Portulaca - proprietà dell'erba infestante


 

E’ SCAMBIATA PER ERBA INFESTANTE: IN REALTÀ È UN ERBA QUASI MAGICA, ECCO GLI EFFETTI SE MANGIATA:

 

La portulaca (Portulaca oleracea) è una pianta erbacea con foglie piccole, carnose, di forma ovale e di un colore verde chiaro e lucido.

I fusti, di un intenso colore marrone-violaceo, anch’essi carnosi, sono ramificati e crescono “strisciando” sul terreno senza controllo.

Si tratta di una pianta a crescita spontanea ed infestante ed è molto diffusa in tutti i paesi che hanno un clima caldo-temperato.

Di probabile origine asiatica è conosciuta ed usata per le sue proprietà benefiche fin dai tempi più antichi ed in Italia cresce un po’ dappertutto anche se è considerata più una fastidiosa erbaccia infestante che una preziosa risorsa naturale di Omega-3, vitamine e sali minerali, quale effettivamente è. Il nome apparentemente stravagante lo dobbiamo a Linneo, il padre della moderna classificazione scientifica degli organismi viventi.

Portula in latino significa piccola porta e si riferisce al modo in cui si apre il seme di questa pianta per dare origine, in giugno, al piccolo fiore giallo che la caratterizza.

Oleracea, dal latino oleraceus, aggettivo che significa coltivato, in quanto la portulaca è una pianta succulenta che è sempre stata impiegata per un utilizzo alimentare.

Erba porcellana è il nome comune e svariati sono i termini dialettali con cui è conosciuta nella varie regioni: procaccia (Liguria), erba grassa (Lombardia), porcacchia (Marche ed Abruzzo) e molti altre divertenti denominazioni.

Molteplici sono le proprietà alimentari e medicamentose di quest’erba e due i principali usi:

 

 

PROPRIETÀ BENEFICHE

Come erba medicinale la portulaca viene utilizzata principalmente come fonte di grassi Omega-3, i quali sono ormai universalmente riconosciuti per la loro efficacia a livello cardiovascolare in quanto contribuiscono a regolare l’equilibrio tra colesterolo buono e quello cattivo a vantaggio di una migliore circolazione.

Basti pensare che 100 g di erba porcellana contengono circa 350 mg di acido a-linoleico, ricco, appunto, di Omega-3.

È, inoltre, ricca di vitamina A, vitamina C, vitamine del gruppo B e sali minerali ed ha proprietà diuretiche, depurative, analgesiche, antiemorragiche ed anti-diabetiche.

Viene usata per curare dissenteria e vomito ed è utile anche per prevenire e combattere le emorroidi.

Come impacco, in ultimo, serve per lenire il prurito delle punture di insetti ed è un ottimo alleato contro l’acne. Insomma, un’erba davvero preziosa!

 

 

USI IN CUCINA

L’erba porcellana può anche, e soprattutto, essere usata in cucina.

Tutte le parti aeree della pianta sono commestibili e possono essere consumate sia crude che cotte. La foglia è ricca di mucillagine e questo le dona un sapore un po’ acido e salato, con qualche vago sentore di limone.

A crudo può essere consumata in insalata. Ottimo l’abbinamento con la rucola, tipico di Napoli e Campania, e con pomodorini e cetrioli, in uso in Sicilia per la preparazione di piatti estivi.

 

 

Per i piatti che prevedono la cottura, la portulaca risulta essere ingrediente molto apprezzato per la preparazione di minestre e zuppe, così come condimento per la pasta ed in sostituzione dei più conosciuti spinaci a cui assomigliano anche vagamente nel sapore.

In sintesi la portulaca è un’erba davvero quasi magica, purtroppo ad oggi sottovalutata ed ancora scambiata per erba infestante di cui disfarsi. Bisogna fare attenzione a cosa cresce nel nostro giardino, quindi, perché corriamo il rischio di buttare via quella che risulta essere una vera miniera per il nostro benessere.

 

Fonte:meteofan.it

 

 

 

 

Proprietà benefiche e usi della portulaca

Alla portulaca vengono attribuite proprietà diuretiche, depurative, dissetanti e anti-diabetiche.

Viene utilizzata nella medicina popolare per il trattamento della diarrea e del vomito, in caso di enterite acuta, di emorroidi e di emorragie post-partum.

Negli ultimi anni la portulaca è salita al centro dell'attenzione per via della scoperta della sua ricchezza di acidi grassi polinsaturi di tipo omega 3, di cui è considerata un'importante fonte vegetale.

Gli acidi grassi omega 3 sono considerati importanti per prevenire le malattie cardiovascolari. In particolare, è interessante sapere che 100 g di foglie di portulaca contengono all'incirca 350 mg di acido a-linolenico (acidi grassi facenti parte del gruppo di omega-3). Gli omega 3 aiutano a ridurre il colesterolo LDL e i trigliceridi, a favore di una migliore circolazione del sangue.

Le foglie di portulaca vengono utilizzate come impacco in caso di punture di insetti, acne e eczema.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fonte:tantasalute.it

 

 

 

Presentazione Completa e UNICA di ACQUA KANGEN

Cambia la tua acqua ---- CAMBIA LA TUA VITA ;-)

per info contattami:       arturovillamarco@gmail.com

 

Se vuoi capire come funziona guardati questi video - Nessuno ha mai spiegato meglio ;-)

 

PREVENTIVI ACQUA KANGEN
(Clicca qui)

 

per info contattami: arturovillamarco@gmail.com

 

 

-

N-Acetil Cisteina - precursore Glutatione

Il glutatione è un tripeptide naturale, vale a dire una sostanza costituita da tre amminoacidi, nell'ordine acido glutammico, cisteina e glicina.

