10 rimedi naturali contro il meteorismo




Con il termine meteorismo ci riferiamo all’accumulo di gas in eccesso nello stomaco e nel tratto intestinale. Le dirette conseguenze sono gonfiore e distensione addominale. Per espellere l’aria in eccesso, il corpo ricorre in modo naturale alla flatulenza e all’eruttazione.

Normalmente ognuno di noi, nel corso della giornata, produce fino a 2 l di gas attraverso l’ano o la bocca. Nelle sue forme più o meno accentuate, il meteorismo interessa circa 4 persone su 10 in tutto il mondo.

 

Meteorismo, quali sintomi?

I sintomi più frequent correlati al meteorismo i sono:

- Flatulenza
- Gonfiore e distensione dell’addome
- Eruttazione
- Spasmi

 

 

Meteorismo, quali cause

Tra le cause principali del meteorismo troviamo la deglutizione e la produzione di gas da parte dei batteri presenti nel tratto intestinale. L’eccessiva ingestione di aria può essere dovuta ad abitudini fortemente sconsigliate: prime fra tutte il fumo di sigaretta, la masticazione di chewingum per lungo tempo nel corso della giornata e l’abitudine a mangiare troppo velocemente. Anche l’uso della dentiera nei soggetti anziani, così come gli attacchi di ansia nei soggetti predisposti, possono portare a inghiottire grandi quantità di aria. In fine, come vedremo in seguito nel dettaglio, tra i fattori che possono favorire il meteorismo troviamo anche le scelte alimentari.

 

Quali sono i rimedi naturali più efficaci per prevenire ed alleviare i sintomi tipici del meteorismo quali:
distensione addominale, gonfiore, flatulenza ed eruttazione?

 

Ve ne proponiamo 10.

 

1) Alimentazione adeguata



Il primo passo per combattere il meteorismo? Seguire un’alimentazione adeguata, sostituendo i cibi che causano l’accumulo di gas nel tratto intestinale con i cibi concessi.

Tra gli alimenti da escludere ricordiamo legumi, latte, brodo di carne, dolci, cibi lievitati e ricchi di aria (come la panna).

Si possono invece mangiare senza problemi pane non lievitato, riso, carne e pesce magri, yogurt e alcune varietà di frutta.

Consigliatissimi e utili per ridurre i sintomi sono i mirtilli, il finocchio, la menta e l’aceto di mele.

 

2) Erbe

In caso di meteorismo ricorrente, alcune erbe possono aiutare a prevenire ed alleviare in modo significativo i sintomi. In tal senso si consiglia di rivolgersi a un bravo erborista, che saprà certamente consigliare il preparato più adatto. Tra le erbe più richieste ed efficaci ricordiamo l’anice stellato, l’aneto, il coriandolo e il cumino.

 

3) Succo di limone

 

Tra i rimedi naturali più comunemente usati per la cura del meteorismo, troviamo senza dubbio il succo di limone. Diluito nell’acqua e assunto durante i pasti, il succo di questo agrume può favorire la digestione, riducendo l’accumulo di gas nell’intestino.

 

4) Carbone vegetale

Il carbone vegetale è utile per combattere il gonfiore e la distensione a livello dell’addome. Prima di consumare questo prodotto, è importante leggere il bugiardino che si trova all’interno della confezione: per non incorrere in spiacevoli effetti collaterali è meglio consumarlo con moderazione e starne alla larga durante la gravidanza. Ognuno di noi può ottenere benefici più o meno evidenti grazie all’uso costante di carbone vegetale: per testarne gli effetti sull’organismo non si deve far altro che provarlo.

 

5) Camomilla

La camomilla è famosa per il suo effetto calmante, meno conosciuta per la sua funzione antinfiammatoria. Tre-quattro tazze di infuso di camomilla al giorno, aiutano a sgonfiare l’addome e ridurre in modo significativo l’infiammazione. La camomilla non ha particolari effetti collaterali: se ne sconsiglia l’uso solo in caso si riscontrasse allergia.

