Graviola, un miracolo della natura!


 

Che Madre Natura sia la nostra migliore amica e che da Lei non si finisce mai di apprendere non ho mai avuto dubbi. Quindi oggi condivido questo "passa parola" sulle informazioni riguardanti la Graviola

Il Sour Sop (nome in inglese) o il frutto della Graviola è naturale rimedio per debellare le cellule del cancro.

Rimedio 10.000 volte più forte rispetto alla chemioterapia.

Perché non siamo a conoscenza di questo?

Perché alcune grande società volevano recuperare i soldi investiti in anni di ricerca, cercando di fare una versione “chimica” di questo rimedio per la vendita. Molte persone sono morte invano, mentre queste case farmaceutiche tenevano nascosto il segreto della Graviola, incassando milioni di dollari.

E’ giusto quindi passare le informazioni ad amici e conoscenti, in modo che al momento del bisogno possano avere la possibilità di scegliere se usufruirne, anche come prevenzione.

Il sapore è gradevole, ed è un prodotto completamente naturale. Gli effetti collaterali sono da considerarsi nell'uso improprio (come ad esempio se si adopera in dosi elevate, ma, forse è inutile ribadirlo, si sa già che ... “il troppo stroppia”!).

Questa pianta ha molti benefici, ma è rinomata persuoi ottimi effetti anti-cancro.

Essa è un rimedio provato contro il cancro di ogni tipo, ma oltre a questo, la Graviola è un agente antimicrobico ad ampio spettro per le infezioni, sia batteriche che fungine, è efficace contro parassiti interni e vermi, abbassa la pressione sanguigna alta e viene utilizzato per i disturbi della depressione, stress e nervoso.

 

 

Ecco la storia dell’albero di Graviola:

La verità è incredibilmente semplice: nel profondo della foresta amazzonica cresce un albero che potrebbe letteralmente rivoluzionare quello che, il medico, e il resto del mondo pensa rispetto al possibile trattamento del cancro e alle possibilità di sopravvivenza.

Il futuro non è mai stato più promettente. La ricerca mostra che, con estratti di questa pianta miracolosa ora può essere possibile:

* Combattere il cancro definitivamente con una terapia tutta naturale che non causa nausea, perdita di peso e perdita di capelli (come accade con la chemioterapia).

* Proteggere il sistema immunitario ed evitare infezioni mortali.

* Sentirsi più forti e sani durante tutto il corso del trattamento.

* Aumentare l’energia e migliorare la visione della vita.

 

 

La fonte di queste informazioni è altrettanto sorprendente:

Viene da uno dei più grandi produttori di farmaci Americani ed è frutto di oltre 20 test di laboratorio effettuati fin dal 1970!

Ecco che cosa i test hanno evidenziato:

* Efficace nel colpire e uccidere le cellule maligne in 12 tipi di cancro, tra cui quello del colon, del seno, della prostata, del polmone e del pancreas.

* I composti dell’albero di Graviola hanno dimostrato di essere fino a 10.000 volte più forte nel rallentare la crescita delle cellule tumorali rispetto all’Adriamicina (un farmaco chemioterapico comunemente usato nella cura del cancro).

* A differenza della chemioterapia, il composto estratto dall’albero di Graviola uccide solo le cellule tumorali senza danneggiare le cellule sane!!!

Le incredibili proprietà anti-cancro della Graviola sono state ampiamente studiate, e allora perché non avete mai sentito parlare? Varie parti dell’albero di Graviola, compresa la corteccia, le foglie, le radici, frutta e i semi-sono stati utilizzati per secoli dagli uomini della medicina e Indiani nativi d’America per curare le malattie cardiache, asma, problemi al fegato e l'artrite.

Proseguendo, una nota società farmaceutica americana, riversò denaro e risorse per provare le proprietà anti-tumorali dell’albero di Graviola, rimanendo scioccati dai risultati.

 

 

La Graviola ha dimostrato di essere un uccisore del cancro.

Ma è qui che purtroppo ha termine la sua storia. La società ricercatrice, ha un problema enorme con questo albero: essendo un prodotto del tutto naturale, ai sensi del diritto federale non è brevettabile. Non c'è modo di fare profitti con la Graviola.

La stessa casa farmaceutica ha investito quindi quasi sette anni a cercare di sintetizzare due ingredienti della Graviola anti cancro, ma non è stato possibile sintetizzarne in alcun modo i suoi principi attivi. L'originale semplicemente non poteva essere replicato.

Non c'era modo con cui la società farmaceutica in questione avesse potuto proteggere i propri interessi e riavere il denaro investito nella ricerca, così abbandonò il progetto e decise di non pubblicare i risultati della sua ricerca!