-

L - Glutatione - Studi del ricercatore G. Puccio

Esso e' un composto organico la cui carenza nei globuli rossi congenita od acquista nel corso dell'esistenza, per via di vaccinazioni, assunzione di farmaci, droghe, alimentazione inadatta, ecc., determina il precoce invecchiamento (cellulare, sistemico ed organico) per via di un anomalo metabolismo OSSIDATIVO,..............

-

Le Virtù del Glutatione

Il Glutatione viene costruito all’interno delle cellule partendo dai tre aminoacidi che lo compongono che sono la glicina, l’acido glutammico e la cisteina. Il fattore limitante la sintesi del glutatione è la disponibilità di cisteina che è piuttosto rara negli alimenti...............

-

IL SAMe ed il Fegato - S-adenosil metionina

La S-adenosil metionina (SAM) è un coenzima coinvolto nel trasferimento di gruppi metile (un processo definito metilazione).
La molecola è anche conosciuta con il nome ademetionina o SAMe ...

-

Produzione Endogena di vitamina D

Al contrario di tutte le altre che assimiliamo dal cibo, questa vitamina viene prodotta in gran parte dal nostro organismo. Il metabolismo della vitamina D è un processo estremamente complesso: tutto ha origine in quella che potremmo definire l'industria chimica del nostro organismo, il fegato, organo che svolge un ruolo fondamentale in molti processi,.....

-

Fisiopat. vit. D - Differenziazione cellulare - Apoptosi

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina....................

-

Fisiopatologia della vitamina D - Altre malattie

Malattie autoimmuni, osteoartriti e diabete La vita a elevate altitudini aumenta il rischio di diabete tipo 1, sclerosi multipla e malattia di Crohn. Vivendo al di sotto dei 35 gradi di latitudine, per i primi 10 anni di vita, si riduce il rischio di sclerosi multipla di circa il 50%................

-

Osteoporosi e Vitamina D3

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina................

-

Vitamina E - ( Tocoferolo )

La Vitamina E o Tocoferolo è un potente antiossidante liposolubile che aiuta le cellule del nostro organismo a proteggersi dai radicali liberi, responsabili principali dell’invecchiamento cellulare. La vitamina E (tocoferolo) all’interno del nostro corpo agisce contro le patologie cardiovascolari, ............

La vitamina C

Iniziamo col dire che la vitamina C esistente in natura in frutta e verdure è molecolarmente identica all'acido L-ascorbico prodotto in laboratorio, non esiste nessuna differenza. Aggiungiamo che per un difetto genetico il nostro corpo non produce la vitamina C pertanto siamo costretti a somministrarcela per via orale,

 

Tumori: iniezioni di vitamina C ad alte dosi per uccidere cellule cancro

L'iniezione di un concentrato di vitamina C ad alte dosi può aiutare a eliminare le cellule tumorali. A stabilirlo, per ora sui topi, è una ricerca dell'Università del Kansas pubblicata su 'Science Translational Medicine'. Secondo gli scienziati, la somministrazione per via endovenosa di vitamina C potrebbe...........

 

 

Vitamina C? - sopravvalutata

Molti giornali nei giorni scorsi hanno eletto la vitamina C a farmaco antitumorale, usando espressioni come “la vitamina C tiene a bada il cancro” quando addirittura non è stata usata la parola “cura”. Tutto parte da una pubblicazione su Science Translational Medicine, ma tra quello che lo studio dice e quello che gli autori hanno gettato in pasto ai media c’è un bel po’ di differenza.

 

La vitamina C in gravidanza protegge il cervello del bebè

Via libera al ribes, ai peperoni, ai kiwi, ai broccoli, ai cavoli, alle arance e ai mandarini: in gravidanza, oltre ad aiutare il senso di sazietà favorendo una dieta sana e variegata, aiutano anche ad apportare la giusta quantità di vitamina C nell'organismo, indispensabile per un sano sviluppo cerebrale del nascituro.

 

La Melatonina

La melatonina, chimicamente N-acetil-5-metossitriptamina, è una sostanza prodotta da una ghiandola posta alla base del cervello, la ghiandola pineale (o epifisi). Agisce sull'ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. Oltre che negli esseri umani essa è prodotta anche da animali, piante e microorganismi.

 



 


 

Motore di ricerca interno Carcinomaepatico.it

Condividi Sui SOCIAL -

Facebook Twitter Delicious Digg Stumbleupon Favorites More

 



CARC. EPATICO  
PROTOCOLLO 123     
PROTOCOLLO SFLTV5     
IRCAV 1     
IRCAV 2     
IRCAV 3     
IRCAV 4     
VIDEO IRCAV     
QUADRO CLINICO     
PILASTRI  
SUCCHI VERDI     
ACQUA KANGEN     
SYNCHROLEVELS     
ALOE ARBORESCENS     
GANODERMA LUCIDUM     
ASCORBATO POTASSIO     
ALIMENTAZIONE  
ALIMENTAZIONE 1     
ALIMENTAZIONE 2     
ALIMENTAZIONE 3     
ALIMENTAZIONE 4     
ALIMENTAZIONE 5     
ALIMENTAZIONE 6     
TABELLE ALIMENTARI     
RICETTE SALUTARIANE     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
STRUMENTI IRCAV  
CERTIFICO IO     
LA LIBRERIA     
PERCORSO     
LA SCELTA     
SORAFENIB     
IL CANCRO     
TUTTI I VIDEO  
VIDEO SUCCHI VERDI     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
VIDEO ACQUA KANGEN     
VIDEO IRCAV     
CANALE YOUTUBE     
INFODAY  




 

 


| Nota | Dove contattarmi | Disclaimer |

Utenti Connessi: 389

Privacy Policy