Burocrazia del cavolo L'Europa ci vieta pure gli orti




 

Bruxelles vuole bandire i semi non certificati. La regola vale pure per i coltivatori amatoriali

Vietato coltivare zucchine, peperoni, scalogni a meno che non abbiate comprato i semi dalle multinazionali che si spartiscono un mercato mondiale da 13 miliardi di dollari.

Orti fuorilegge se non li avete impiantati facendo gli interessi della Monsanto, della Du Pont, della svizzera Syngenta, della tedesca KplusS o dell’Israeli Chemicals, che sono poi anche quelli che governano il ricchissimo mercato degli Ogm.

C’è un grande fratello anche nei campi - chi controlla i semi, controlla l’agricoltura - e ha il volto degli burocrati di Bruxelles.

Perché l’Europa vuol mettere fuorilegge gli orti e le coltivazioni amatoriali, oltre a obbligare i contadini a comprare i semi dalle aziende certificate, cioè le multinazionali. Tanto che appare surreale tutta la discussione sugli Ogm (organismi geneticamente certificati), che Bruxelles fa finta di accettare e che invece ha un gran voglia di mettere a tacere.

 

 

Agenzia continentale -

L’Italia, come si sa, si oppone agli Ogm: di recente il neoministro dell’Agricoltura Nunzia De Girolamo ha ribadito il no alla sperimentazione a pieno campo. Ma ora l’Unione fa un passo ulteriore.

La Commissione avanza una legge che vieta di coltivare, riprodurre e commercializzare i semi di ortaggi che non sono stati approvati da una nascente “Agenzia delle varietà vegetali europee”.

Il divieto che ingrassa la burocrazia dell’Unione diventa obbligo per i coltivatori professionali, e sarebbe esteso anche a chi coltiva per hobby, a chi si fa l’orto sotto casa, ai pensionati che cercano di arrangiarsi raccogliendo melanzane e cipolle.

 

 

Cambiale alle multinazionali -

Apparentemente la norma è per tutelare il consumatore, in realtà è un’altra cambiale staccata alle multinazionali che commercializzano sementi sterili proprio per evitare che i contadini possano riprodurli.

E mentre la Commissione vieta gli orti, dall’altra nulla ha mai fatto perché le etichette delle bustine dei semi - anche quelle che si comprano al supermercato e che però valgono un giro d’affari solo in Italia di circa 10 milioni di euro, in aumento causa crisi perché chi può prova a farsi gli spinaci in casa - fossero trasparenti. Se ne conoscesse cioè contenuto, provenienza, anno di coltivazione e resa. Teoricamente, se meno del 90% dei semi contenuti in una bustina germoglia si potrebbero chiedere i danni. Ma tant’è.

 

Petizioni sul web -

Tornando alla “Plant Reproductive Material Law”, è un colpo durissimo alla piccola agricoltura.

Fa seguito a una sentenza della Corte di Giustizia europea, che nell’agosto scorso ha vietato di detenere e propagare semi antichi.

In pratica, se un coltivatore si fa il seme da solo perpetuando piante sue, è fuorilegge.

 

 

Per poterlo fare, in base alla nuova norma, dovrebbe far certificare i propri semi, spendendo attorno ai 15mila euro.

Perché d’ora in avanti si potranno usare solo semi brevettati - quelli delle multinazionali, appunto.

Così facendo l’Europa azzera la biodiversità e omologa tutte le coltivazioni. E, come sempre capita in materia agricola, a rimetterci sarà l’Italia, che detiene da sola il 25% della biodiversità continentale, ma non ospita i colossi delle sementi. La norma proposta dalla Commissione europea è ancora una volta un favore fatto a Germania e Francia.

Alla tedesca KplusS (capitale di sei miliardi, fatturato vicino ai tre), che è il quinto player mondiale nell’enorme mercato delle sementi e degli Ogm, e alla francese Graines Baumaux Sas, la multinazionale che ha provocato la sentenza della Corte di Giustizia che ha condannato l’associazione no profit Kokopelli, attiva anche in Italia nella conservazione dei semi antichi e nella diffusione della biodiversità agroalimentare.

 

 

Così, anche stavolta la Commissione rischia di alimentare il già forte sentimento anti-europeo.

Sul web è già partita una petizione globale che in poche ore è arrivata a decine di migliaia di firme, per chiedere al Parlamento di Strasburgo di bloccare la legge. Insomma, i coltivatori hanno riscoperto che l’orto del vicino è sempre più verde. Se non è frutto della globalizzazione.

 

Fonte: Libero.it

 

 

 

 

Presentazione Completa e UNICA di ACQUA KANGEN

Cambia la tua acqua ---- CAMBIA LA TUA VITA ;-)

per info contattami:       arturovillamarco@gmail.com

 

Se vuoi capire come funziona guardati questi video - Nessuno ha mai spiegato meglio ;-)

 

PREVENTIVI ACQUA KANGEN
(Clicca qui)

 

per info contattami: arturovillamarco@gmail.com

 

 

 


-

N-Acetil Cisteina - precursore Glutatione

Il glutatione è un tripeptide naturale, vale a dire una sostanza costituita da tre amminoacidi, nell'ordine acido glutammico, cisteina e glicina.

-

L - Glutatione - Studi del ricercatore G. Puccio

Esso e' un composto organico la cui carenza nei globuli rossi congenita od acquista nel corso dell'esistenza, per via di vaccinazioni, assunzione di farmaci, droghe, alimentazione inadatta, ecc., determina il precoce invecchiamento (cellulare, sistemico ed organico) per via di un anomalo metabolismo OSSIDATIVO,..............

