E-310 e Xenoestrogeni cosa sono e quali pericoli per la salute




 

Nell’ambiente e negli alimenti sono presenti sostanze tossiche simil-estrogeniche (xenoestrogeni): esse possono provocare tumori di mammella, utero, ovaie, prostata e testicoli e possono essere responsabili di infertilità maschile ed endometriosi.

 

Ma quanto influiscono gli xenoestrogeni sulla nostra affettività e sessualità?

Nei mesi scorsi, su ‘La Gazzetta di Parma’ , in riferimento ad un articolo apparso sulla rivista Chemical Research in Toxicology, veniva segnalata la possibile tossicità di un additivo, il 4-esilresorcinolo, utilizzato come antiossidante per mantenere vivace il colore dei gamberetti.

 

Il problema degli xenoestrogeni

La caratteristica di questo additivo è di legarsi ai recettori per gli estrogeni.

 

 

Nell’ambiente, e negli alimenti in particolare, sono presenti numerose sostanze che mimano l’azione degli estrogeni, dette quindi xenoestrogeni: ad esse si attribuisce l’aumento esponenziale, negli ultimi decenni, di tumori ormono-correlati che colpiscono la mammella, l’utero, la prostata e i testicoli.

 

Quali sono gli xenoestrogeni e dove si trovano?

Il caso dei gamberetti è quindi significativo se inquadrato nella problematica generale che riguarda la contaminazione ambientale da parte di sostanze estrogeniche.

Nello stesso articolo citato viene sospettato di legarsi agli estrogeni anche l’additivo E310 propile-gallato, utilizzato come antiossidante per sughi di carne, minestre confezionate, margarine: esso può provocare anche reazioni allergiche ed è da evitare in caso di asma e negli allergici ai salicilati (aspirina).

 

 

Altri xenoestrogeni molto diffusi sono:

DDT: il percorso del DDT parte dagli Stati Uniti che lo inviano nei paesi del terzo mondo i quali lo usano nelle coltivazioni vegetali. La produzione agricola di questi paesi viene inviata nei supermercati dei paesi occidentali

Nonylphenolo: contenuto nei detersivi industriali, insetticidi e prodotti di cura personali

Bisphenolo: ceduto dalle bottiglie di plastica, dalle bottiglie di polycarbonato e dai contenitori di plastica. E’ inoltre presente nei cibi inscatolati

 

Alkylphenolo: prodotto di degradazione di detersivi Carne di manzo, pollo e maiale: gli xenoestrogeni vengono usati normalmente per ingrassare gli animali e farli crescere rapidamente, oltre per determinare in loro una ritenzione idrica ed aumentarne il peso.

Paraben Metile: presenti in lozioni e gel cosmetici. Quando somministrato oralmente il paraben metile viene inattivato ma la sua somministrazione per via transcutanea comporta una stimolazione simil-estrogenica sull’endometrio

Atrazina: è un noto diserbante, largamente utilizzato in agricoltura

Benzophenone-3, homosalate 4-metile-benzylidene, octyl-methoxycinnamate ed octyl-dimetile-PABA: presenti nei protettori solari, rossetti e cosmetica facciale.

 

 

Anche l'utilizzo della pillola anticoncezionale e della terapia ormonale sostitutiva in menopausa comporta una ricaduta sull’ambiente: queste sostanze ormonali vengono eliminate con le urine, quindi, attraverso gli scarichi fognari, entrano nel ciclo dell’acqua e, di conseguenza, anche nella catena alimentare.

 

 

 

 

Quali patologie sono attribuibili agli xenoestrogeni

Gli xenoestrogeni manifestano i loro effetti deleteri su tutti i tessuti che possiedono recettori per gli estrogeni.

 

In particolare agli xenoestrogeni sono attribuiti le seguenti patologie:

numerosi tumori sensibili agli ormoni: mammella, utero, ovaie, prostata, testicoli

endometriosi: è una patologia che colpisce donne tra i 20 e i 40 anni interessando il 15% delle donne in età fertile e il 50% donne delle infertili in tutto il mondo industrializzato.

