Il Clistere al caffè



 

Disintossicazione

Non appena il corpo è inondato di nutrimenti VIVI, questi sono rapidamente assorbiti e provocano il trasferimento delle tossine accumulate dalle cellule verso il sangue, che a sua volta le trasporta al fegato, il principale organo di disintossicazione.

Tuttavia il paziente che comincia la terapia gerson dopo una vita di cosidetta dieta moderna normale, ha già accumulato considerevoli quantità di additivi alimentari, residui di pesticidi e altre sostanze agrochimiche (oltre le tossine provenienti da diverse fonti) che bloccano il suo fegato.

Come risultato, quest'ultimo è incapace di trattare le tossine che i nutrienti VIVI trasportano dai tessuti.

Se non viene subito sciolto, questo intasamento di tossine può condurre ad auto-intossicazione potenzialmente mortale e al coma epatico: Da qui la necessità dei frequenti e rapidamente disintossicanti clisteri di caffè, che sono una chiave di volta della cura Gerson.

 

 

 

Esistono molte terapie del cancro che usano vari metodi per uccidere i tessuti tumorali, senza rimuovere dal fegato la materia tossica morta.

Per consentire al fegato di eliminare il suo carico tossico lentamewnte e gradualmente, la cura va interrotta, diminuendone l'impatto.

Invece il metodo gerson, grazie alla disintossicazione costante e regolare, è in grado di agire con continuità: questo spiega la sua efficacia e il fatto che i clisteri di caffè sono una parte indispensabile del suo protocollo.


Senza di essi, il carico aggiuntivo di tossine appena rilasciate potrebbe anche provocare ulteriori danni al fegato.

Chiunque desideri iniziare la terapia gerson deve accettare la pratica dei clisteri di caffè.

Estratto dal libro "Guarire con il metodo Gerson" (pag 104)



Procedura per il clistere

1) Prima di riempire la borsa per clistere, assicurati che il rubinetto o il morsetto ben chiuso.

2) Appendi la borsa ad un’altezza in modo che la cannula con il beccuccio possa essere accessibile in modo agevole quando sarai disteso sul pavimento o sul lettino per il clistere.

3) Molte persone trovano comodo stendere un asciugamano sul pavimento del bagno.

4) Organizzati in modo da essere comodo e liberati da impegni per il tempo necessario.

5) Lubrifica il beccuccio rettale con un prodotto naturale come l’aloe vera o l’olio d’oliva spremuto a freddo, ad esempio.

6) Inserisci il beccuccio nel retto delicatamente e lentamente. Dovrebbe scivolare senza alcun disagio. Non forzare mai. Se l’introduzione è dolorosa sospendi la procedura.

7) Inginocchiati con la testa appoggiata su un asciugamano sul pavimento o su qualsiasi altra superficie piatta.

8) Apri il rubinetto o morsetto. Fai fluire l’acqua fino a quando non diventa disagevole.

9) Permetti al colon di adattarsi prima di aggiungere più acqua. Più lentamente aggiungi l’acqua, più facilmente riuscirai a tenerla, per aggiungerne il più possibile e pulire la parte più alta del colon.

10) Continua fino a quando la borsa è vuota. A questo punto distenditi sul fianco destro e massaggia il colon con movimenti circolari e poi evacua. Ma se questa necessità avvenisse in qualsiasi momento, non esitare.

 

L'ultima parte del colon, prima di raggiungere il retto, è a forma di "S" e chiamato il sigma.

Dal momento che il cibo raggiunge questa parte del colon, la maggior parte dei nutrienti sono stati assorbiti nel flusso sanguigno.

Poiché le feci contengono prodotti della putrefazione a questo punto, esiste un sistema circolatorio speciale tra il sigma e il fegato.

Vi è una comunicazione diretta di vene chiamato circolazione enteroepatica.

Avete mai sentito male poco prima di avere un movimento intestinale, quando il materiale sgabello si è appena trasferita nel retto per l'eliminazione?

Non appena il materiale viene evacuato, non senti più male.

