Cos’è il Resveratrolo?




 

Cos’è il Resveratrolo?

Il resveratrolo è una molecola di origine vegetale estratto principalmente dal Polygonum Cuspidatum, una pianta che già gli antichi conoscevano e usavano per le sue proprietà lassative. Le radici di questo vegetale contengono un’elevatissima concentrazione di resveratrolo, in quantità anche 400 volte superiori rispetto a quelle dell’uva e del vino, altre due sostanze in cui questo polifenolo è presente.

Il resveratrolo si trova inoltre nelle bacche, nelle arachidi e nei pinoli. Da ormai diversi anni questa sostanza ha attirato l’attenzione dei medici e dei ricercatori, poiché molti studi condotti in vitro ne hanno dimostrato le numerose proprietà benefiche.

 

 

Il resveratrolo è presente in tutti i vini?

Il resveratrolo è contenuto in tutti i vini, ma la sua quantità è molto variabile. Innanzitutto bisogna specificare che questa molecola è contenuta in misura maggiore nel vino rosso rispetto a quello bianco, poiché si trova essenzialmente nelle bucce e nel vino bianco la fermentazione avviene senza che il mosto entri in contatto con esse.

Anche nei vini rossi però la quantità è variabile: nei vigneti coltivati ad altitudini più elevate il contenuto di resveratrolo è superiore, così come in quelli in cui c’è stata meno concimazione di tipo azotato. Si è inoltre notato che la quantità è maggiore condizioni di attacco di malattie fungine o batteriche.

 

 

Come sono state scoperte le proprietà del resveratrolo?

Il resveratrolo è stato individuato nella ricerca riguardante il cosiddetto paradosso francese: si era infatti notato che la popolazione residente nella parte meridionale della Francia, nonostante avesse un’alimentazione quotidiana simile a quella di alcuni stati americani era meno soggetta a malattie di tipo cardiovascolare. Visto che i francesi sono grandi consumatori di vino rosso, è stata fatta un’indagine scientifica su questa bevanda, scoprendo così che conteneva il resveratrolo.

 

Quali sono le proprietà del resveratrolo?

Il resveratrolo ha numerose proprietà benefiche. Innanzitutto ha un’azione antinfiammatoria e antiossidante; ha un’azione protettiva contro le patologie cardiovascolari e rallenta le malattie tumorali; abbassa la quantità di colesterolo presente nel sangue e è importante per la pelle, poiché stimolando la produzione di collagene, aiuta a ridonarle tono e lucidità e a contrastare i segni dell’invecchiamento.

 

 

Come assumere il resveratrolo?

Per godere dei benefici del resveratrolo non è sufficiente il classico bicchiere di vino che i medici raccomandano di consumare ai pasti: il problema è che per poterne trarre beneficio, la quantità di vino bevuto dovrebbe essere altissima.

La quantità di resveratrolo dovrebbe infatti aggirarsi intorno ai 50 mg: per ottenere tale risultato dovremmo bere al giorno più di due litri di vino rosso, con effetti collaterali molto gravi, specialmente a danno del fegato. Per ovviare a questo inconveniente basta assumere il resveratrolo sotto forma di integratore alimentare in compresse: in questo modo si possono ottenere benefici senza effetti collaterali.

 

 

Resveratrolo e capelli

Recentemente sono stati studiati gli effetti dell’applicazione topica del resveratrolo: è stata evidenziata la capacità del resveratrolo di stimolare la proliferazione cellulare e la produzione di collagene da parte delle cellule con un miglioramento del tono della pelle e con un generale effetto antiaging. Il Polygonum è ritenuto una pianta sicura.

 

Resveratrolo e mordo di Alzheimer

Il morbo di Alzheimer è una delle più gravi forme di demenza senile: si tratta di una malattia neurodegenerativa che compromette la memoria e le capacità cognitive dei pazienti. I ricercatori del Centro di Ricerca contro l’Alzheimer di New York hanno fatto degli esperimenti in laboratorio per cercare di capire se il resveratrolo possa essere utile contro questa malattia. È stato notato che nelle cellule trattate con questa sostanza c’era una diminuzione di beta-amiloide, una delle proteine responsabili del male. Si aspettano quindi altri studi per confermare queste scoperte e fare del resveratrolo uno dei principi attivi per un farmaco contro l’Alzheimer.

