Polyporus Umbellatus - Storia - Proprietà


 

Il Polyporus Umbellatus, chiamato anche Grifola Umbellata, un fungo saprofita dall'aspetto fragile e delicato; si sviluppa nei periodi estivi e autunnali, su radici di faggi, aceri e querce, nutrendosi attraverso la decomposizione del legno.

 

 

Assimiglia al Maitake (grifola frondosa), in quanto come questo, si presenta come un insieme di svariati cappelli affiancati e sovrapposti, ogni cappello collocato alla fine di ramificazioni sempre più piccole che si dipanano da un unico grande stelo.

Il corpo fruttifero è di colore marroncino chiaro nella parte superiore dei cappelli, e bianco nella parte inferiore e può raggiungere dimensioni di 30-50 cm e un peso di 2 kg; ha la caratteristica, presente anche in altri funghi, di formare nel sottosuolo una struttura particolare chiamata sclerozio, una specie di nocciolo duro che serve come riserva di nutrienti nei periodi di carenza, e, che può anche germinare e sopravvivere nel terreno per lungo tempo, prima di generare altri funghi.

 

 

Il Plyporus Umbellatus non è un fungo molto comune, allo stato naturale lo si può trovare nelle foreste di latifoglie e di conifere, nelle zone temperate dell'Asia Settentrionale, in Nord Europa e in America del Nord, si utilizza tutto il fungo che ha un sapore gradevole e dolce, ma va raccolto giovane e consumato entro breve tempo.

Il Plyporus èricco di Beta-Glucani, Terpenoidi ed Ergosterina, principi attivi molto utili alla nostra salute, in esso sono anche stati rilevati Ergosterolo, Acido Alfaidrossitetranoico, Biotina, Polisaccaridi e Glicoproteine.

Il corpo fruttifero essicato contiene il 7,9% di proteine, fibre pari al 45,6%, lo 0,5% di carboidrati e il 6,6% di sostanze minerali; tra questi troviamo: calcio, potassio, ferro, sodio e gli oligoelementi: manganese, rame e zinco.

Il suo sclerozio, chiamato Zhu Ling, èla parte del fungo dove i polisaccaridi sono maggiormente concentrati, ed è regolarmente usato nella tradizione Cinese, grazie alle sue proprietà diuretiche, nel trattamento di patologie urologiche.

Sempre nella tradizione Cinese si tramanda che il Plyporus migliora la struttura dell'epidermide, rilassa il tessuto muscolare, apre i pori delle ghiandole sudoripare e facilita la minzione durante la gravidanza.

 

 

Studi sul Polyporus Umbellatus

Su questo fungo sono stati effettuati diversi studi, che, dagli anni 70 in poi ne hanno evidenziato le proprietà terapeutiche.

Il Plyporus è stato descritto, nello Shen Nong Ben Cao Jing come un rimedio ad azione diuretica, che esprime la sua azione particolarmente in presenza di edemi e di disuria; studi clinici confermano che si tratta di un diuretico senza effetti collaterali, in quanto non comporta perdita di potassio, e che può essere utilizzato anche nel trattamento di calcoli urologici, delle nefriti e delle pielonefriti; è considerato una delle sostanze naturali in grado di esercitare effetto preventivo alla formazione di calcoli renali.

Tra le azioni prodotte da questo fungo alivello genito-urinario, vi è anche l'azione inibitoria nei confronti di Chlamydia trachomatis, batterio intracellulare trasmissibile per via sessuale e uno degli agenti eziologici dell'infiammazione pelvica, della sterilita sia maschile che femminile, delle prostatiti infettive e delle stenosi della cervice uterina.

 

 

Polyporus Umbellatus e crescita dei capelli

Una delle azioni del fungo di cui stiamo trattando è quella di favorire la crescita dei capelli; il primo componente bioattivo isolato, ritenuto l'artefice di quest'azione è la 3,4 Diidrossibenzaldeide alla quale si sono poi aggiunte altre molecole, come l'Acetosyringe end Polyporustone A end B.

Una ricerca sulla crescita di scalpi umani in vitro ha dimostrato che, basse dosi di fungo ne stimolavano in modo evidente la crescita, mentre dosi alte la inibivano.