 

6) Zenzero

 

Un altro rimedio casalingo piuttosto efficace è lo zenzero: un digestivo naturale grazie al quale è possibile ridurre l’accumulo di gas intestinali. In erboristeria è possibile trovare lo zenzero in forma di tisane, infusi, compresse o tinture. Senza dover ricorrere necessariamente a questi prodotti, è possibile curare il meteorismo sgranocchiando un pezzetto di zenzero fresco alla fine di ogni pasto principale.

 

7) Medicina psicosomatica

Vi sono discipline come il biofeedback e qi gong in grado di ridurre in modo significativo lo stress, causa comune di produzione di gas in eccesso nel tratto intestinale. In caso di meteorismo cronico, la medicina psicosomatica, praticata in modo costante seguendo le indicazioni di un esperto, può rappresentare una soluzione definitiva. Provare per credere!

 

8) Digitopressione e agopuntura

 

Vi sono punti “caldi” che possono essere stimolati attraverso tecniche di digitopressione al fine di alleviare i sintomi del meteorismo. Allo stesso modo, un esperto in agopuntura conosce le tecniche più efficaci per combattere il disturbo. Per ottenere risultati tangibili, è opportuno affidarsi solo a professionisti competenti.

 

9) Omeopatia

In caso di meteorismo, per prevenire e ridurre i sintomi, possono aiutare anche alcuni rimedi omeopatici. Tra i più gettonati troviamo il lycopodium, che si ottiene dalla tintura madre della polvere di spore della pianta Lycopodium clavatum e dalle successive diluizioni-dinamizzazioni in soluzione idroalcolica.

 

10) Medicina tradizionale

Per quanto possa talvolta avere risvolti imbarazzanti, il meteorismo non è generalmente da considerarsi un disturbo grave. Per questo, il più delle volte, è possibile correre ai ripari e risolvere affidandosi a rimedi naturali o alla medicina alternativa. Anche il medico cercarà prima di trattare il problema con la cura dell’alimentazione e alcuni rimedi naturali. Solo nei casi può gravi, quando il disturbo diventa invadente e stenta a regredire, può essere opportuno intervenire con una terapia farmacologica mirata.

 

 

Fonte: http://www.medicinalive.com/

 

 

 

 

Presentazione Completa e UNICA di ACQUA KANGEN

Cambia la tua acqua ---- CAMBIA LA TUA VITA ;-)

per info contattami:       arturovillamarco@gmail.com

 

Se vuoi capire come funziona guardati questi video - Nessuno ha mai spiegato meglio ;-)

 

PREVENTIVI ACQUA KANGEN
(Clicca qui)

 

per info contattami: arturovillamarco@gmail.com

 

 

-

N-Acetil Cisteina - precursore Glutatione

Il glutatione è un tripeptide naturale, vale a dire una sostanza costituita da tre amminoacidi, nell'ordine acido glutammico, cisteina e glicina.

-

L - Glutatione - Studi del ricercatore G. Puccio

Esso e' un composto organico la cui carenza nei globuli rossi congenita od acquista nel corso dell'esistenza, per via di vaccinazioni, assunzione di farmaci, droghe, alimentazione inadatta, ecc., determina il precoce invecchiamento (cellulare, sistemico ed organico) per via di un anomalo metabolismo OSSIDATIVO,..............

-

Le Virtù del Glutatione

Il Glutatione viene costruito all’interno delle cellule partendo dai tre aminoacidi che lo compongono che sono la glicina, l’acido glutammico e la cisteina. Il fattore limitante la sintesi del glutatione è la disponibilità di cisteina che è piuttosto rara negli alimenti...............

-

IL SAMe ed il Fegato - S-adenosil metionina

La S-adenosil metionina (SAM) è un coenzima coinvolto nel trasferimento di gruppi metile (un processo definito metilazione).
La molecola è anche conosciuta con il nome ademetionina o SAMe ...

-

Produzione Endogena di vitamina D

Al contrario di tutte le altre che assimiliamo dal cibo, questa vitamina viene prodotta in gran parte dal nostro organismo. Il metabolismo della vitamina D è un processo estremamente complesso: tutto ha origine in quella che potremmo definire l'industria chimica del nostro organismo, il fegato, organo che svolge un ruolo fondamentale in molti processi,.....

-

Fisiopat. vit. D - Differenziazione cellulare - Apoptosi

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina....................