L’endometriosi è caratterizzata da sintomatologia dolorosa in seguito alla crescita incontrollata di tessuto endometriale (caratteristico della superficie dell’utero) al di fuori del distretto uterino, ad esempio nell’intestino.

infertilità maschile: le sostanze simil-estrogeniche, legandosi a recettori presenti anche nell’apparato riproduttivo maschile, riducono la spermatogenesi e quindi la fertilità.

 

E gli effetti psico-comportamentali?

Sappiamo che gli ormoni, maschili piuttosto che femminili, influiscono notevolmente sul comportamento e sull’atteggiamento psichico delle persone, in particolare in relazione all’affettività e alla sessualità.

Senza negare l’importanza dei fattori acquisiti culturalmente, non si può quindi negare che la presenza nell’ambiente e l’assunzione tramite gli alimenti di quantità rilevanti di sostanze in grado di mimare l’effetto degli estrogeni possa aver contribuito ai cambiamenti avvenuti negli ultimi decenni nell’espressione della sessualità da parte di uomini e donne.

 

Il caso del gamberetto deve quindi farci riflettere sulla correlazione non solo tra alimenti e malattia, ma anche tra ciò che mangiamo e quello che siamo o pensiamo di essere, chi amiamo e come.

L’inquinamento ambientale e la contaminazione degli alimenti costituiscono un’emergenza per la loro ricaduta sulla salute di corpo e mente: l’adozione di misure atte al contenimento del danno sull’ambiente non può essere rimandata, rimanendo in attesa di conferme ‘scientifiche’ di nocività che arrivano sempre quando il danno è già compiuto.

 

Fonte: www.naturopataonline.org

 

 

 

 

 

 

Presentazione Completa e UNICA di ACQUA KANGEN

Cambia la tua acqua ---- CAMBIA LA TUA VITA ;-)

per info contattami:       arturovillamarco@gmail.com

 

Se vuoi capire come funziona guardati questi video - Nessuno ha mai spiegato meglio ;-)

 

PREVENTIVI ACQUA KANGEN
(Clicca qui)

 

per info contattami: arturovillamarco@gmail.com

 

 

-

N-Acetil Cisteina - precursore Glutatione

Il glutatione è un tripeptide naturale, vale a dire una sostanza costituita da tre amminoacidi, nell'ordine acido glutammico, cisteina e glicina.

-

L - Glutatione - Studi del ricercatore G. Puccio

Esso e' un composto organico la cui carenza nei globuli rossi congenita od acquista nel corso dell'esistenza, per via di vaccinazioni, assunzione di farmaci, droghe, alimentazione inadatta, ecc., determina il precoce invecchiamento (cellulare, sistemico ed organico) per via di un anomalo metabolismo OSSIDATIVO,..............

-

Le Virtù del Glutatione

Il Glutatione viene costruito all’interno delle cellule partendo dai tre aminoacidi che lo compongono che sono la glicina, l’acido glutammico e la cisteina. Il fattore limitante la sintesi del glutatione è la disponibilità di cisteina che è piuttosto rara negli alimenti...............

-

IL SAMe ed il Fegato - S-adenosil metionina

La S-adenosil metionina (SAM) è un coenzima coinvolto nel trasferimento di gruppi metile (un processo definito metilazione).
La molecola è anche conosciuta con il nome ademetionina o SAMe ...

-

Produzione Endogena di vitamina D

Al contrario di tutte le altre che assimiliamo dal cibo, questa vitamina viene prodotta in gran parte dal nostro organismo. Il metabolismo della vitamina D è un processo estremamente complesso: tutto ha origine in quella che potremmo definire l'industria chimica del nostro organismo, il fegato, organo che svolge un ruolo fondamentale in molti processi,.....

-

Fisiopat. vit. D - Differenziazione cellulare - Apoptosi

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina....................

-

Fisiopatologia della vitamina D - Altre malattie

Malattie autoimmuni, osteoartriti e diabete La vita a elevate altitudini aumenta il rischio di diabete tipo 1, sclerosi multipla e malattia di Crohn. Vivendo al di sotto dei 35 gradi di latitudine, per i primi 10 anni di vita, si riduce il rischio di sclerosi multipla di circa il 50%................

