Il THC della canapa UCCIDE COMPLETAMENTE IL CANCRO ?




ho chiesto al mio oncologo di prescrivermi l'accesso alla cannabis terapeutica perchè centinaia di studi dimostrano la sua efficacia sul cancro e tante altre patologie...

LEGGETE COSA MI HA RISPOSTO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



 

 

 

 

 

 

 

Biologa Molecolare spiega come il THC della canapa UCCIDE COMPLETAMENTE IL CANCRO!!!

 

All’Università Complutense di Madrid, in Spagna, la dottoressa Christina Sanchez sta studiando, da oltre un decennio, gli effetti antitumorali del THC, il principale componente psicoattivo della cannabis.

In un video spiega esattamente come il THC uccida del tutto le cellule tumorali, senza alcun effetto negativo per le cellule sane.

La sua ricerca si somma a quella dello scienziato britannico Wai Liu, oncologo presso l’Università di scuola medica di Londra, St. George.

La ricerca della dottoressa Liu rivela anche come il THC abbia potenti caratteristiche anticancro e come possa significativamente sbarrare i percorsi che permettono al tumore di crescere.

 

 

Liu sottolinea che le aziende farmaceutiche spendono miliardi in farmaci che fanno la stessa cosa che la pianta della Cannabis, fa naturalmente.

Nel seguente video, la Dott. Sanchez, spiega esattamente come il THC elimini le cellule tumorali attivando i recettori dei cannabinoidi del corpo, creando altri endocannabinoidi. Cosa c’è di più? La Cannabis può fare tutto questo senza effetti psicoattivi.

 

 




 

 

“Ci sono un sacco di tumori che dovrebbero rispondere abbastanza bene a questi agenti della Cannabis. Se pensiamo che le compagnie farmaceutiche spendono miliardi di sterline cercando di sviluppare nuovi farmaci, che hanno come target questi percorsi, quando la Cannabis fa esattamente la stessa cosa.

Abbiamo qualcosa, prodotto naturalmente, che incide sugli stessi percorsi affrontati dai farmaci che costano miliardi.” ha detto Liu.

 

 

 

 

 

Il Brevetto N° US 6630507 B1,

per esempio, è sui cannabinoidi come antiossidanti e neuroprotettivi: “I cannabinoidi si trovano ad avere particolare applicazione come neuroprotettivi, per esempio nel limitare il danno neurologico a seguito di insulti ischemici, come ictus o trauma, o per il trattamento di malattie neurologiche, come il morbo di Alzheimer, il morbo di Parkinson e la demenza HIV.”

 

A Big Pharma sicuramente sanno che la Cannabis potrebbe curare il cancro:

1) Effetti antitumorali di cannabidiolo, un Nonpsychoactive cannabinoidi, su glioma umano Linee Cellulari

2) Una terapia combinata preclinici di cannabinoidi e Temozolomide contro il glioma

3) tetraidrocannabinolo, il principale principio attivo della marijuana, contro ouabain indotta In Vivo Excitotoxicity

4) Uno studio clinico pilota di ? 9 -tetraidrocannabinolo in pazienti con recidiva di glioblastoma multiforme

 

 

 

 

Nei testi indù, la Cannabis, era conosciuta come ‘Erba Sacra’ ed è stata usata nella medicina tradizionale cinese per secoli.

La Cannabis può sostituire i farmaci tossici e ridurre drasticamente il dolore. La ricerca della Dott. Sanchez è l’ennesima goccia da aggiungere alla saggezza secolare che circonda l’uso medicinale di questa pianta fenomenale.

 

Il biologo molecolare spiega come il THC uccide completamente il cancro - (leggi sutidio)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo sistema sanitario è disposto a somministrarmi un farmaco che non mi da speranze di vita

SORAFENIB (leggi )

E' disposto a spendere 6.000 euro al mese per somministrarmi questo farmaco....

Ma non è disposto a passarmi la CANNABIS TERAPEUTICA....