Questo è dovuto alla qualità tossica del materiale e la circolazione enteroepatica entrano in gioco.

A causa di questo, è importante evacuare quando si ha la voglia-stimolo.

Il retto di solito dovrebbe essere vuoto.

Questo sistema circolatorio permette di inviare le tossina direttamente al fegato per la disintossicazione, piuttosto che circola attraverso il resto del corpo e tutti i suoi organi vitali compreso il cervello.

Questo sistema di vene trasporta tossine rettali / sigmoide direttamente al fegato per la disintossicazione.

Quando viene usato un clistere di caffè, la caffeina dal caffè è preferenzialmente assorbita in questo sistema e va direttamente al fegato dove diventa un disintossicante molto forte.

Esso provoca il fegato a produrre più bile (che contiene tossine trasformate) e muove la bile fuori verso l'intestino tenue per l'eliminazione.

Questo per liberare il fegato, per elaborare materiali tossici in entrata che si sono accumulati negli organi, tessuti e sangue.

Il caffè non va nella circolazione sistemica, a meno che la procedura di clistere sia fatta in modo improprio.

Il caffè contiene anche alcuni alcaloidi che stimolano la produzione di glutatione-S-transferasi, un enzima usato dal fegato per rendere i percorsi di disintossicazione gestiti.

È fondamentale nella formazione di glutatione, uno dei principali prodotti chimici di coniugazione, consentendo tossine per essere eliminati attraverso la bile nell'intestino tenue.

Quindi, in altre parole, un clistere di caffè accelera il processo di disintossicazione e minimizza l'accumulo di sostanze ancora essere disintossicati. Avrete bisogno dei seguenti materiali:

Estratti dal Dott. Sherry Rogers 1994 "Wellness Against All Odds"

 

 

Procedura

Mettere un po 'più di 1 litro di acqua pulita in una pentola e portare ad ebollizione.

Aggiungere 2 cucchiai piatti di caffè (o la quantità di caffè che è stato prescritto per lei).

Lasciarlo continuare a bollire per cinque minuti, quindi accendere la stufa, lasciando la pentola sul fornello caldo. Lasciare raffreddare fino ad una temperatura molto confortevole, la temperatura tiepida. Prova con il dito.

Dovrebbe essere la stessa temperatura come un biberon. E 'più sicuro di averlo troppo freddo che troppo caldo, non utilizzarlo mai calda o vaporoso, la temperatura del corpo è buona.

Quindi, portare il vostro piatto o pentola e gettare un vecchio asciugamano sul pavimento (o il vostro letto se si è attenti - per la sicurezza, un pezzo di plastica può essere posto sotto l'asciugamano).

Se non si utilizza un vecchio asciugamano, presto avrete molti vecchi asciugamani da macchie di caffè in modo permanente.

Utilizzare un altro mucchio di asciugamani, se si vuole, come un cuscino e portare con sé un po 'di letteratura opportunamente rilassante.

Versare il caffè dalla padella, secchio, clistere senza ottenere i fondi di caffè nella tazza.

Si può preferire di usare un contenitore intermedio con un beccuccio quando si va dalla padella al secchio clistere. Non utilizzare un filtro di carta per la tensione.

Metti il tuo clistere nel lavandino con il catetere ganascia chiusa. Versare il caffè nel sacchetto clistere. Allentare il morsetto per consentire al caffè di funzionamento fuori per l'estremità della punta del catetere e ri-bloccare il sacchetto quando tutta l'aria è stata rimossa dal tubo clistere.

Utilizzare una gruccia per appendere la borsa clistere almeno due metri dal pavimento; sulla maniglia di una porta o porta asciugamani. La benna può riposare su una sedia, scaffale o essere posseduta. Non appendere in alto, come in una doccia , perché sarà troppo forte.

Si dovrebbe scorrere molto delicatamente nel retto e solo distale del sigma.