Grazie al suo contenuto di minerali, migliora la struttura di ossa, capelli e unghie favorendone lo sviluppo; contribuisce a preservare il collagene, che costituisce l'armatura portante dell'epidermide,e per questo motivo viene utilizzato in caso di disturbi cutanei come acne e dermatiti.

 

 

Polyporus Umbellatus e tumori

Da diverso tempo, le ricerche hanno dimostrato che questo fungo, grazie particolarmente ai polisaccaridi in esso contenuti, può essere utile per contrastare la proliferazione di cellule tumorali.

La sua azione sul Sistema Linfatico lo rende particolarmente efficace, associato all'ABM, sia nel trattamento di supporto delle malattie Emolinfoproliferative, (linfomi e leucemie) che in corso di chemioterapia, quando ci si trova davanti ad uno stato di intossicazione dell'organismo, poichè velocizza la rimozione delle tossine attravrso il Sistema Linfatico riducendo così gli effetti collaterali.

Il Polyporus ha anche un tropismo polmonare e per questo, sempre associato all'ABM, è un valido componente nelle terapie di supporto del carcinoma polmonare; mentre associato al Maitake è consigliato nella terapia di supporto del carcinoma vescicale.

 

 

Come si assume

In vendita si possono trovare compresse di estratto di fungo intero, e di estratto standardizzato in polisaccaridi, si trovano inoltre prodotti a base dello sclerozio del fungo, particolarmente ricco di polisaccaridi. Associato all'Agaricus Blazei Murrill (ABM) se ne potenzia l'effetto disintossicante e depurativo.

 

Estratto dal libro sotto ...

 

Stefania Cazzavillan
Funghi Medicinali - Dalla Tradizione alla Scienza

Editore: Nuova Ipsa Editore
Data pubblicazione: Settembre 2011
Formato: Libro - Pag 336 - 16,5X23,5


leggi recensione

 

 

 

 

 

Presentazione Completa e UNICA di ACQUA KANGEN

Cambia la tua acqua ---- CAMBIA LA TUA VITA ;-)

per info contattami:       arturovillamarco@gmail.com

 

Se vuoi capire come funziona guardati questi video - Nessuno ha mai spiegato meglio ;-)

 

PREVENTIVI ACQUA KANGEN
(Clicca qui)

 

per info contattami: arturovillamarco@gmail.com

 

 

-

N-Acetil Cisteina - precursore Glutatione

Il glutatione è un tripeptide naturale, vale a dire una sostanza costituita da tre amminoacidi, nell'ordine acido glutammico, cisteina e glicina.

-

L - Glutatione - Studi del ricercatore G. Puccio

Esso e' un composto organico la cui carenza nei globuli rossi congenita od acquista nel corso dell'esistenza, per via di vaccinazioni, assunzione di farmaci, droghe, alimentazione inadatta, ecc., determina il precoce invecchiamento (cellulare, sistemico ed organico) per via di un anomalo metabolismo OSSIDATIVO,..............

-

Le Virtù del Glutatione

Il Glutatione viene costruito all’interno delle cellule partendo dai tre aminoacidi che lo compongono che sono la glicina, l’acido glutammico e la cisteina. Il fattore limitante la sintesi del glutatione è la disponibilità di cisteina che è piuttosto rara negli alimenti...............

-

IL SAMe ed il Fegato - S-adenosil metionina

La S-adenosil metionina (SAM) è un coenzima coinvolto nel trasferimento di gruppi metile (un processo definito metilazione).
La molecola è anche conosciuta con il nome ademetionina o SAMe ...

-

Produzione Endogena di vitamina D

Al contrario di tutte le altre che assimiliamo dal cibo, questa vitamina viene prodotta in gran parte dal nostro organismo. Il metabolismo della vitamina D è un processo estremamente complesso: tutto ha origine in quella che potremmo definire l'industria chimica del nostro organismo, il fegato, organo che svolge un ruolo fondamentale in molti processi,.....

-

Fisiopat. vit. D - Differenziazione cellulare - Apoptosi

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina....................

