Hericium Erinaceus - Storia - Proprieta


L'Hericium Erinaceus è un fungo raro e potente, che si trova in tutto l'emisfero Nord, più precisamente se ne ha riscontro in Europa, in Asia e nel Nord-America.

Si sviluppa su alberi di latifoglie morenti come la quercia, il noce e il faggio; spesso per raccoglierlo è necessaria una lama molto affilata. É costituito da una massa compatta di filamenti bianchi, pruinosi e gommosi della lunghezza di 2 o 3 cm, e disposti in modo ordinato fino a formare una struttura ovoidale, il suo diametro può variare dai 5 ai 20 cm, e arrivare ad un peso massimo di 2 chili.

 

 

I corpi fruttiferi scendono verso il basso simili a stalattiti e sono di un colore bianco, crema o lievemente rosati; con la maturazione il colore bianco tende a ingiallire, e tagliando una sezione dell'Hericium Erinaceus si potrà notare la somiglianza con quella di un cavolfiore con polpa bianca e cotonosa.

 

 

Il suo aspetto ha dato origine all'attribuzione di diversi nomi insoliti tra cui criniera di leone, fungo della scimmia, testa di scimmia, barba di vecchio.

In Giappone è conosciuto con il nome di Yamabushitake, dove Yamabushi significa letteralmente “ quelli che dormono nelle montagne “ e si riferisce a monaci eremiti di Shushendo del Buddismo ascetico, in quanto la forma del fungo somiglia a una veste ornamentale da loro indossata e take significa fungo.

In Cina questo fungo è chiamato Shishigashira, che significa testa di leone e Houtou che vuol dire cucciolo di scimmia.

In MTC è sempre stato utilizzato per problematiche gastroenteriche:

dalle difficoltà digestive, alla gastrite, al reflusso gastroesofageo, all'ulcera, nell'America del Nord i Nativi lo usavano come cicatrizzante nelle ferite e per fermare il sanguinamento.

L'Hericium era molto diffuso negli Stati Uniti, ma fu solamente alla fine del Novecento che un micologo americano si interessò a questo fungo, osservandolo prima nel suo habitat naturale in California, e in un secondo tempo in laboratorio, dove riuscì a farlo riprodurre, dando inizio alla prima coltura di questa specie, che consentì la sua ampia diffusione e commercializzazione e lo studio sistematico delle sue proprietà.

 

 

Nell'Hericium sono presenti 19 aminoacidi, di cui 8 essenziali.

Decisamente importante anche il contenuto di sali minerali: potassio, fosfati e tracce di altri oligoelementi come ferro, calcio, zinco, selenio e germanio.

Il germanio in particolare è una sostanza dalle numerose proprietà benefiche, mentre il selenio è un antiossidante, che protegge le cellule dall'invecchiamento e dai danni dell'inquinamento ambientale, nonché dai raggi ultravioletti.

Questo fungo contiene anche polisaccaridi, dalle note capacità immunostimolanti, acidi grassi fenoli ed ericenoni, nel micelio sono presenti dei diterpeni che prendono il nome specifico di erinacine.

 

 

Inoltre l'Hericium contiene vitamine del gruppo B e provitamine del gruppo D.

Studi preliminari attestano che, oltre ai polisaccaridi, vi sono alcuni componenti a basso peso molecolare, tra cui molecole a struttura fenolitica (hercenon A e B) e alcuni acidi grassi, in grado di compiere un'azione citotossica diretta sulle cellule tumurali.

Ulteriori studi hanno attribuito a questo fungo effetti antiossidanti, di regolazione del profilo lipidico e della glicemia, sulla riduzione dei trigliceridi e del colesterolo totale.

A livello gastro-intestinale l'Hericium ha effetti antinfiammatori e prebiotici che lo rendono decisamente efficace in tutte le patologie infiammatorie e infettive che coinvolgono le mucose del sistema digerente.

La sua azione si estende dall'esofago all'ano, ripristina l'equilibrio della flora intestinale, sfiamma le mucose riportandole all'integrità, e correggendo quindi situazioni di alterata permeabilità.

In questo ambito è un ottimo supporto al trattamento di problematiche legate alla “Leaky Gut Sindrome” (sindrome dell'intestino bucato) quali la candidosi e la cistite.

 

 

Hericium e allergie

Come tutti i funghi, anche l'Hericium è un potente immunoregolatore, utile per prevenire e trattare tutti i tipi di allergia, da quelle respiratorie, a quelle cutanee o alimentari.