Permettendogli di andare bene su nel colon può introdurre la caffeina nella circolazione generale, come se aveste preso per bocca. Sdraiatevi sul pavimento sulla schiena o sul fianco destro e inserire delicatamente il catetere. Se avete bisogno di lubrificazione, cibo olio vegetale di grado come l'olio d'oliva, una capsula di vitamina E, o KY Jelly dovrebbe andare bene, se non si è chimicamente sensibile.

E 'generalmente una buona idea per evitare di prodotti petroliferi.

Inserire delicatamente il tubo nel retto a pochi centimetri e quindi rilasciare il morsetto e lasciare che il primo mezzo del quarto (2 tazze al massimo) del flusso di caffè entri dentro

Bloccare il tubo fuori non appena vi è la minima quantità di disagio o pienezza.

Non cambiare posizione o utilizzare una scheda di pendenza per causare il clistere di entrare ulteriormente nel colon, questo corrompe lo scopo di questo tipo di clistere.

Cercate di trattenere il clistere per un minimo di 12 o più minuti.

A volte ci sarà un urgenza immediata di sbarazzarsi di esso, nel caso non resistete è bene evuaquare.

L'eventuale evaquazione aiuta a pulire le feci fuori del colon in modo che la prossima volta si può detenere il clistere più lungo.

Non sforzatevi di conservarlo se si sente un certo disagio o bisogno di evaquare.

Dopo aver bloccato il tubo, rimuovere la punta del catetere e rendere nulla quando si deve.

E 'meglio tenerlo premuto per almeno 12 minuti ogni volta. Dopo aver svuotato l'intestino, procedere con il restante 1/2 Quarto e parimenti ritenere per almeno 12 minuti, se in grado.

L'obiettivo è di avere due clisteri, non superiore a 1/2 litro (2 tazze) ciascuna, che si è in grado di tenere per 12 o15 minuti ciascuno.

Di solito in 2 o 3 volte si usa tutto lo clistere, ma questo non è il tuo obiettivo.

il tuo obiettivo è quello di essere in grado di tenere il caffè nel colon per 12 a 15 minuti è.

Una volta terminata la sessione, sciacquare il sacchetto e appenderlo ad asciugare.

Eseguire periodicamente acqua bollente, perossido, o altro agente antimicrobico comparabile attraverso il sacco vuoto per scoraggiare la crescita di muffa quando non in uso.

Se si sentono cablata o iper, o di avere palpitazioni o battito cardiaco irregolare, dopo un clistere di caffè, si dovrebbe ridurre la quantità di caffè, di solito da metà per alcuni giorni o settimane.

O considerare che si ha realmente bisogno di caffè biologico. Assicurarsi che l'origine della vostra acqua è buona pulita primavera privo di sostanze chimiche, oppure acqua filtrata.

A volte si sente un schizzare fuori e lo svuotamento della colecisti. Questo avviene sotto la gabbia toracica destra, oppure, a volte, più strettamente alla linea di metà.

Se dopo una settimana di clisteri quotidiani non avete mai sentito o sentito il rilascio della cistifellea, si dovrebbe considerare di fare il caffè più forte, salendo in mezzo incrementi cucchiaio per litro, non superiore a 2 cucchiai per tazza.

In alternativa, potrebbe essere necessario un volume leggermente più grande, come ad esempio 3 tazze alla volta. A volte, 3 clisteri (2 tazze o di meno a testa), piuttosto che due in una sessione sono più favorevoli per alcuni.

Interrompere sempre i clisteri se c'è qualche reazione avversa di sorta, e discuterne con il medico al vostro prossimo appuntamento.

Se si trova il clistere utile, non utilizzare più di una volta al giorno per un periodo prolungato senza controllo medico. Utilizzare, se necessario, forse parecchi giorni di fila, ma più comunemente un paio di volte a settimana.

 

 

 

 

Da parte di professionisti nel campo della medicina alternativa e olistica ormai da molti anni viene usato un clistere che utilizza non l’acqua ma il caffè con lo scopo di disintossicare il fegato.

Un clistere di caffè, quando fatto correttamente, fa produrre al fegato più bile, apre i dotti biliari, e fa in modo che la bile fluisca. In questo processo, un fegato intossicato può scaricare molte delle sue tossine nella bile e sbarazzarsene in alcuni minuti.