Per fortuna, però, uno scienziato del team della ricerca portò alla luce quanto scoperto, e pur rischiando il futuro della sua carriera, contattò una società dedita alla raccolta delle piante medicinali della foresta pluviale amazzonica e denunciò la cosa.

 

 

Miracolo!

Quando la notizia venne alla luce, scatenò diverse turbolente polemiche. Il National Cancer Institute eseguì la prima ricerca scientifica nel 1976. I risultati dimostrarono che le foglie e gli steli della Graviola erano trovati efficaci per attaccare e distruggere le cellule malate. Inspiegabilmente, questi risultati sono stati pubblicati in un rapporto interno e mai rilasciato al pubblico .

Dunque, dal 1976 la Graviola ha dimostrato di essere un killer del cancro immensamente potente in 20 test di laboratorio indipendenti, ma nessuno studio randomizzato doppio cieco è mai stato avviato.

Uno studio pubblicato sul Journal of Natural Products, a seguito di un recente studio condotto presso l'Università Cattolica della Corea del Sud ha dichiarato che una sostanza della Graviola è in grado di uccidere selettivamente le cellule tumorali del colon con una potenza 10.000 superiore al farmaco chemioterapico comunemente usato come la Adriamicina.

La relazione dell'Università Cattolica della Corea del Sud rivela che la Graviola ha dimostrato di mirare selettivamente le cellule tumorali lasciando intatte le cellule sane, a differenza della chemioterapia che mira indiscriminatamente a tutte le cellule che attivamente si riproducono e che causa quegli effetti collaterali spesso devastanti di nausea, perdita dei capelli e delle difese immunitarie nei pazienti oncologici.

Uno studio della Purdue University ha recentemente provato che le foglie della Graviola uccidono le cellule cancerogene tra sei linee di cellule umane e sono particolarmente efficaci contro i tumori della prostata, del pancreas e del polmone.

 

Tratto da un articolo di Juicing Vegetables e Rawforbeauty.

Silvia Pepe, Smile Therapy

 

 

Studi

 

 

 

Tutte le parti del frutto sono utili ..

La prossima volta che si vuole bere un succo di frutta, chiedetene uno al Guanàbana.

Quante persone muoiono mentre questo segreto è stato gelosamente custodito in modo da non rischiare il profitto di multinazionali miliardarie? Come ben sapete, l’albero di Graviola è basso, non occupa molto spazio. Il frutto è grande e dolce con la polpa bianca. Va mangiato, direttamente o si può utilizzare per fare bevande, sorbetti, dolci e così via.

L’interesse di questa pianta è dovuto ai suoi forti effetti anti-cancerogeni, e anche se le attribuiscono molte altre proprietà, la più interessante è l’effetto che produce contro i tumori. Questa pianta è un rimedio per il cancro provata per tutti i tipi di tumori.

 

La Graviola distrugge cellule tumorali

La Graviola è una pianta che ha effetti 10.000 volte più potenti della chemioterapia per la distruzione delle cellule tumorali La pianta sembra originaria delle Antille, ma già ai tempi dell’arrivo dei primi coloni spagnoli era diffuso in tutto il Tropico americano. In breve tempo si diffuse anche in Asia meridionale dove il frutto è coltivato e frequente nei mercati.

Su scala limitata si trova anche al Nord dell’Australia e pochi esemplari nel Sud della Florida.

Ottimo fruttifero tropicale, produce un frutto grande, il peso può arrivare a 2 kg., buccia verde, con aculei morbidi, internamente bianco, morbido, succoso, assai dolce.

Il Guanàbana che è il nome del frutto della pianta è un prodotto miracoloso per uccidere le cellule cancerogene. E’ 10.000 volte più potente della chemioterapia. Quindi adesso che lo sapete potreste aiutare un’amico/a che necessita cure per la malattia, fategli sapere che conviene bersi un succo di Guanàbana il quale ha un sapore gradevole e cosa più importante, non produce gli effetti orribili della chemioterapia. Se poi si ha la possibilità, procuratevi una pianta di Graviola e piantatela nel vostro giardino. Tutte le parti del frutto sono utili .. La prossima volta che si vuole bere un succo di frutta, chiedetene uno al Guanàbana.

Questa pianta è un rimedio per il cancro provata per tutti i tipi di tumori.

Alcuni dicono che è utile in tutte le sue varianti, considerato anche come un agente antimicrobico contro infezioni batteriche e fungine. E’ efficace contro i parassiti interni e vermi, regola la pressione arteriosa alta e antidepressiva, combatte stress e disturbi nervosi.