 

Resveratrolo e dintorni: prospettive terapeutiche future

È ormai noto che l’arma migliore per prevenire l’insorgere dei tumori è un’alimentazione varia, corretta ed equilibrata, abbinata ad un costante e moderato esercizio fisico.

La dieta mediterranea, quella tipica dell’Italia e della Spagna, per intenderci, è sempre indicata come la migliore per garantirci salute e benessere. Una parte fondamentale della dieta è costituita dal vino, che andrebbe consumato ad ogni pasto nella misura di qualche bicchiere. Il vino infatti è molto importante perché contiene il resveratrolo, un polifenolo che tra le altre qualità è in grado di proteggere il nostro organismo da malattie cardiovascolari e tumorali, oltre ad essere utile nella prevenzione della sclerosi. Dal sito dell’Istituto Superiore di Sanità: Tecnologie e Salute: Convegno “Resveratrolo e dintorni: prospettive terapeutiche future”.

Nell’ultimo ventennio l’interesse per le attività biologiche delle sostanze naturali è andato aumentando progressivamente per diverse ragioni (culturali, scientifiche ed economiche). Nell’ambito scientifico si è sempre più orientati verso la ricerca di approcci terapeutici innovativi, sicuri ed efficaci per il trattamento delle diverse patologie e le sostanze naturali, tra cui sicuramente il resveratrolo, rappresentano un enorme potenziale serbatoio di soluzioni per la salute umana, ma solo dopo essere sottoposte al vaglio di una rigorosa ricerca scientifica e al controllo delle autorità competenti.

 

Resveratrolo controindicazioni

Gli studi farmacologici e clinici disponibili non riportano tossicità, nè effetti collaterali significativi e non sono note controindicazioni particolari, eccetto per l’ipersensibilità individuale. Non va comunque assunto mai in gravidanza e durante l’allattamento.

 

 

Fonte: Revestarolo.info

 

 

 

 

Presentazione Completa e UNICA di ACQUA KANGEN

Cambia la tua acqua ---- CAMBIA LA TUA VITA ;-)

per info contattami:       arturovillamarco@gmail.com

 

Se vuoi capire come funziona guardati questi video - Nessuno ha mai spiegato meglio ;-)

 

PREVENTIVI ACQUA KANGEN
(Clicca qui)

 

per info contattami: arturovillamarco@gmail.com

 

 

-

N-Acetil Cisteina - precursore Glutatione

Il glutatione è un tripeptide naturale, vale a dire una sostanza costituita da tre amminoacidi, nell'ordine acido glutammico, cisteina e glicina.

-

L - Glutatione - Studi del ricercatore G. Puccio

Esso e' un composto organico la cui carenza nei globuli rossi congenita od acquista nel corso dell'esistenza, per via di vaccinazioni, assunzione di farmaci, droghe, alimentazione inadatta, ecc., determina il precoce invecchiamento (cellulare, sistemico ed organico) per via di un anomalo metabolismo OSSIDATIVO,..............

-

Le Virtù del Glutatione

Il Glutatione viene costruito all’interno delle cellule partendo dai tre aminoacidi che lo compongono che sono la glicina, l’acido glutammico e la cisteina. Il fattore limitante la sintesi del glutatione è la disponibilità di cisteina che è piuttosto rara negli alimenti...............

-

IL SAMe ed il Fegato - S-adenosil metionina

La S-adenosil metionina (SAM) è un coenzima coinvolto nel trasferimento di gruppi metile (un processo definito metilazione).
La molecola è anche conosciuta con il nome ademetionina o SAMe ...

-

Produzione Endogena di vitamina D

Al contrario di tutte le altre che assimiliamo dal cibo, questa vitamina viene prodotta in gran parte dal nostro organismo. Il metabolismo della vitamina D è un processo estremamente complesso: tutto ha origine in quella che potremmo definire l'industria chimica del nostro organismo, il fegato, organo che svolge un ruolo fondamentale in molti processi,.....

-

Fisiopat. vit. D - Differenziazione cellulare - Apoptosi

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina....................