Questo spesso dà grande sollievo a tutto il corpo, e spesso fa la differenza tra giacere con la sensazione di sentirsi miserabili e sentirsi bene e essere attivi. I clisteri di caffè sono anche efficaci nell’alleviare il dolore. I pazienti di cancro, per un esempio, possono ottenere sollievo dal dolore anche quando i farmaci non hanno dato esito.

Gli effetti di un clistere con caffè sono differenti da quelli di uno con semplice acqua e sale e questa differenza è costituita dalla caffeina presente nel caffè.

La caffeina, la teobromina e la teofillina stimolano il rilassamento dei muscoli lisci causando la dilatazione dei vasi sanguigni e dei dotti biliari.

Gli effetti di un clistere con caffè non sono gli stessi del bere caffè. Le vene nella zona anale sono molto vicine alla superficie dei tessuti. La caffeina viene assorbita facilmente e in quantità maggiore di quando il caffè viene bevuto.

Il caffè non passa attraverso il sistema digestivo, e non influisce sul corpo come quando lo si prende come bevanda.

Invece, il clistere di caffè stimola sia il fegato che la cistifellea a rilasciare le tossine, che vengono poi eliminate dal colon.

All’inizio del trattamento, se la bile contiene molte tossine, può produrre spasmi nel duodeno e nell’intestino tenue e causare un po’ di deflusso nello stomaco. Questo può causare sensazioni di nausea, che potrebbero portare al vomito della bile. Se accade questo, bere una buona quantità di tè di menta piperita forte aiuterà ad annullare la bile nello stomaco e a portare sollievo.

È interessante osservare che bere una tazza di caffè ha un effetto completamente diverso dal fare un clistere. Bere caffè causa i seguenti problemi:

- Aumenta la reazione riflessa
- diminuisce la pressione del sangue
- aumenta la frequenza del battito cardiaco
- causa palpitazioni e insonnia
- stimola le ghiandole surrenali
- irrita lo stomaco
- lascia un residuo tossico nel corpo

Un clistere di caffè, quando fatto correttamente, non produrrà questi effetti.

Nota: Due clisteri di caffè in una settimana durante un periodo di disintossicazione generale vanno bene per la maggior parte delle persone, ma non per tutti.

Se i clisteri di caffè facessero sentire peggio una persona anche utilizzando caffè biologico, dovrebbe smettere di praticarli. I clisteri di caffè dovrebbero essere utilizzati con cautela. Quando se ne fanno troppi sono stressanti per il fegato e possono causare tensione. Dopo il periodo di disintossicazione, i clisteri di caffè dovrebbero essere impiegati solo come un’emergenza, non come un booster di energia.

Benefici per il fegato

Il caffè ha una composizione chimica che è stimolante. Contiene delle molecole, palmitati, che aiutano il fegato a trasferire le tossine nella bile. Il caffè viene assorbito dalla vena emorroidale e trasferito al fegato. Con i dotti dilatati la bile riversa nel tratto gastro-intestinale le tossine.

Contemporaneamente l’azione peristaltica viene attivata dal clistere, causando l’eliminazione delle tossine tramite evacuazione dal colon. Un clistere di caffè è abbastanza utile durante una malattia grave, dopo un ricovero ospedaliero, e dopo l’esposizione a sostanze chimiche tossiche. Questo clistere può anche essere utilizzato durante digiuni per alleviare eventuali emicranie causate talvolta da una aumentata eliminazione di tossine.

Procedura:

Prima di fare il clistere di caffè, e opportuno ripulire il colon con due o tre clisteri tradizionali, dopo di questo passa al clistere di caffè.

A differenza dei clisteri di sola acqua, Il liquido dovrebbe essere ritenuto nel colon da 12 a 15 minuti. E’ utile avere un orologio in vista. Il Dr. Gerson ha scoperto che tutta la caffeina viene assorbita entro 12 minuti circa. La caffeina passa attraverso le vene emorroidali direttamente nelle vena portale e quindi nel fegato. Dopo 15 minuti, evacua.

