La combinazione tra alimenti (parte 1)





 

Perchè preoccuparsi della combinazione tra alimenti?

Perchè non mischiarli confusamente e mangiarli in maniera approssimata?
Perchè perdere tempo su tali argomenti?
Forse gli animali seguono delle regole nell'alimentarsi?

In effetti gli animali non seguono delle regole facoltative ma imposte dalla natura, è difficile incontrare un animale che si somministri ad ogni pasto un primo, un secondo, un contorno un dolce e un caffè.....

Gli animali generalmente per ogni pasto ingeriscono un solo alimento....
pare che pure noi umani siamo tecnicamente legati a questo meccanismo.

Il modernismo ci sta portando fuori rotta, il nostro sistema digerente non è progettato per digerire tutto insieme, assolutamente NO, la giusta combinazione di cibi, legata alle necessita e limiti enzimatici del nostro sistema digerente fanno tutta la differenza del mondo, il segreto è tutto qui...

Se è vero che tutta la nostra alimentazione è legata al comportamento dei nostri enzimi digerenti dobbiamo prendere atto che gli stessi nel nostro corpo hanno una funzione limitata, forse geneticamente predisposta alle abitudini di milioni di anni durante i quali l'uomo si nuriva di un solocibo per volta.....

Ogni sostanza che ingeriamo nel nostro apparato digerente deve prima essere scomposta, poi spedita al fegato che la elabora e infine dal fegato immessa nel sistema sanguigno per essere trasportata a tutte le cellule, tessuti....

La digestione, come vedremo è un processo discretamente complicato, una specie di catena di montaggio, ogni enzima è specializzato in una particolare funzione, l'enzima che viene dopo in catena di smontaggio può lavorare e fare bene il suo mestiere solo se l'enzina che viene prima a portato a termine la sua funzione....

Tutto è concatenato amici, l'enzima che lavora sui carboidrati non sarà in grado di funzionare su grassi, proteine e sali.
La specificità degli enzimi è veramente concatenata al punto che, ad esempio, tra gli enzimi (famiglia enzimatica) che agiscono sui disaccaridi, zuccheri complessi, quello che agisce sul maltosio non può avere effetto anche sul lattosio....

Nella digestione del cibo esistono varie fasi che successivamente andremo ad analizzare, ogni fase richiede il suo enzima, sia esso prodotto dalla saliva, dai succhi gastrici, dal pancreas, residente nei nostri intestini o importato dai nostri cibi, ogni enzima ha una specifica funzione, funzione quasi sempre limitata, diciamo allora che i nostri enzimi digestivi sono paragonabili ad operai specializzati, sanno fare bene un determinato lavoro ma solo quello...

Una giusta combinazione di cibi è il modo più confacente per venire incontro al limite dei nostri enzimi digerenti, se sai con chi hai a che fare sai anche come comportarti per metterlo a suo agio e nelle condizioni migliori per esprimere il suo potenziale.

Alimentarsi senza criterio è un modo ignorante e autolesionista, è come avere una ferrari e alimentarla a gasolio, è stupido depotenziare le fantastiche caratteristiche del nostro fantastico corpo umano, imparare le combinazioni alimentari vuol dire imparare a volersi bene nel ricercare il meglio dalla nostra macchina - il corpo umano...

I cibi che ingeriamo e non vengono digeriti non hanno nessun valore, nessuna proprietà, è insensato e dannoso ingerire cibi che poi non verranno digeriti....

La mancata digestione dei cibi comporta la formazione di spiacevoli tossine e veleni tramite decomposizione, quindi amici, una buona digestione, non solo ci garantisce una migliore assimilazione dei principi attivi del cibo che ingeriamo, non avremo solo una nutrizione migliore, evitado una cattiva digestione, quindi una decomposizione del nostro cibo nei nostri intestini, eviteremo un sacco di guai con la nostra salute..... Il cibo indigerito che staziona nei nostri intestini per varie ore produce tossine, veleno...