La verità è semplice: nella “Foresta Amazzonica” cresce un albero che potrebbe rivoluzionare quello che voi, i vostri medici, e il resto del mondo pensano riguardo il trattamento del cancro e le opportunità di sopravvivenza che offre, non è mai stato presentato un quadro così promettente riguardo la malattia.

Le ricerche eseguite su questo frutto, con estratti di questa pianta miracolosa, sono incoraggianti. Qui ci sono alcune conclusioni:

- E ‘una terapia naturale che non causa nausea o perdita di peso o dei capelli.

- Protegge il sistema immunitario, prevenendo infezioni mortali

- La persona si sente più forte e più sana durante il trattamento.

- Questo rinnovamento della propria energia migliora le prospettive di vita. La fonte di queste informazioni è affascinante: Proviene da uno dei produttori di farmaci più grandi del mondo, e dice che dopo più di 20 test in laboratorio, condotti dal 1970 le scoperte sono le seguenti:

– Distruggere le cellule maligne in 12 tipi di cancro, tra cui colon, mammella, prostata, polmone e pancreas.

– I composti di questo albero dimostrano una miglioria della malattia, ritardando di 10.000 volte la crescita delle cellule tumorali rispetto il prodotto che viene usato normalmente per questa malessere “Adriamicina”, che è il farmaco usato per la chemioterapia.

– E cosa è ancora più sorprendente: Questo tipo di terapia, con l’estratto di graviola, distrugge solo le cellule tumorali maligne e non influisce sulle cellule sane.

 

fonte: Coscienza-universale.com

 

Controindicazioni

Prima di gettarsi anima e corpo nel consumo di graviola sarebbe bene tenere a mente che:

1. I soggetti ipertesi che stanno seguendo una terapia debbono stare attenti per evitare di buttar giù troppo la pressione arteriosa;

2. Potrebbero comparire principi di nausea e vomito;

3. Le donne in gravidanza dovrebbero farne a meno per evitare eventuali stimolazioni uterine indesiderate;

4. I soggetti oggetto di cure antidepressive dovrebbero rendere partecipe il proprio medico dell'assunzione del frutto per evitare che le dosi farmacologiche risultino eccessive;

5. Chi soffre di ipotensione dovrebbe farne a meno;

6. Occhio ai dosaggi e a non superare i 30 giorni d'uso della graviola sotto forma di integratore. Bisognerebbe assumerla a cicli.

 

Uno studio pubblicato sul Journal of natural products, a seguito di una analoga ricerca condotta dall’Università Cattolica della Corea del Sud, è stato scritto che la Graviola è in grado di uccidere selettivamente le cellule tumorali del colon con una potenza 10.000 volte superiore al farmaco chemioterapico comunemente usato come la Adriamicina (farmaco dotato di un ampio spettro antitumorale)

 

 

 

 

 

Presentazione Completa e UNICA di ACQUA KANGEN

Cambia la tua acqua ---- CAMBIA LA TUA VITA ;-)

per info contattami:       arturovillamarco@gmail.com

 

Se vuoi capire come funziona guardati questi video - Nessuno ha mai spiegato meglio ;-)

 

PREVENTIVI ACQUA KANGEN
(Clicca qui)

 

per info contattami: arturovillamarco@gmail.com

 

 

-

N-Acetil Cisteina - precursore Glutatione

Il glutatione è un tripeptide naturale, vale a dire una sostanza costituita da tre amminoacidi, nell'ordine acido glutammico, cisteina e glicina.

-

L - Glutatione - Studi del ricercatore G. Puccio

Esso e' un composto organico la cui carenza nei globuli rossi congenita od acquista nel corso dell'esistenza, per via di vaccinazioni, assunzione di farmaci, droghe, alimentazione inadatta, ecc., determina il precoce invecchiamento (cellulare, sistemico ed organico) per via di un anomalo metabolismo OSSIDATIVO,..............

-

Le Virtù del Glutatione

Il Glutatione viene costruito all’interno delle cellule partendo dai tre aminoacidi che lo compongono che sono la glicina, l’acido glutammico e la cisteina. Il fattore limitante la sintesi del glutatione è la disponibilità di cisteina che è piuttosto rara negli alimenti...............

-

IL SAMe ed il Fegato - S-adenosil metionina

La S-adenosil metionina (SAM) è un coenzima coinvolto nel trasferimento di gruppi metile (un processo definito metilazione).
La molecola è anche conosciuta con il nome ademetionina o SAMe ...