EPPURE E' AMPIAMENTE DIMOSTRATO, SPECIE SUL MIO TIPO DI CANCRO

che la cannabis AGISCE 100.000 VOLTE MEGLIO

DEL FARMACO che QUESTO SISTEMA è disposto a somministrarmi..
.

QUESTO SISTEMA NON MI PIACE PER NULLA....

---

 

 



 

Azione anti-tumorale dei cannabinoidi sul carcinoma epatocellulare:

 

 

inibisce la crescita del carcinoma epatico.

In questo studio, abbiamo studiato gli effetti dei cannabinoidi – una nuova famiglia di potenziali agenti antitumorali – sulla crescita di HCC. Abbiamo scoperto che A9 -tetraidrocannabinolo (A 9 -THC, il principale componente attivo della Cannabis sativa) e JWH-015 (un recettore cannabinoide 2 (CB 2 ) cannabinoide agonista del recettore-selettivi) hanno ridotto la redditività delle linee cellulari di HCC umano HepG2.

Recentemente, numerosi studi hanno evidenziato il ruolo dei cannabinoidi come potenziali farmaci anti-tumorali a causa della loro capacità di ridurre tumorale in modelli animali differenti, tra cui glioma, 6 carcinoma mammario 7 , 8 e cancro alla prostata. 9 , 10 Recenti ricerche hanno inoltre riportato che il cannabinoide sintetico WIN-55 212-2 inibisce la crescita del carcinoma epatico.

(continua)

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

È LENITIVA E CURATIVA

«Come palliativo attenua o tiene sotto controllo alcuni sintomi come il dolore, in altri casi, invece, aiuta a stabilizzare le condizioni della malattia stessa, dunque fa parte della cura» spiega il dottor Scaioli.

L'azione della cannabis, dunque, può essere di due tipi, a seconda del disturbo per cui viene utilizzata: lenitiva, cioè utile per alleviare i sintomi, migliorando la vita della persona malata; curative, ovvero in grado sia di diminuire il dolore sia di rallentare la malattia.

(continua) - Fonte: Associazione Lucacoscioni

 

 

 

 

La Stampa (Continua)

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 



 

 




 

 

 

 

 

 

 



 



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

Dottore guarisce la figlia con semi di canapa

 

Beppe Grillo - Canapa E Energia

 

 

 

In questo momento Alysa sta sopravvivendo a un gravissimo tumore al cervello grazie all’estratto concentrato di cannabinoidi, che ha scelto insieme ai suoi genitori al posto della chemioterapia.

Alysa vive a Petoskey, Michigan e nel 2011, quando aveva 14 anni, le è stato diagnosticato un tumore al cervello in fase terminale.

Oltre a casi di limite di pazienti con tumori al cervello come la storia del bambino di 8 mesi che vi avevamo raccontato, ricordiamo come siano stati di recente avviati studi clinici, quindi su pazienti, in cui si utilizzano i cannabinoidi sia come trattamento aggiuntivo alla chemioterapia, sia come trattamento da affiancare alla radioterapia, in casi di tumore cerebrale.

 

In questo caso la diagnosi era un astrocitoma anaplastico di terzo grado.

Inoperabile e con un tasso di sopravvivenza quasi nullo. La crescita neuronale incontrollata nel cervello di Alysa rendeva impossibile mirare una terapia contro una singola massa tumorale. La profondità della rete tumorale nel suo cervello impediva qualsiasi operazione chirurgica e l’unica scelta era la chemioterapia. L’aspettativa di vita secondo i medici non superava i due anni

 

 

Il padre di Alysa ha contattato l’organizzazione Michigan Compassion e ha raccolto informazioni su precedenti trattamenti di tumori simili con l’estratto di Rick Simpson. Ad Alysa spettò la scelta di decidere la propria cura.

Tentò la chemioterapia per cinque giorni ma gli effetti collaterali erano insopportabili e cominciò un trattamento con olio di cannabis.

Gli effetti sulla sofferenza furono immediati e il trattamento è quindi proseguito con incrementi progressivi del dosaggio. Inizialmente la terapia scelta da Alysa insieme ai suoi genitori fu tenuta segreta ai medici perché la famiglia temeva ripercussioni legali e la perdita del diritto al servizio sanitario.