-

Fisiopatologia della vitamina D - Altre malattie

Malattie autoimmuni, osteoartriti e diabete La vita a elevate altitudini aumenta il rischio di diabete tipo 1, sclerosi multipla e malattia di Crohn. Vivendo al di sotto dei 35 gradi di latitudine, per i primi 10 anni di vita, si riduce il rischio di sclerosi multipla di circa il 50%................

-

Osteoporosi e Vitamina D3

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina................

-

Vitamina E - ( Tocoferolo )

La Vitamina E o Tocoferolo è un potente antiossidante liposolubile che aiuta le cellule del nostro organismo a proteggersi dai radicali liberi, responsabili principali dell’invecchiamento cellulare. La vitamina E (tocoferolo) all’interno del nostro corpo agisce contro le patologie cardiovascolari, ............

La vitamina C

Iniziamo col dire che la vitamina C esistente in natura in frutta e verdure è molecolarmente identica all'acido L-ascorbico prodotto in laboratorio, non esiste nessuna differenza. Aggiungiamo che per un difetto genetico il nostro corpo non produce la vitamina C pertanto siamo costretti a somministrarcela per via orale,

 

Tumori: iniezioni di vitamina C ad alte dosi per uccidere cellule cancro

L'iniezione di un concentrato di vitamina C ad alte dosi può aiutare a eliminare le cellule tumorali. A stabilirlo, per ora sui topi, è una ricerca dell'Università del Kansas pubblicata su 'Science Translational Medicine'. Secondo gli scienziati, la somministrazione per via endovenosa di vitamina C potrebbe...........

 

 

Vitamina C? - sopravvalutata

Molti giornali nei giorni scorsi hanno eletto la vitamina C a farmaco antitumorale, usando espressioni come “la vitamina C tiene a bada il cancro” quando addirittura non è stata usata la parola “cura”. Tutto parte da una pubblicazione su Science Translational Medicine, ma tra quello che lo studio dice e quello che gli autori hanno gettato in pasto ai media c’è un bel po’ di differenza.

 

La vitamina C in gravidanza protegge il cervello del bebè

Via libera al ribes, ai peperoni, ai kiwi, ai broccoli, ai cavoli, alle arance e ai mandarini: in gravidanza, oltre ad aiutare il senso di sazietà favorendo una dieta sana e variegata, aiutano anche ad apportare la giusta quantità di vitamina C nell'organismo, indispensabile per un sano sviluppo cerebrale del nascituro.

 

La Melatonina

La melatonina, chimicamente N-acetil-5-metossitriptamina, è una sostanza prodotta da una ghiandola posta alla base del cervello, la ghiandola pineale (o epifisi). Agisce sull'ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. Oltre che negli esseri umani essa è prodotta anche da animali, piante e microorganismi.

 



 


 

Motore di ricerca interno Carcinomaepatico.it

Condividi Sui SOCIAL -

Facebook Twitter Delicious Digg Stumbleupon Favorites More

 



CARC. EPATICO  
PROTOCOLLO 123     
PROTOCOLLO SFLTV5     
IRCAV 1     
IRCAV 2     
IRCAV 3     
IRCAV 4     
VIDEO IRCAV     
QUADRO CLINICO     
PILASTRI  
SUCCHI VERDI     
ACQUA KANGEN     
SYNCHROLEVELS     
ALOE ARBORESCENS     
GANODERMA LUCIDUM     
ASCORBATO POTASSIO     
ALIMENTAZIONE  
ALIMENTAZIONE 1     
ALIMENTAZIONE 2     
ALIMENTAZIONE 3     
ALIMENTAZIONE 4     
ALIMENTAZIONE 5     
ALIMENTAZIONE 6     
TABELLE ALIMENTARI     
RICETTE SALUTARIANE     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
STRUMENTI IRCAV  
CERTIFICO IO     
LA LIBRERIA     
PERCORSO     
LA SCELTA     
SORAFENIB     
IL CANCRO     
TUTTI I VIDEO  
VIDEO SUCCHI VERDI     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
VIDEO ACQUA KANGEN     
VIDEO IRCAV     
CANALE YOUTUBE     
INFODAY  




 

 


| Nota | Dove contattarmi | Disclaimer |

Utenti Connessi: 1030

Privacy Policy