Se sperimenti tensione o spasmi nell’intestino utilizzando un clistere, prova a utilizzare acqua più calda (da 37° a 38° è una buona temperatura) per aiutare a rilassare l’intestino. Se l’intestino è debole o flaccido, prova invece a utilizzare acqua più fredda (da 24° a 27°) per aiutare a rafforzarlo.

Il caffè coltivato biologicamente è assolutamente essenziale.

Le sostanze chimiche, i diserbanti e gli antiparassitari presenti nei caffè coltivati commercialmente potrebbero causare danni al fegato quando utilizzati in un clistere.

Usa solo caffè biologico.

In una pentola o in un bollitore aggiungi 3 cucchiai da tavola colmi di caffè macinato ) a 1 litro d’acqua (preferibilmente distillata, se vogliamo essere fiscali).

Fai bollire per 3 minuti, poi continua a fuoco lento per 20 minuti. Copri con un coperchio. Quindi lascia raffreddare fino ad una temperatura più o meno vicina a quella corporea.

Metti il caffè così ottenuto (circa un litro) in una borsa per clisteri del tipo da appendere. Per lubrificare il beccuccio da introdurre nell’ano non usare creme commerciali derivate dal petrolio. Puoi utilizzare vitamina E in forma oleosa oppure l’olio di germe di grano (puoi forare la punta di una capsula gelatinosa e spremerne il liquido. Anche il gel di aloe va bene.

 

La posizione migliore per il clistere è in ginocchio con la testa appoggiata sul pavimento.

Dopo che il liquido è stato inserito, ci si appoggia sul fianco destro per 15 minuti prima di evacuarlo.

Non preoccuparti se il liquido non viene evacuato dopo 15 minuti. Semplicemente continua a fare le normali attività fino a quando senti lo stimolo a evacuare.

 

Raccomandazioni:

Massimizza i vantaggi di questo clistere di caffè, pulendo bene prima il colon con dei clisteri tradizionali di acqua salata. Non abusare dei clisteri di caffè utilizzandoli troppo spesso. Una persona ammalata di cancro può avere bisogno di fino a 3 clisteri al giorno. Un eccessivo uso di clisteri di caffè per più di 6 mesi può esaurire le riserve di di ferro, così come di altri minerali e vitamine, causando anemia e quindi vanno integrati con succhi vegetali spremuti.

Non utilizzare clisteri di caffè oltre un periodo che va da 4 a 6 settimane.

E’ importante fare una pausa e prendere supplementi di minerali e vitamine per reintegrare quelli persi. Puoi avere ulteriori informazioni leggendo questo articolo: Guarire con il Metodo Gerson

 

Nota Importante: I programmi di disintossicazione come la pulizia del colon e i clisteri di caffè non sono indirizzati a curare qualsiasi malattia, ma sono solo intesi ad aiutare il corpo a svolgere le sue naturali attività di disintossicazione e eliminazione. Rivolgiti al tuo medico prima e durante lo svolgimento delle pratiche descritte in questa pagina, come in qualsiasi altra di Medicinenon.

fonte : http://www.medicinenon.it/il-clistere-di-caffe

 

la medicina convenzionale considera il clistere di caffè pericoloso, pertanto prima di prenderlo in considerazione parlane sempre con il tuo medico di fiducia.
Non fare mai di testa tua come faccio io.

 

 

Da ottobre io inizierò a purificare il mio fegato tramite clisteri di caffè, il mio protocollo sta disintossicando il mio corpo molto velocemente pertanto non voglio rischiare sovraccarico al mio povero fegato cirrotico...

le transaminasi alte potrebbero dipendere proprio da questa notevole disintossicazione che il mio protocollo sta attuando su tutto il mio corpo a carico del mio povero fegato..

oltretutto la compressione-distensione della cistifelia in concomitanza colla dilatazione delle vie biliari (che mi provocherà il caffè) potrebbero permettermi di liberarmi definitivamente dei residui di fango in essa presenti e sempre segnalati nelle mie tac, rischio una colica biliare ma il rischio è il mio mestiere..

