quattro mezzi gherigli per soddisfare il nostro palato.

 

 

Le noci, come quasi tutti i semi, hanno un basso indice glicemico, ovvero contengono carboidrati e proteine in piccole quantità e grassi in grande quantità. Parliamo dei “grassi buoni”, detti polinsaturi e degli omega 3, indispensabili nel concetto della dieta Zona di Berry Sears.

Inoltre per i vegeteriani chiamati anche vegani sono una fonte indispensabile di proteine e numerosi aminoacidi molto utili come la L. Arginina. La L arginina contenuta in alte dosi nelle noci è tipicamente usata come integratore e venduta come stimolante delle prestazioni sessuali ma la sua reale funzione è solo quella di entrare attivamente nella spermatogenesi e non di potenziare le suddette prestazioni.

 

 

Quello che però è spesso poco risaputo è che i semi sono una importante fonte di minerali; ne contengono quantità decisamente alte rispetto a qualsivoglia altro alimento vegetale o animale. Il calcio, per esempio, è particolarmente presente nelle mandorle e nei semi di papavero.

Pensate che 50 gr di mandorle e un cucchiaino di semi di papavero contengono circa il contenuto in calcio di rispettivamente un bicchiere e mezzo bicchiere di latte (circa 300 e 150 mg).Il ferro, altro minerale utile, è presente in modo sostanziale nei semi; i più ricchi sono quelli di sesamo e i pistacchi.

La quantità di ferro che contengono è circa quattro volte maggiore nel sesamo e quasi il doppio nei pistacchi rispetto alla carne di cavallo che in assoluto è la carne che contiene più ferro.

A questo proposito è interessante sapere che molte spezie come la menta, il rosmarino e il pepe hanno una concentrazione altissima di ferro, anche i legumi come i fagioli, i ceci e le lenticchie, nonchè molti cereali come l’avena, il germe di grano e il grano saraceno sono tutti più ricchi di ferro della carne.

 

 

Anche i famosi spinaci non sono affatto in classifica per l’alta concentrazione di ferro, solo 2,9 mg per 100 gr, paragonabile a 100gr di carne di vitellone. Peraltro è noto che il ferro contenuto nelle sostanze vegetali, detto “non eme”, è tutto meno assimilabile rispetto a quello contenuto nella carne ma la sua capacità di essere assorbito si modifica e aumenta in presenza di una buona dose di vitamina C e degli acidi di frutta nella dieta, mentre è nettamente ridotta con la contemporanea assunzione di tannini e di calcio cioè con vino, caffè e latticini.

 

 

 

Un altro minerale molto discusso è il magnesio che si trova in moltissimi alimenti.

Questo minerale si differenzia dal ferro e dal calcio il cui eccesso può causare anche seri danni alla salute e la cui integrazione deve essere attentamente sorvegliata. Il magnesio invece quando ingerito in eccesso viene semplicemente eliminato con le feci generando magari un pò di diarrea ma non si accumula nell’organismo.

Secondo alcuni esperti la popolazione moderna soffre di una latente deficienza di magnesio dovuta all’alimentazione troppo raffinata e ricca di carne e latticini. I nemici della capacità di utilizzare il magnesio sono l’alcool, lo zucchero, il caffe e alte dosi di calcio.

 

 

Il magnesio è considerato fondamentale in un numero altissimo di reazioni enzimatiche e per il metabolismo in genere. Le noci, mandorle e pistacchi ne sono richissime, da 130 a 150 mg per 100 gr, i cereali integrali ne sono anche ricchi, al contrario delle farine bianche, carni e latticini che ne contengono pochissimo, in media da 15 a 20 mg per 100 gr. Inoltre si ritiene che la cottura dei cibi ne riduca la disponibilità.

Si ritiene che basse concentrazioni di magnesio associate ad alte concentrazioni di calcio siano responsabili dell’aumentata incidenza dell’osteoporosi in alcune popolazioni come negli USA. Si ritiene inoltre che il magnesio abbia un effetto nel ridurre l’ipertensione arteriosa e nella formazione dei calcoli urinari.