E' ampiamente dimostrato che un sacco di allergie alimentari scompaiono con l'avvento di una giusta combinazione di cibi, spesso il problema non è allergia al cibo ma indigestione del cibo....

Per allergia si intende un avvelemanebto proteico, ma l'indigestione produce gli stessi risultati, tramite la decomposizione del materiale non digerito l'indigestione produce avvelenamento proteico..

Una digestione normale e ben organizzata produce solo sostanze nutrienti, una cattiva digestione produce tossine e veleni.....................

Imparare ad associare gli alimenti che ingeriamo diventa quindi fondamentale per sfruttare al massimo l'energia del cibo che ingeriamo ma soprattutto per salvaguardare il nostro corpo dall'avvento dei veleni interni, .....

Ogni giorno lottiamo contro centinia di veleni estermi che entrano nel nostro corpo metendone a rischio gli stupefacenti equilibri, perchè produrne anche all'interno del nostro corpo?
ha un senso fregarsene di questi aspetti?
io li ho trascurati per un sacco ditempo e mi ritengo un emerito stupido.....

 

arturo villa

 

 

 

Herbert M. Shelton
La Facile Combinazione degli Alimenti

Editore: Igiene Naturale Srl
Data pubblicazione: Gennaio 1985
Formato: Libro - Pag 157 - 14x21

Attinente al tema potrebbe interessarti

La Combinazione tra gli Alimenti (parte2) - clicca qui

Mangiar Male - (clicca qui )

 

 

 

 

Presentazione Completa e UNICA di ACQUA KANGEN

Cambia la tua acqua ---- CAMBIA LA TUA VITA ;-)

per info contattami:       arturovillamarco@gmail.com

 

Se vuoi capire come funziona guardati questi video - Nessuno ha mai spiegato meglio ;-)

 

PREVENTIVI ACQUA KANGEN
(Clicca qui)

 

per info contattami: arturovillamarco@gmail.com

 

 

 

 

-

N-Acetil Cisteina - precursore Glutatione

Il glutatione è un tripeptide naturale, vale a dire una sostanza costituita da tre amminoacidi, nell'ordine acido glutammico, cisteina e glicina.

-

L - Glutatione - Studi del ricercatore G. Puccio

Esso e' un composto organico la cui carenza nei globuli rossi congenita od acquista nel corso dell'esistenza, per via di vaccinazioni, assunzione di farmaci, droghe, alimentazione inadatta, ecc., determina il precoce invecchiamento (cellulare, sistemico ed organico) per via di un anomalo metabolismo OSSIDATIVO,..............

-

Le Virtù del Glutatione

Il Glutatione viene costruito all’interno delle cellule partendo dai tre aminoacidi che lo compongono che sono la glicina, l’acido glutammico e la cisteina. Il fattore limitante la sintesi del glutatione è la disponibilità di cisteina che è piuttosto rara negli alimenti...............

-

IL SAMe ed il Fegato - S-adenosil metionina

La S-adenosil metionina (SAM) è un coenzima coinvolto nel trasferimento di gruppi metile (un processo definito metilazione).
La molecola è anche conosciuta con il nome ademetionina o SAMe ...

-

Produzione Endogena di vitamina D

Al contrario di tutte le altre che assimiliamo dal cibo, questa vitamina viene prodotta in gran parte dal nostro organismo. Il metabolismo della vitamina D è un processo estremamente complesso: tutto ha origine in quella che potremmo definire l'industria chimica del nostro organismo, il fegato, organo che svolge un ruolo fondamentale in molti processi,.....

-

Fisiopat. vit. D - Differenziazione cellulare - Apoptosi

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina....................

-

Fisiopatologia della vitamina D - Altre malattie

Malattie autoimmuni, osteoartriti e diabete La vita a elevate altitudini aumenta il rischio di diabete tipo 1, sclerosi multipla e malattia di Crohn. Vivendo al di sotto dei 35 gradi di latitudine, per i primi 10 anni di vita, si riduce il rischio di sclerosi multipla di circa il 50%................