 

 

per finire vi linko il video di due coniugi viziosi oramai dipendenti dai clisteri al caffè.

 

Strane dipendenze o..piaceri pericolosi

 

Guarda il video

 

Fonte: "Guarire con il metodo gerson"

Fonte : http://www.sawilsons.com/

Il clistere di caffè oltre che dalla famiglia Gerson
è consigliato anche dal
dott. hiromi shinya "il fattore enzima".

 

 

Attinente all'argomento potrebbe interessarti - Il mio clistere al caffè Video - (clicca qui)

Attinente all'argomento potrebbe interessarti - Depurate il sangue naturalmente - (clicca qui)

 

 

 

 

 

Presentazione Completa e UNICA di ACQUA KANGEN

Cambia la tua acqua ---- CAMBIA LA TUA VITA ;-)

per info contattami:       arturovillamarco@gmail.com

 

Se vuoi capire come funziona guardati questi video - Nessuno ha mai spiegato meglio ;-)

 

PREVENTIVI ACQUA KANGEN
(Clicca qui)

 

per info contattami: arturovillamarco@gmail.com

 

 

 

 

Ti va di aiutarmi a pagarmi le mie cure?
Lo stato ITALIANO non me le passa.

O faccio sorafenib che non mi da speranza di vita.

Oppure mi devo arrangiare.
Io ho deciso di arrangiarmi, i risultati li leggi in questo sito.

ho capito il mio cancro, questa partita la vinco io.
però mi devo pagare da solo i costi del mio protocollo
1.200 euro al mese....

Sto guarendo ma HO FINITO I SOLDI....

Se mi fai una piccola donazione, partecipi alla mia VITTORIA

se non la fai, va bene ugualmente,
leggiti le informazioni che trovi su questo sito

e fai in modo di non doverti mai trovare nella mia situazione...

Se come me decidi di salvarti la vita da solo...

Lo STATO ti volta le spalle, la SANITA' ti volta le spalle.

 

-

N-Acetil Cisteina - precursore Glutatione

Il glutatione è un tripeptide naturale, vale a dire una sostanza costituita da tre amminoacidi, nell'ordine acido glutammico, cisteina e glicina.

-

L - Glutatione - Studi del ricercatore G. Puccio

Esso e' un composto organico la cui carenza nei globuli rossi congenita od acquista nel corso dell'esistenza, per via di vaccinazioni, assunzione di farmaci, droghe, alimentazione inadatta, ecc., determina il precoce invecchiamento (cellulare, sistemico ed organico) per via di un anomalo metabolismo OSSIDATIVO,..............

-

Le Virtù del Glutatione

Il Glutatione viene costruito all’interno delle cellule partendo dai tre aminoacidi che lo compongono che sono la glicina, l’acido glutammico e la cisteina. Il fattore limitante la sintesi del glutatione è la disponibilità di cisteina che è piuttosto rara negli alimenti...............

-

IL SAMe ed il Fegato - S-adenosil metionina

La S-adenosil metionina (SAM) è un coenzima coinvolto nel trasferimento di gruppi metile (un processo definito metilazione).
La molecola è anche conosciuta con il nome ademetionina o SAMe ...

-

Produzione Endogena di vitamina D

Al contrario di tutte le altre che assimiliamo dal cibo, questa vitamina viene prodotta in gran parte dal nostro organismo. Il metabolismo della vitamina D è un processo estremamente complesso: tutto ha origine in quella che potremmo definire l'industria chimica del nostro organismo, il fegato, organo che svolge un ruolo fondamentale in molti processi,.....

-

Fisiopat. vit. D - Differenziazione cellulare - Apoptosi

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina....................

-

Fisiopatologia della vitamina D - Altre malattie

Malattie autoimmuni, osteoartriti e diabete La vita a elevate altitudini aumenta il rischio di diabete tipo 1, sclerosi multipla e malattia di Crohn. Vivendo al di sotto dei 35 gradi di latitudine, per i primi 10 anni di vita, si riduce il rischio di sclerosi multipla di circa il 50%................