E’ interessante sapere che i semi di cacao sono in assoluto i più ricchi in magnesio, 100 g ne contengono circa 420 mg, e il cioccolato fondente ne contiene circa 80 mg per 100 gr. Niente contro il fantastico cioccolato la cui tradizione antichissima risale presumibilmente ad antichi riti aztechi come nutrimento ed elisir altamente energizzante; se preparato ad arte è delizioso e scalda con notevole efficacia il corpo, ma rispetto alle noci e alla frutta secca è sicuramente molto meno digeribile e appesantisce notevolmente il fegato alzando talora anche in modo rilevante le transaminasi.

 

 

Ma torniamo ai minerali, un altro minerale curioso e contenuto nelle noci in buona quantità è lo zinco, anch’esso considerato utile nella spermatogenesi, ma anche nelle difese immunitarie e quindi venduto come integratore.

Lo zinco essendo presente nella carne, nel turlo d’uovo, funghi e ostriche è sicuramente indispensabile ai vegetariani e a tutti coloro che mangiano poca carne.

Quello che è importante quando si usano i semi è masticarli con cura, soprattutto quelli di piccole dimensioni, come i semi di sesamo o di girasole, questi infatti, se non masticati adeguatamente, non possono essere digeriti.

Il loro utilizzo però può arricchire la colazione; su una fetta di pane di segale spalmata di miele, nello yogurt di soia o insieme a cereali in fiocchi o soffiati ammorbiditi con latte di riso. In ultimo i semi possono costituire un ottimo snack con basso indice glicemico e diventare un gustoso condimento da spolverare sui cibi cotti.

 

 

 

Fonte:

Uno Due Tre
Volersi bene è già curarsi

http://www.unoduetre.eu

 

 

 

Presentazione Completa e UNICA di ACQUA KANGEN

Cambia la tua acqua ---- CAMBIA LA TUA VITA ;-)

per info contattami:       arturovillamarco@gmail.com

 

Se vuoi capire come funziona guardati questi video - Nessuno ha mai spiegato meglio ;-)

 

PREVENTIVI ACQUA KANGEN
(Clicca qui)

 

per info contattami: arturovillamarco@gmail.com

 

 

 

 

Ti va di aiutarmi a pagarmi le mie cure?
Lo stato ITALIANO non me le passa.

O faccio sorafenib che non mi da speranza di vita.

Oppure mi devo arrangiare.
Io ho deciso di arrangiarmi, i risultati li leggi in questo sito.

ho capito il mio cancro, questa partita la vinco io.
però mi devo pagare da solo i costi del mio protocollo
1.200 euro al mese....

Sto guarendo ma HO FINITO I SOLDI....

Se mi fai una piccola donazione, partecipi alla mia VITTORIA

se non la fai, va bene ugualmente,
leggiti le informazioni che trovi su questo sito

e fai in modo di non doverti mai trovare nella mia situazione...

Se come me decidi di salvarti la vita da solo...

Lo STATO ti volta le spalle, la SANITA' ti volta le spalle.

 

-

N-Acetil Cisteina - precursore Glutatione

Il glutatione è un tripeptide naturale, vale a dire una sostanza costituita da tre amminoacidi, nell'ordine acido glutammico, cisteina e glicina.

-

L - Glutatione - Studi del ricercatore G. Puccio

Esso e' un composto organico la cui carenza nei globuli rossi congenita od acquista nel corso dell'esistenza, per via di vaccinazioni, assunzione di farmaci, droghe, alimentazione inadatta, ecc., determina il precoce invecchiamento (cellulare, sistemico ed organico) per via di un anomalo metabolismo OSSIDATIVO,..............

-

Le Virtù del Glutatione

Il Glutatione viene costruito all’interno delle cellule partendo dai tre aminoacidi che lo compongono che sono la glicina, l’acido glutammico e la cisteina. Il fattore limitante la sintesi del glutatione è la disponibilità di cisteina che è piuttosto rara negli alimenti...............

-

IL SAMe ed il Fegato - S-adenosil metionina

La S-adenosil metionina (SAM) è un coenzima coinvolto nel trasferimento di gruppi metile (un processo definito metilazione).
La molecola è anche conosciuta con il nome ademetionina o SAMe ...

-

Produzione Endogena di vitamina D

Al contrario di tutte le altre che assimiliamo dal cibo, questa vitamina viene prodotta in gran parte dal nostro organismo. Il metabolismo della vitamina D è un processo estremamente complesso: tutto ha origine in quella che potremmo definire l'industria chimica del nostro organismo, il fegato, organo che svolge un ruolo fondamentale in molti processi,.....