-

Osteoporosi e Vitamina D3

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina................

-

Vitamina E - ( Tocoferolo )

La Vitamina E o Tocoferolo è un potente antiossidante liposolubile che aiuta le cellule del nostro organismo a proteggersi dai radicali liberi, responsabili principali dell’invecchiamento cellulare. La vitamina E (tocoferolo) all’interno del nostro corpo agisce contro le patologie cardiovascolari, ............

La vitamina C

Iniziamo col dire che la vitamina C esistente in natura in frutta e verdure è molecolarmente identica all'acido L-ascorbico prodotto in laboratorio, non esiste nessuna differenza. Aggiungiamo che per un difetto genetico il nostro corpo non produce la vitamina C pertanto siamo costretti a somministrarcela per via orale,

 

Tumori: iniezioni di vitamina C ad alte dosi per uccidere cellule cancro

L'iniezione di un concentrato di vitamina C ad alte dosi può aiutare a eliminare le cellule tumorali. A stabilirlo, per ora sui topi, è una ricerca dell'Università del Kansas pubblicata su 'Science Translational Medicine'. Secondo gli scienziati, la somministrazione per via endovenosa di vitamina C potrebbe...........

 

 

Vitamina C? - sopravvalutata

Molti giornali nei giorni scorsi hanno eletto la vitamina C a farmaco antitumorale, usando espressioni come “la vitamina C tiene a bada il cancro” quando addirittura non è stata usata la parola “cura”. Tutto parte da una pubblicazione su Science Translational Medicine, ma tra quello che lo studio dice e quello che gli autori hanno gettato in pasto ai media c’è un bel po’ di differenza.

 

La vitamina C in gravidanza protegge il cervello del bebè

Via libera al ribes, ai peperoni, ai kiwi, ai broccoli, ai cavoli, alle arance e ai mandarini: in gravidanza, oltre ad aiutare il senso di sazietà favorendo una dieta sana e variegata, aiutano anche ad apportare la giusta quantità di vitamina C nell'organismo, indispensabile per un sano sviluppo cerebrale del nascituro.

 

La Melatonina

La melatonina, chimicamente N-acetil-5-metossitriptamina, è una sostanza prodotta da una ghiandola posta alla base del cervello, la ghiandola pineale (o epifisi). Agisce sull'ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. Oltre che negli esseri umani essa è prodotta anche da animali, piante e microorganismi.

 



 


 

Motore di ricerca interno Carcinomaepatico.it

Condividi Sui SOCIAL -

Facebook Twitter Delicious Digg Stumbleupon Favorites More
 




CARC. EPATICO  
PROTOCOLLO 123     
PROTOCOLLO SFLTV5     
IRCAV 1     
IRCAV 2     
IRCAV 3     
IRCAV 4     
VIDEO IRCAV     
QUADRO CLINICO     
PILASTRI  
SUCCHI VERDI     
ACQUA KANGEN     
SYNCHROLEVELS     
ALOE ARBORESCENS     
GANODERMA LUCIDUM     
ASCORBATO POTASSIO     
ALIMENTAZIONE  
ALIMENTAZIONE 1     
ALIMENTAZIONE 2     
ALIMENTAZIONE 3     
ALIMENTAZIONE 4     
ALIMENTAZIONE 5     
ALIMENTAZIONE 6     
TABELLE ALIMENTARI     
RICETTE SALUTARIANE     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
STRUMENTI IRCAV  
CERTIFICO IO     
LA LIBRERIA     
PERCORSO     
LA SCELTA     
SORAFENIB     
IL CANCRO     
TUTTI I VIDEO  
VIDEO SUCCHI VERDI     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
VIDEO ACQUA KANGEN     
VIDEO IRCAV     
CANALE YOUTUBE     
INFODAY  



| Nota | Dove contattarmi | Disclaimer |

Utenti Connessi: 421

Privacy Policy