-

Osteoporosi e Vitamina D3

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina................

-

Vitamina E - ( Tocoferolo )

La Vitamina E o Tocoferolo è un potente antiossidante liposolubile che aiuta le cellule del nostro organismo a proteggersi dai radicali liberi, responsabili principali dell’invecchiamento cellulare. La vitamina E (tocoferolo) all’interno del nostro corpo agisce contro le patologie cardiovascolari, ............

La vitamina C

Iniziamo col dire che la vitamina C esistente in natura in frutta e verdure è molecolarmente identica all'acido L-ascorbico prodotto in laboratorio, non esiste nessuna differenza. Aggiungiamo che per un difetto genetico il nostro corpo non produce la vitamina C pertanto siamo costretti a somministrarcela per via orale,

 

Tumori: iniezioni di vitamina C ad alte dosi per uccidere cellule cancro

L'iniezione di un concentrato di vitamina C ad alte dosi può aiutare a eliminare le cellule tumorali. A stabilirlo, per ora sui topi, è una ricerca dell'Università del Kansas pubblicata su 'Science Translational Medicine'. Secondo gli scienziati, la somministrazione per via endovenosa di vitamina C potrebbe...........

 

 

Vitamina C? - sopravvalutata

Molti giornali nei giorni scorsi hanno eletto la vitamina C a farmaco antitumorale, usando espressioni come “la vitamina C tiene a bada il cancro” quando addirittura non è stata usata la parola “cura”. Tutto parte da una pubblicazione su Science Translational Medicine, ma tra quello che lo studio dice e quello che gli autori hanno gettato in pasto ai media c’è un bel po’ di differenza.

 

La vitamina C in gravidanza protegge il cervello del bebè

Via libera al ribes, ai peperoni, ai kiwi, ai broccoli, ai cavoli, alle arance e ai mandarini: in gravidanza, oltre ad aiutare il senso di sazietà favorendo una dieta sana e variegata, aiutano anche ad apportare la giusta quantità di vitamina C nell'organismo, indispensabile per un sano sviluppo cerebrale del nascituro.

 

La Melatonina

La melatonina, chimicamente N-acetil-5-metossitriptamina, è una sostanza prodotta da una ghiandola posta alla base del cervello, la ghiandola pineale (o epifisi). Agisce sull'ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. Oltre che negli esseri umani essa è prodotta anche da animali, piante e microorganismi.

 



 


 

Motore di ricerca interno Carcinomaepatico.it

Condividi Sui SOCIAL -

Facebook Twitter Delicious Digg Stumbleupon Favorites More



CARC. EPATICO  
PROTOCOLLO 123     
PROTOCOLLO SFLTV5     
IRCAV 1     
IRCAV 2     
IRCAV 3     
IRCAV 4     
VIDEO IRCAV     
QUADRO CLINICO     
PILASTRI  
SUCCHI VERDI     
ACQUA KANGEN     
SYNCHROLEVELS     
ALOE ARBORESCENS     
GANODERMA LUCIDUM     
ASCORBATO POTASSIO     
ALIMENTAZIONE  
ALIMENTAZIONE 1     
ALIMENTAZIONE 2     
ALIMENTAZIONE 3     
ALIMENTAZIONE 4     
ALIMENTAZIONE 5     
ALIMENTAZIONE 6     
TABELLE ALIMENTARI     
RICETTE SALUTARIANE     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
STRUMENTI IRCAV  
CERTIFICO IO     
LA LIBRERIA     
PERCORSO     
LA SCELTA     
SORAFENIB     
IL CANCRO     
TUTTI I VIDEO  
VIDEO SUCCHI VERDI     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
VIDEO ACQUA KANGEN     
VIDEO IRCAV     
CANALE YOUTUBE     
INFODAY  



 

| Nota | Dove contattarmi | Disclaimer |

Utenti Connessi: 976

Privacy Policy