-

Fisiopat. vit. D - Differenziazione cellulare - Apoptosi

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina....................

-

Fisiopatologia della vitamina D - Altre malattie

Malattie autoimmuni, osteoartriti e diabete La vita a elevate altitudini aumenta il rischio di diabete tipo 1, sclerosi multipla e malattia di Crohn. Vivendo al di sotto dei 35 gradi di latitudine, per i primi 10 anni di vita, si riduce il rischio di sclerosi multipla di circa il 50%................

-

Osteoporosi e Vitamina D3

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina................

-

Vitamina E - ( Tocoferolo )

La Vitamina E o Tocoferolo è un potente antiossidante liposolubile che aiuta le cellule del nostro organismo a proteggersi dai radicali liberi, responsabili principali dell’invecchiamento cellulare. La vitamina E (tocoferolo) all’interno del nostro corpo agisce contro le patologie cardiovascolari, ............

La vitamina C

Iniziamo col dire che la vitamina C esistente in natura in frutta e verdure è molecolarmente identica all'acido L-ascorbico prodotto in laboratorio, non esiste nessuna differenza. Aggiungiamo che per un difetto genetico il nostro corpo non produce la vitamina C pertanto siamo costretti a somministrarcela per via orale,

 

Tumori: iniezioni di vitamina C ad alte dosi per uccidere cellule cancro

L'iniezione di un concentrato di vitamina C ad alte dosi può aiutare a eliminare le cellule tumorali. A stabilirlo, per ora sui topi, è una ricerca dell'Università del Kansas pubblicata su 'Science Translational Medicine'. Secondo gli scienziati, la somministrazione per via endovenosa di vitamina C potrebbe...........

 

 

Vitamina C? - sopravvalutata

Molti giornali nei giorni scorsi hanno eletto la vitamina C a farmaco antitumorale, usando espressioni come “la vitamina C tiene a bada il cancro” quando addirittura non è stata usata la parola “cura”. Tutto parte da una pubblicazione su Science Translational Medicine, ma tra quello che lo studio dice e quello che gli autori hanno gettato in pasto ai media c’è un bel po’ di differenza.

 

La vitamina C in gravidanza protegge il cervello del bebè

Via libera al ribes, ai peperoni, ai kiwi, ai broccoli, ai cavoli, alle arance e ai mandarini: in gravidanza, oltre ad aiutare il senso di sazietà favorendo una dieta sana e variegata, aiutano anche ad apportare la giusta quantità di vitamina C nell'organismo, indispensabile per un sano sviluppo cerebrale del nascituro.

 

La Melatonina

La melatonina, chimicamente N-acetil-5-metossitriptamina, è una sostanza prodotta da una ghiandola posta alla base del cervello, la ghiandola pineale (o epifisi). Agisce sull'ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. Oltre che negli esseri umani essa è prodotta anche da animali, piante e microorganismi.

 



 


 

Motore di ricerca interno Carcinomaepatico.it

Condividi Sui SOCIAL -

Facebook Twitter Delicious Digg Stumbleupon Favorites More

 



CARC. EPATICO  
PROTOCOLLO 123     
PROTOCOLLO SFLTV5     
IRCAV 1     
IRCAV 2     
IRCAV 3     
IRCAV 4     
VIDEO IRCAV     
QUADRO CLINICO     
PILASTRI  
SUCCHI VERDI     
ACQUA KANGEN     
SYNCHROLEVELS     
ALOE ARBORESCENS     
GANODERMA LUCIDUM     
ASCORBATO POTASSIO     
ALIMENTAZIONE  
ALIMENTAZIONE 1     
ALIMENTAZIONE 2     
ALIMENTAZIONE 3     
ALIMENTAZIONE 4     
ALIMENTAZIONE 5     
ALIMENTAZIONE 6     
TABELLE ALIMENTARI     
RICETTE SALUTARIANE     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
STRUMENTI IRCAV  
CERTIFICO IO     
LA LIBRERIA     
PERCORSO     
LA SCELTA     
SORAFENIB     
IL CANCRO     
TUTTI I VIDEO  
VIDEO SUCCHI VERDI     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
VIDEO ACQUA KANGEN     
VIDEO IRCAV     
CANALE YOUTUBE     
INFODAY  



| Nota | Dove contattarmi | Disclaimer |

Utenti Connessi: 467

Privacy Policy