Questi disturbi infatti insorgono nel momento in cui il sistema immunitario innesca una reazione importante nei confronti di sostanze che generalmente sono considerate innocue, come pollini o alcuni cibi, l'hericium apportando un effetto equilibrante limita la reazione allergica.

L'azione regolatrice di questo micete sul sistema immunitario ne fa poi un utile alleato contro i disturbi della pelle di tipo psicosomatico, come psoriasi e dermatiti.

 

 

Hericium e sistema nervoso

Diversi studi hanno confermato che l'Hericium è un valido aiuto nel trattamento delle sindromi da stress e ansia, e sembra anche che possa essere un ottimo coadiuvante nel trattamento di alcune gravi patologie neurologiche, come il morbo di Alzheimer e la sclerosi multipla, ma gli studi in questo senso devono ancora essere ampliati ed approfonditi.

Risultati molto interessanti si sono ottenuti anche nel trattamento delle demenze senili, che in seguito ad una somministrazione regolare di estratti di Hericium, risultano inequivocabilmente migliorate, inoltre sembra che questo fungo sia in grado di aumentare la concentrazione e la capacità di memoria.

 

 

Quando usare Hericium Erinaceus

Questo è un fungo bianco, indicato per la loggia Terra della MTC, stomaco-milza-pancreas, in particolare quindi, per quei soggetti che tendono a sviluppare problematiche gastroenteriche in particolar modo da somatizzazione nervosa.

L'azione di questo fungo infatti si estende al sistema nervoso non solo per le sue proprietà connesse alla stimolazione del NGF, ma anche per la sua azione sullo stress, la quale è molto articolata.

Fungo d'elezione per il reflusso gastro-esofageo, le gastriti, le ulcere gastriche e duodenali, le coliti infiammatorie e le infiammazioni acute e croniche delle mucose gastro-intestinali anche conseguenti a chemio e radioterapia.

 

 

Estratto dal libro sotto ... - Vi consiglio vivamente la lettura ;-)

 

Stefania Cazzavillan
Funghi Medicinali - Dalla Tradizione alla Scienza

Editore: Nuova Ipsa Editore
Data pubblicazione: Settembre 2011
Formato: Libro - Pag 336 - 16,5X23,5


leggi recensione

 

Io assumo Hericium due volte al giorno (1 grammo/dose-die)

utilizzo le compresse ..



Ritengo i prodotti della DXN di alta qualità..

 

 

 

 

 

 

 

Presentazione Completa e UNICA di ACQUA KANGEN

Cambia la tua acqua ---- CAMBIA LA TUA VITA ;-)

per info contattami:       arturovillamarco@gmail.com

 

Se vuoi capire come funziona guardati questi video - Nessuno ha mai spiegato meglio ;-)

 

PREVENTIVI ACQUA KANGEN
(Clicca qui)

 

per info contattami: arturovillamarco@gmail.com

 

 

-

N-Acetil Cisteina - precursore Glutatione

Il glutatione è un tripeptide naturale, vale a dire una sostanza costituita da tre amminoacidi, nell'ordine acido glutammico, cisteina e glicina.

-

L - Glutatione - Studi del ricercatore G. Puccio

Esso e' un composto organico la cui carenza nei globuli rossi congenita od acquista nel corso dell'esistenza, per via di vaccinazioni, assunzione di farmaci, droghe, alimentazione inadatta, ecc., determina il precoce invecchiamento (cellulare, sistemico ed organico) per via di un anomalo metabolismo OSSIDATIVO,..............

-

Le Virtù del Glutatione

Il Glutatione viene costruito all’interno delle cellule partendo dai tre aminoacidi che lo compongono che sono la glicina, l’acido glutammico e la cisteina. Il fattore limitante la sintesi del glutatione è la disponibilità di cisteina che è piuttosto rara negli alimenti...............

-

IL SAMe ed il Fegato - S-adenosil metionina

La S-adenosil metionina (SAM) è un coenzima coinvolto nel trasferimento di gruppi metile (un processo definito metilazione).
La molecola è anche conosciuta con il nome ademetionina o SAMe ...

-

Produzione Endogena di vitamina D

Al contrario di tutte le altre che assimiliamo dal cibo, questa vitamina viene prodotta in gran parte dal nostro organismo. Il metabolismo della vitamina D è un processo estremamente complesso: tutto ha origine in quella che potremmo definire l'industria chimica del nostro organismo, il fegato, organo che svolge un ruolo fondamentale in molti processi,.....