Dopo tre mesi di trattamento con l’estratto le risonanze magnetiche indicavano una cessazione della crescita tumorale.

Dopo sei mesi le immagini evidenziavano una recessione dei tessuti cancerosi.

Alysa ricominciava a camminare dopo che il suo organismo si era adattato alle forti dosi di cannabinoidi.

I suoi genitori hanno confessato ai medici l’utilizzo di cannabinoidi al posto della chemioterapia solo quando le analisi del sangue non corrispondevano a quelle dei pazienti sotto chemio.

L’evidenza delle analisi ha portato i dottori a consigliare il proseguimento del protocollo di Rick Simpson.

 

 

Fonte: CannabisTerapeutica

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sai il VERO motivo per cui la canapa è illegale?Nuoce agli interessi di potenti lobbie! Ecco quali

 

Ci fanno credere che la canapa è illegale solo perchè è una droga,ma la verità è che la legalizzazione potrebbe nuocere alle tasche di potenti lobbie,QUELLE DEL PETROLIO.Ecco perchè.

Si sente spesso parlare rigaurdo la salvaguardia ambientale , ma una volta che vi è la possibilità di sostituire il petrolio con una materia prima naturale ed ecosostenibile, nessuno dice niente o per lo meno nessuno VUOLE dire niente!

Va contro gli interessi… Immaginiamo un mondo senza petrolio. Un mondo senza plastica, asfalto, gasolio, benzina e tutti gli altri prodotti ottenuti mediante la raffinazione del petrolio.

 


(continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

..

 

 

 

Presentazione Completa e UNICA di ACQUA KANGEN

Cambia la tua acqua ---- CAMBIA LA TUA VITA ;-)

per info contattami:       arturovillamarco@gmail.com

 

Se vuoi capire come funziona guardati questi video - Nessuno ha mai spiegato meglio ;-)

 

PREVENTIVI ACQUA KANGEN
(Clicca qui)

 

per info contattami: arturovillamarco@gmail.com

 

 

-

N-Acetil Cisteina - precursore Glutatione

Il glutatione è un tripeptide naturale, vale a dire una sostanza costituita da tre amminoacidi, nell'ordine acido glutammico, cisteina e glicina.

-

L - Glutatione - Studi del ricercatore G. Puccio

Esso e' un composto organico la cui carenza nei globuli rossi congenita od acquista nel corso dell'esistenza, per via di vaccinazioni, assunzione di farmaci, droghe, alimentazione inadatta, ecc., determina il precoce invecchiamento (cellulare, sistemico ed organico) per via di un anomalo metabolismo OSSIDATIVO,..............

-

Le Virtù del Glutatione

Il Glutatione viene costruito all’interno delle cellule partendo dai tre aminoacidi che lo compongono che sono la glicina, l’acido glutammico e la cisteina. Il fattore limitante la sintesi del glutatione è la disponibilità di cisteina che è piuttosto rara negli alimenti...............

-

IL SAMe ed il Fegato - S-adenosil metionina

La S-adenosil metionina (SAM) è un coenzima coinvolto nel trasferimento di gruppi metile (un processo definito metilazione).
La molecola è anche conosciuta con il nome ademetionina o SAMe ...

-

Produzione Endogena di vitamina D

Al contrario di tutte le altre che assimiliamo dal cibo, questa vitamina viene prodotta in gran parte dal nostro organismo. Il metabolismo della vitamina D è un processo estremamente complesso: tutto ha origine in quella che potremmo definire l'industria chimica del nostro organismo, il fegato, organo che svolge un ruolo fondamentale in molti processi,.....

-

Fisiopat. vit. D - Differenziazione cellulare - Apoptosi

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina....................

-

Fisiopatologia della vitamina D - Altre malattie

Malattie autoimmuni, osteoartriti e diabete La vita a elevate altitudini aumenta il rischio di diabete tipo 1, sclerosi multipla e malattia di Crohn. Vivendo al di sotto dei 35 gradi di latitudine, per i primi 10 anni di vita, si riduce il rischio di sclerosi multipla di circa il 50%................