-

Le Virtù del Glutatione

Il Glutatione viene costruito all’interno delle cellule partendo dai tre aminoacidi che lo compongono che sono la glicina, l’acido glutammico e la cisteina. Il fattore limitante la sintesi del glutatione è la disponibilità di cisteina che è piuttosto rara negli alimenti...............

-

IL SAMe ed il Fegato - S-adenosil metionina

La S-adenosil metionina (SAM) è un coenzima coinvolto nel trasferimento di gruppi metile (un processo definito metilazione).
La molecola è anche conosciuta con il nome ademetionina o SAMe ...

-

Produzione Endogena di vitamina D

Al contrario di tutte le altre che assimiliamo dal cibo, questa vitamina viene prodotta in gran parte dal nostro organismo. Il metabolismo della vitamina D è un processo estremamente complesso: tutto ha origine in quella che potremmo definire l'industria chimica del nostro organismo, il fegato, organo che svolge un ruolo fondamentale in molti processi,.....

-

Fisiopat. vit. D - Differenziazione cellulare - Apoptosi

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina....................

-

Fisiopatologia della vitamina D - Altre malattie

Malattie autoimmuni, osteoartriti e diabete La vita a elevate altitudini aumenta il rischio di diabete tipo 1, sclerosi multipla e malattia di Crohn. Vivendo al di sotto dei 35 gradi di latitudine, per i primi 10 anni di vita, si riduce il rischio di sclerosi multipla di circa il 50%................

-

Osteoporosi e Vitamina D3

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina................

-

Vitamina E - ( Tocoferolo )

La Vitamina E o Tocoferolo è un potente antiossidante liposolubile che aiuta le cellule del nostro organismo a proteggersi dai radicali liberi, responsabili principali dell’invecchiamento cellulare. La vitamina E (tocoferolo) all’interno del nostro corpo agisce contro le patologie cardiovascolari, ............

La vitamina C

Iniziamo col dire che la vitamina C esistente in natura in frutta e verdure è molecolarmente identica all'acido L-ascorbico prodotto in laboratorio, non esiste nessuna differenza. Aggiungiamo che per un difetto genetico il nostro corpo non produce la vitamina C pertanto siamo costretti a somministrarcela per via orale,

 

Tumori: iniezioni di vitamina C ad alte dosi per uccidere cellule cancro

L'iniezione di un concentrato di vitamina C ad alte dosi può aiutare a eliminare le cellule tumorali. A stabilirlo, per ora sui topi, è una ricerca dell'Università del Kansas pubblicata su 'Science Translational Medicine'. Secondo gli scienziati, la somministrazione per via endovenosa di vitamina C potrebbe...........

 

 

Vitamina C? - sopravvalutata

Molti giornali nei giorni scorsi hanno eletto la vitamina C a farmaco antitumorale, usando espressioni come “la vitamina C tiene a bada il cancro” quando addirittura non è stata usata la parola “cura”. Tutto parte da una pubblicazione su Science Translational Medicine, ma tra quello che lo studio dice e quello che gli autori hanno gettato in pasto ai media c’è un bel po’ di differenza.

 

La vitamina C in gravidanza protegge il cervello del bebè

Via libera al ribes, ai peperoni, ai kiwi, ai broccoli, ai cavoli, alle arance e ai mandarini: in gravidanza, oltre ad aiutare il senso di sazietà favorendo una dieta sana e variegata, aiutano anche ad apportare la giusta quantità di vitamina C nell'organismo, indispensabile per un sano sviluppo cerebrale del nascituro.

 

La Melatonina

La melatonina, chimicamente N-acetil-5-metossitriptamina, è una sostanza prodotta da una ghiandola posta alla base del cervello, la ghiandola pineale (o epifisi). Agisce sull'ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. Oltre che negli esseri umani essa è prodotta anche da animali, piante e microorganismi.

 



 


 

Motore di ricerca interno Carcinomaepatico.it

Condividi Sui SOCIAL -

Facebook Twitter Delicious Digg Stumbleupon Favorites More

 



CARC. EPATICO  
PROTOCOLLO 123     
PROTOCOLLO SFLTV5     
IRCAV 1     
IRCAV 2     
IRCAV 3     
IRCAV 4     
VIDEO IRCAV     
QUADRO CLINICO     
PILASTRI  
SUCCHI VERDI     
ACQUA KANGEN     
SYNCHROLEVELS     
ALOE ARBORESCENS     
GANODERMA LUCIDUM     
ASCORBATO POTASSIO     
ALIMENTAZIONE  
ALIMENTAZIONE 1     
ALIMENTAZIONE 2     
ALIMENTAZIONE 3     
ALIMENTAZIONE 4     
ALIMENTAZIONE 5     
ALIMENTAZIONE 6     
TABELLE ALIMENTARI     
RICETTE SALUTARIANE     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
STRUMENTI IRCAV  
CERTIFICO IO     
LA LIBRERIA     
PERCORSO     
LA SCELTA     
SORAFENIB     
IL CANCRO     
TUTTI I VIDEO  
VIDEO SUCCHI VERDI     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
VIDEO ACQUA KANGEN     
VIDEO IRCAV     
CANALE YOUTUBE     
INFODAY  




 

 

| Nota | Dove contattarmi | Disclaimer |

Utenti Connessi: 475

Privacy Policy