-

Produzione Endogena di vitamina D

Al contrario di tutte le altre che assimiliamo dal cibo, questa vitamina viene prodotta in gran parte dal nostro organismo. Il metabolismo della vitamina D è un processo estremamente complesso: tutto ha origine in quella che potremmo definire l'industria chimica del nostro organismo, il fegato, organo che svolge un ruolo fondamentale in molti processi,.....

-

Fisiopat. vit. D - Differenziazione cellulare - Apoptosi

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina....................

-

Fisiopatologia della vitamina D - Altre malattie

Malattie autoimmuni, osteoartriti e diabete La vita a elevate altitudini aumenta il rischio di diabete tipo 1, sclerosi multipla e malattia di Crohn. Vivendo al di sotto dei 35 gradi di latitudine, per i primi 10 anni di vita, si riduce il rischio di sclerosi multipla di circa il 50%................

-

Osteoporosi e Vitamina D3

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina................

-

Vitamina E - ( Tocoferolo )

La Vitamina E o Tocoferolo è un potente antiossidante liposolubile che aiuta le cellule del nostro organismo a proteggersi dai radicali liberi, responsabili principali dell’invecchiamento cellulare. La vitamina E (tocoferolo) all’interno del nostro corpo agisce contro le patologie cardiovascolari, ............

La vitamina C

Iniziamo col dire che la vitamina C esistente in natura in frutta e verdure è molecolarmente identica all'acido L-ascorbico prodotto in laboratorio, non esiste nessuna differenza. Aggiungiamo che per un difetto genetico il nostro corpo non produce la vitamina C pertanto siamo costretti a somministrarcela per via orale,

 

Tumori: iniezioni di vitamina C ad alte dosi per uccidere cellule cancro

L'iniezione di un concentrato di vitamina C ad alte dosi può aiutare a eliminare le cellule tumorali. A stabilirlo, per ora sui topi, è una ricerca dell'Università del Kansas pubblicata su 'Science Translational Medicine'. Secondo gli scienziati, la somministrazione per via endovenosa di vitamina C potrebbe...........

 

 

Vitamina C? - sopravvalutata

Molti giornali nei giorni scorsi hanno eletto la vitamina C a farmaco antitumorale, usando espressioni come “la vitamina C tiene a bada il cancro” quando addirittura non è stata usata la parola “cura”. Tutto parte da una pubblicazione su Science Translational Medicine, ma tra quello che lo studio dice e quello che gli autori hanno gettato in pasto ai media c’è un bel po’ di differenza.

 

La vitamina C in gravidanza protegge il cervello del bebè

Via libera al ribes, ai peperoni, ai kiwi, ai broccoli, ai cavoli, alle arance e ai mandarini: in gravidanza, oltre ad aiutare il senso di sazietà favorendo una dieta sana e variegata, aiutano anche ad apportare la giusta quantità di vitamina C nell'organismo, indispensabile per un sano sviluppo cerebrale del nascituro.

 

La Melatonina

La melatonina, chimicamente N-acetil-5-metossitriptamina, è una sostanza prodotta da una ghiandola posta alla base del cervello, la ghiandola pineale (o epifisi). Agisce sull'ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. Oltre che negli esseri umani essa è prodotta anche da animali, piante e microorganismi.

 



 


 

Motore di ricerca interno Carcinomaepatico.it

Condividi Sui SOCIAL -

Facebook Twitter Delicious Digg Stumbleupon Favorites More

 



CARC. EPATICO  
PROTOCOLLO 123     
PROTOCOLLO SFLTV5     
IRCAV 1     
IRCAV 2     
IRCAV 3     
IRCAV 4     
VIDEO IRCAV     
QUADRO CLINICO     
PILASTRI  
SUCCHI VERDI     
ACQUA KANGEN     
SYNCHROLEVELS     
ALOE ARBORESCENS     
GANODERMA LUCIDUM     
ASCORBATO POTASSIO     
ALIMENTAZIONE  
ALIMENTAZIONE 1     
ALIMENTAZIONE 2     
ALIMENTAZIONE 3     
ALIMENTAZIONE 4     
ALIMENTAZIONE 5     
ALIMENTAZIONE 6     
TABELLE ALIMENTARI     
RICETTE SALUTARIANE     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
STRUMENTI IRCAV  
CERTIFICO IO     
LA LIBRERIA     
PERCORSO     
LA SCELTA     
SORAFENIB     
IL CANCRO     
TUTTI I VIDEO  
VIDEO SUCCHI VERDI     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
VIDEO ACQUA KANGEN     
VIDEO IRCAV     
CANALE YOUTUBE     
INFODAY  




 

 

| Nota | Dove contattarmi | Disclaimer |

Utenti Connessi: 177

Privacy Policy