-

Osteoporosi e Vitamina D3

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina................

-

Vitamina E - ( Tocoferolo )

La Vitamina E o Tocoferolo è un potente antiossidante liposolubile che aiuta le cellule del nostro organismo a proteggersi dai radicali liberi, responsabili principali dell’invecchiamento cellulare. La vitamina E (tocoferolo) all’interno del nostro corpo agisce contro le patologie cardiovascolari, ............

La vitamina C

Iniziamo col dire che la vitamina C esistente in natura in frutta e verdure è molecolarmente identica all'acido L-ascorbico prodotto in laboratorio, non esiste nessuna differenza. Aggiungiamo che per un difetto genetico il nostro corpo non produce la vitamina C pertanto siamo costretti a somministrarcela per via orale,

 

Tumori: iniezioni di vitamina C ad alte dosi per uccidere cellule cancro

L'iniezione di un concentrato di vitamina C ad alte dosi può aiutare a eliminare le cellule tumorali. A stabilirlo, per ora sui topi, è una ricerca dell'Università del Kansas pubblicata su 'Science Translational Medicine'. Secondo gli scienziati, la somministrazione per via endovenosa di vitamina C potrebbe...........

 

 

Vitamina C? - sopravvalutata

Molti giornali nei giorni scorsi hanno eletto la vitamina C a farmaco antitumorale, usando espressioni come “la vitamina C tiene a bada il cancro” quando addirittura non è stata usata la parola “cura”. Tutto parte da una pubblicazione su Science Translational Medicine, ma tra quello che lo studio dice e quello che gli autori hanno gettato in pasto ai media c’è un bel po’ di differenza.

 

La vitamina C in gravidanza protegge il cervello del bebè

Via libera al ribes, ai peperoni, ai kiwi, ai broccoli, ai cavoli, alle arance e ai mandarini: in gravidanza, oltre ad aiutare il senso di sazietà favorendo una dieta sana e variegata, aiutano anche ad apportare la giusta quantità di vitamina C nell'organismo, indispensabile per un sano sviluppo cerebrale del nascituro.

 

La Melatonina

La melatonina, chimicamente N-acetil-5-metossitriptamina, è una sostanza prodotta da una ghiandola posta alla base del cervello, la ghiandola pineale (o epifisi). Agisce sull'ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. Oltre che negli esseri umani essa è prodotta anche da animali, piante e microorganismi.

 



 


 

Motore di ricerca interno Carcinomaepatico.it

Condividi Sui SOCIAL -

Facebook Twitter Delicious Digg Stumbleupon Favorites More

 



CARC. EPATICO  
PROTOCOLLO 123     
PROTOCOLLO SFLTV5     
IRCAV 1     
IRCAV 2     
IRCAV 3     
IRCAV 4     
VIDEO IRCAV     
QUADRO CLINICO     
PILASTRI  
SUCCHI VERDI     
ACQUA KANGEN     
SYNCHROLEVELS     
ALOE ARBORESCENS     
GANODERMA LUCIDUM     
ASCORBATO POTASSIO     
ALIMENTAZIONE  
ALIMENTAZIONE 1     
ALIMENTAZIONE 2     
ALIMENTAZIONE 3     
ALIMENTAZIONE 4     
ALIMENTAZIONE 5     
ALIMENTAZIONE 6     
TABELLE ALIMENTARI     
RICETTE SALUTARIANE     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
STRUMENTI IRCAV  
CERTIFICO IO     
LA LIBRERIA     
PERCORSO     
LA SCELTA     
SORAFENIB     
IL CANCRO     
TUTTI I VIDEO  
VIDEO SUCCHI VERDI     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
VIDEO ACQUA KANGEN     
VIDEO IRCAV     
CANALE YOUTUBE     
INFODAY  



| Nota | Dove contattarmi | Disclaimer |

Utenti Connessi: 575

Privacy Policy