-

Osteoporosi e Vitamina D3

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina................

-

Vitamina E - ( Tocoferolo )

La Vitamina E o Tocoferolo è un potente antiossidante liposolubile che aiuta le cellule del nostro organismo a proteggersi dai radicali liberi, responsabili principali dell’invecchiamento cellulare. La vitamina E (tocoferolo) all’interno del nostro corpo agisce contro le patologie cardiovascolari, ............

La vitamina C

Iniziamo col dire che la vitamina C esistente in natura in frutta e verdure è molecolarmente identica all'acido L-ascorbico prodotto in laboratorio, non esiste nessuna differenza. Aggiungiamo che per un difetto genetico il nostro corpo non produce la vitamina C pertanto siamo costretti a somministrarcela per via orale,

 

Tumori: iniezioni di vitamina C ad alte dosi per uccidere cellule cancro

L'iniezione di un concentrato di vitamina C ad alte dosi può aiutare a eliminare le cellule tumorali. A stabilirlo, per ora sui topi, è una ricerca dell'Università del Kansas pubblicata su 'Science Translational Medicine'. Secondo gli scienziati, la somministrazione per via endovenosa di vitamina C potrebbe...........

 

 

Vitamina C? - sopravvalutata

Molti giornali nei giorni scorsi hanno eletto la vitamina C a farmaco antitumorale, usando espressioni come “la vitamina C tiene a bada il cancro” quando addirittura non è stata usata la parola “cura”. Tutto parte da una pubblicazione su Science Translational Medicine, ma tra quello che lo studio dice e quello che gli autori hanno gettato in pasto ai media c’è un bel po’ di differenza.

 

La vitamina C in gravidanza protegge il cervello del bebè

Via libera al ribes, ai peperoni, ai kiwi, ai broccoli, ai cavoli, alle arance e ai mandarini: in gravidanza, oltre ad aiutare il senso di sazietà favorendo una dieta sana e variegata, aiutano anche ad apportare la giusta quantità di vitamina C nell'organismo, indispensabile per un sano sviluppo cerebrale del nascituro.

 

La Melatonina

La melatonina, chimicamente N-acetil-5-metossitriptamina, è una sostanza prodotta da una ghiandola posta alla base del cervello, la ghiandola pineale (o epifisi). Agisce sull'ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. Oltre che negli esseri umani essa è prodotta anche da animali, piante e microorganismi.

 



 


 

Motore di ricerca interno Carcinomaepatico.it

Condividi Sui SOCIAL -

Facebook Twitter Delicious Digg Stumbleupon Favorites More




CARC. EPATICO  
PROTOCOLLO 123     
PROTOCOLLO SFLTV5     
IRCAV 1     
IRCAV 2     
IRCAV 3     
IRCAV 4     
VIDEO IRCAV     
QUADRO CLINICO     
PILASTRI  
SUCCHI VERDI     
ACQUA KANGEN     
SYNCHROLEVELS     
ALOE ARBORESCENS     
GANODERMA LUCIDUM     
ASCORBATO POTASSIO     
ALIMENTAZIONE  
ALIMENTAZIONE 1     
ALIMENTAZIONE 2     
ALIMENTAZIONE 3     
ALIMENTAZIONE 4     
ALIMENTAZIONE 5     
ALIMENTAZIONE 6     
TABELLE ALIMENTARI     
RICETTE SALUTARIANE     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
STRUMENTI IRCAV  
CERTIFICO IO     
LA LIBRERIA     
PERCORSO     
LA SCELTA     
SORAFENIB     
IL CANCRO     
TUTTI I VIDEO  
VIDEO SUCCHI VERDI     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
VIDEO ACQUA KANGEN     
VIDEO IRCAV     
CANALE YOUTUBE     
INFODAY  



| Nota | Dove contattarmi | Disclaimer |

Utenti Connessi: 1392

Privacy Policy