-

Fisiopatologia della vitamina D - Altre malattie

Malattie autoimmuni, osteoartriti e diabete La vita a elevate altitudini aumenta il rischio di diabete tipo 1, sclerosi multipla e malattia di Crohn. Vivendo al di sotto dei 35 gradi di latitudine, per i primi 10 anni di vita, si riduce il rischio di sclerosi multipla di circa il 50%................

-

Osteoporosi e Vitamina D3

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina................

-

Vitamina E - ( Tocoferolo )

La Vitamina E o Tocoferolo è un potente antiossidante liposolubile che aiuta le cellule del nostro organismo a proteggersi dai radicali liberi, responsabili principali dell’invecchiamento cellulare. La vitamina E (tocoferolo) all’interno del nostro corpo agisce contro le patologie cardiovascolari, ............

La vitamina C

Iniziamo col dire che la vitamina C esistente in natura in frutta e verdure è molecolarmente identica all'acido L-ascorbico prodotto in laboratorio, non esiste nessuna differenza. Aggiungiamo che per un difetto genetico il nostro corpo non produce la vitamina C pertanto siamo costretti a somministrarcela per via orale,

 

Tumori: iniezioni di vitamina C ad alte dosi per uccidere cellule cancro

L'iniezione di un concentrato di vitamina C ad alte dosi può aiutare a eliminare le cellule tumorali. A stabilirlo, per ora sui topi, è una ricerca dell'Università del Kansas pubblicata su 'Science Translational Medicine'. Secondo gli scienziati, la somministrazione per via endovenosa di vitamina C potrebbe...........

 

 

Vitamina C? - sopravvalutata

Molti giornali nei giorni scorsi hanno eletto la vitamina C a farmaco antitumorale, usando espressioni come “la vitamina C tiene a bada il cancro” quando addirittura non è stata usata la parola “cura”. Tutto parte da una pubblicazione su Science Translational Medicine, ma tra quello che lo studio dice e quello che gli autori hanno gettato in pasto ai media c’è un bel po’ di differenza.

 

La vitamina C in gravidanza protegge il cervello del bebè

Via libera al ribes, ai peperoni, ai kiwi, ai broccoli, ai cavoli, alle arance e ai mandarini: in gravidanza, oltre ad aiutare il senso di sazietà favorendo una dieta sana e variegata, aiutano anche ad apportare la giusta quantità di vitamina C nell'organismo, indispensabile per un sano sviluppo cerebrale del nascituro.

 

La Melatonina

La melatonina, chimicamente N-acetil-5-metossitriptamina, è una sostanza prodotta da una ghiandola posta alla base del cervello, la ghiandola pineale (o epifisi). Agisce sull'ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. Oltre che negli esseri umani essa è prodotta anche da animali, piante e microorganismi.

 



 


 

Motore di ricerca interno Carcinomaepatico.it

Condividi Sui SOCIAL -

Facebook Twitter Delicious Digg Stumbleupon Favorites More




CARC. EPATICO  
PROTOCOLLO 123     
PROTOCOLLO SFLTV5     
IRCAV 1     
IRCAV 2     
IRCAV 3     
IRCAV 4     
VIDEO IRCAV     
QUADRO CLINICO     
PILASTRI  
SUCCHI VERDI     
ACQUA KANGEN     
SYNCHROLEVELS     
ALOE ARBORESCENS     
GANODERMA LUCIDUM     
ASCORBATO POTASSIO     
ALIMENTAZIONE  
ALIMENTAZIONE 1     
ALIMENTAZIONE 2     
ALIMENTAZIONE 3     
ALIMENTAZIONE 4     
ALIMENTAZIONE 5     
ALIMENTAZIONE 6     
TABELLE ALIMENTARI     
RICETTE SALUTARIANE     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
STRUMENTI IRCAV  
CERTIFICO IO     
LA LIBRERIA     
PERCORSO     
LA SCELTA     
SORAFENIB     
IL CANCRO     
TUTTI I VIDEO  
VIDEO SUCCHI VERDI     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
VIDEO ACQUA KANGEN     
VIDEO IRCAV     
CANALE YOUTUBE     
INFODAY  



| Nota | Dove contattarmi | Disclaimer |

Utenti Connessi: 471

Privacy Policy