-

Fisiopatologia della vitamina D - Altre malattie

Malattie autoimmuni, osteoartriti e diabete La vita a elevate altitudini aumenta il rischio di diabete tipo 1, sclerosi multipla e malattia di Crohn. Vivendo al di sotto dei 35 gradi di latitudine, per i primi 10 anni di vita, si riduce il rischio di sclerosi multipla di circa il 50%................

-

Osteoporosi e Vitamina D3

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina................

-

Vitamina E - ( Tocoferolo )

La Vitamina E o Tocoferolo è un potente antiossidante liposolubile che aiuta le cellule del nostro organismo a proteggersi dai radicali liberi, responsabili principali dell’invecchiamento cellulare. La vitamina E (tocoferolo) all’interno del nostro corpo agisce contro le patologie cardiovascolari, ............

La vitamina C

Iniziamo col dire che la vitamina C esistente in natura in frutta e verdure è molecolarmente identica all'acido L-ascorbico prodotto in laboratorio, non esiste nessuna differenza. Aggiungiamo che per un difetto genetico il nostro corpo non produce la vitamina C pertanto siamo costretti a somministrarcela per via orale,

 

Tumori: iniezioni di vitamina C ad alte dosi per uccidere cellule cancro

L'iniezione di un concentrato di vitamina C ad alte dosi può aiutare a eliminare le cellule tumorali. A stabilirlo, per ora sui topi, è una ricerca dell'Università del Kansas pubblicata su 'Science Translational Medicine'. Secondo gli scienziati, la somministrazione per via endovenosa di vitamina C potrebbe...........

 

 

Vitamina C? - sopravvalutata

Molti giornali nei giorni scorsi hanno eletto la vitamina C a farmaco antitumorale, usando espressioni come “la vitamina C tiene a bada il cancro” quando addirittura non è stata usata la parola “cura”. Tutto parte da una pubblicazione su Science Translational Medicine, ma tra quello che lo studio dice e quello che gli autori hanno gettato in pasto ai media c’è un bel po’ di differenza.

 

La vitamina C in gravidanza protegge il cervello del bebè

Via libera al ribes, ai peperoni, ai kiwi, ai broccoli, ai cavoli, alle arance e ai mandarini: in gravidanza, oltre ad aiutare il senso di sazietà favorendo una dieta sana e variegata, aiutano anche ad apportare la giusta quantità di vitamina C nell'organismo, indispensabile per un sano sviluppo cerebrale del nascituro.

 

La Melatonina

La melatonina, chimicamente N-acetil-5-metossitriptamina, è una sostanza prodotta da una ghiandola posta alla base del cervello, la ghiandola pineale (o epifisi). Agisce sull'ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. Oltre che negli esseri umani essa è prodotta anche da animali, piante e microorganismi.

 



 


 

Motore di ricerca interno Carcinomaepatico.it

Condividi Sui SOCIAL -

Facebook Twitter Delicious Digg Stumbleupon Favorites More

 



CARC. EPATICO  
PROTOCOLLO 123     
PROTOCOLLO SFLTV5     
IRCAV 1     
IRCAV 2     
IRCAV 3     
IRCAV 4     
VIDEO IRCAV     
QUADRO CLINICO     
PILASTRI  
SUCCHI VERDI     
ACQUA KANGEN     
SYNCHROLEVELS     
ALOE ARBORESCENS     
GANODERMA LUCIDUM     
ASCORBATO POTASSIO     
ALIMENTAZIONE  
ALIMENTAZIONE 1     
ALIMENTAZIONE 2     
ALIMENTAZIONE 3     
ALIMENTAZIONE 4     
ALIMENTAZIONE 5     
ALIMENTAZIONE 6     
TABELLE ALIMENTARI     
RICETTE SALUTARIANE     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
STRUMENTI IRCAV  
CERTIFICO IO     
LA LIBRERIA     
PERCORSO     
LA SCELTA     
SORAFENIB     
IL CANCRO     
TUTTI I VIDEO  
VIDEO SUCCHI VERDI     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
VIDEO ACQUA KANGEN     
VIDEO IRCAV     
CANALE YOUTUBE     
INFODAY  




 

 

| Nota | Dove contattarmi | Disclaimer |

Utenti Connessi: 1117

Privacy Policy