-

Fisiopat. vit. D - Differenziazione cellulare - Apoptosi

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina....................

-

Fisiopatologia della vitamina D - Altre malattie

Malattie autoimmuni, osteoartriti e diabete La vita a elevate altitudini aumenta il rischio di diabete tipo 1, sclerosi multipla e malattia di Crohn. Vivendo al di sotto dei 35 gradi di latitudine, per i primi 10 anni di vita, si riduce il rischio di sclerosi multipla di circa il 50%................

-

Osteoporosi e Vitamina D3

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina................

-

Vitamina E - ( Tocoferolo )

La Vitamina E o Tocoferolo è un potente antiossidante liposolubile che aiuta le cellule del nostro organismo a proteggersi dai radicali liberi, responsabili principali dell’invecchiamento cellulare. La vitamina E (tocoferolo) all’interno del nostro corpo agisce contro le patologie cardiovascolari, ............

La vitamina C

Iniziamo col dire che la vitamina C esistente in natura in frutta e verdure è molecolarmente identica all'acido L-ascorbico prodotto in laboratorio, non esiste nessuna differenza. Aggiungiamo che per un difetto genetico il nostro corpo non produce la vitamina C pertanto siamo costretti a somministrarcela per via orale,

 

Tumori: iniezioni di vitamina C ad alte dosi per uccidere cellule cancro

L'iniezione di un concentrato di vitamina C ad alte dosi può aiutare a eliminare le cellule tumorali. A stabilirlo, per ora sui topi, è una ricerca dell'Università del Kansas pubblicata su 'Science Translational Medicine'. Secondo gli scienziati, la somministrazione per via endovenosa di vitamina C potrebbe...........

 

 

Vitamina C? - sopravvalutata

Molti giornali nei giorni scorsi hanno eletto la vitamina C a farmaco antitumorale, usando espressioni come “la vitamina C tiene a bada il cancro” quando addirittura non è stata usata la parola “cura”. Tutto parte da una pubblicazione su Science Translational Medicine, ma tra quello che lo studio dice e quello che gli autori hanno gettato in pasto ai media c’è un bel po’ di differenza.

 

La vitamina C in gravidanza protegge il cervello del bebè

Via libera al ribes, ai peperoni, ai kiwi, ai broccoli, ai cavoli, alle arance e ai mandarini: in gravidanza, oltre ad aiutare il senso di sazietà favorendo una dieta sana e variegata, aiutano anche ad apportare la giusta quantità di vitamina C nell'organismo, indispensabile per un sano sviluppo cerebrale del nascituro.

 

La Melatonina

La melatonina, chimicamente N-acetil-5-metossitriptamina, è una sostanza prodotta da una ghiandola posta alla base del cervello, la ghiandola pineale (o epifisi). Agisce sull'ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. Oltre che negli esseri umani essa è prodotta anche da animali, piante e microorganismi.

 



 


 

Motore di ricerca interno Carcinomaepatico.it

Condividi Sui SOCIAL -

Facebook Twitter Delicious Digg Stumbleupon Favorites More

 



CARC. EPATICO  
PROTOCOLLO 123     
PROTOCOLLO SFLTV5     
IRCAV 1     
IRCAV 2     
IRCAV 3     
IRCAV 4     
VIDEO IRCAV     
QUADRO CLINICO     
PILASTRI  
SUCCHI VERDI     
ACQUA KANGEN     
SYNCHROLEVELS     
ALOE ARBORESCENS     
GANODERMA LUCIDUM     
ASCORBATO POTASSIO     
ALIMENTAZIONE  
ALIMENTAZIONE 1     
ALIMENTAZIONE 2     
ALIMENTAZIONE 3     
ALIMENTAZIONE 4     
ALIMENTAZIONE 5     
ALIMENTAZIONE 6     
TABELLE ALIMENTARI     
RICETTE SALUTARIANE     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
STRUMENTI IRCAV  
CERTIFICO IO     
LA LIBRERIA     
PERCORSO     
LA SCELTA     
SORAFENIB     
IL CANCRO     
TUTTI I VIDEO  
VIDEO SUCCHI VERDI     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
VIDEO ACQUA KANGEN     
VIDEO IRCAV     
CANALE YOUTUBE     
INFODAY  




 

 


| Nota | Dove contattarmi | Disclaimer |

Utenti Connessi: 1008

Privacy Policy