19 Farine Senza Glutine Adatte ai Celiaci


 

Le farine senza glutine adatte ai celiaci sono molto versatili in cucina e possono essere utilizzate per la preparazione di prodotti da forno come pizze e focacce ma anche per fare la pasta o dolci e biscotti.

Alcune di queste farine si trovano più facilmente in commercio, altre invece si possono reperire nei negozi di alimentazione specializzata, erboristerie oppure si possono acquistare online.

1. Farina di Sorgo
La farina di sorgo è ricca di proteine, ferro e fibre alimentari. Possiede un’elevata attività antiossidante che contribuisce a ridurre il rischio di cancro, malattie coronariche e alcune malattie neurologiche. Inoltre, l’amido e le proteine contenute nella farina di sorgo richiedono più tempo per essere digerite, per questo motivo è particolarmente utile per le persone affette da diabete. È utilizzata per creare dei buonissimi pancakes, focacce, pane dolce e biscotti.

2. Farina di Riso
Il riso rappresenta uno degli alimenti più sani al mondo. La farina di riso è naturalmente priva di glutine, ad alto contenuto di carboidrati ma ricca di fibre e selenio e povera di grassi. E’ prodotta dalla macinazione del riso bianco che è privato dello strato esterno di crusca. Questo tipo di farina per celiaci rappresenta l’ingrediente principale per cracker, gnocchi e biscotti, ma viene anche utilizzata come addensante per zuppe e minestre.

3. Farina di Miglio
Tra le farine senza glutine, quella di miglio è un’ottima fonte di minerali come ferro, fosforo, manganese e magnesio e molte vitamine del gruppo B. La farina di miglio molto nutriente poiché possiede il 15% della quota proteica ed è una grande fonte di energia quindi ideale soprattutto per gli sportivi. In cucina può essere utile per realizzare torte e biscotti, ma anche per fare delle ottime crepes. Come per le altre farine senza glutine, anche quella di miglio si può acquistare online.

4. Farina di Amaranto
La farina di amaranto ha la percentuale più alta di proteine e di fibre rispetto ad altre farine per celiaci (circa 15 grammi di proteine su 100 grammi di prodotto). Costituisce una fonte principale di calcio, magnesio e ferro, una buona fonte di acidi grassi polinsaturi in quantità simili a quelle dell’olio d’oliva. Inoltre possiede un eccellente contenuto di lisina, un amminoacido essenziale per la formazione delle proteine. Per natura, la farina di amaranto assorbe l’acqua molto facilmente, rappresenta quindi un ottimo addensante per salse, zuppe e stufati.

5. Farina di Castagne
Questo tipo di farina per celiaci è apprezzata dai nutrizionisti per l’elevato contenuto di vitamina C, ma anche per gli elevati livelli di manganese, vitamina B6 e rame. In 100 grammi di farina di castagne troviamo una fonte di carboidrati amidacei non indifferente ma anche di fibra alimentare utile per tutte le persone che vogliono perdere peso. È utile sapere che la farina di castagne contiene discreti livelli di acido fitico che lega nutrienti come calcio, ferro e magnesio rendendoli biodisponibili.

6. Farina di Grano
Saraceno La farina di grano saraceno contiene 4 volte più ferro e calcio, 9 volte più magnesio e potassio e circa il doppio di zinco, rame e manganese rispetto ad altre farine senza glutine, diventando quindi la fonte migliore di minerali essenziali. Contiene proteine vegetali biologicamente disponibili, un equilibrio di amminoacidi essenziali e non essenziali, che costituiscono i mattoncini per formare le proteine. Come gli agrumi, è ricca di rutina, un potente antiossidante dei flavonoidi e non può mancare anche una discreta quantità di fibra solubile. Leggi anche:Cibi Antiossidanti Per Mantenersi Sempre Giovani e Sani

7. Farina di ceci
È un cibo ad alto contenuto di carboidrati quindi una fonte immediata di energia, utile per svolgere numerose attività mentali e fisiche. Le abbondanti proteine contenute nella farina di ceci, così come il contenuto di fibra solubile, contribuiscono migliorare la circolazione. Tra i minerali sono presenti potassio, fosforo e magnesio e tra le vitamine prevale quelle del gruppo B in particolare la B9 conosciuta come acido folico. Con questa farina senza glutine solitamente si creano farinate e crepes. La farina di ceci, tra tutte le farine senza glutine, è la migliore per sostituire le uova nelle frittate. Inoltre può essere usata nei ripieni per verdure e nei burger vegetali per compattare l’impasto.

8. Farina di Lupini
La farina di lupini è ricca di proteine, fibra alimentare e ha un bassissimo contenuto di grassi. Presenta un basso contenuto di amido, caratteristica che conferisce al prodotto un basso indice glicemico, controllando rispettivamente la risposta glicemica e insulinica. Le proteine contenute in questa farina per celiaci hanno dimostrato di modificare favorevolmente i profili lipidici stimolando le cellule del fegato a raccogliere e degradare il colesterolo cattivo (LDL). Infine, la farina di lupini rappresenta una delle migliori fonti di amminoacidi, tra cui l’arginina che si pensa sia in grado di migliorare il funzionamento dei vasi sanguigni. In più abbassa il pH del colon, agisce come un prebiotico, quindi favorisce il transito intestinale. In cucina, come molte altre farine senza glutine, può essere utilizzata per fare pane, biscotti e torte. Si può acquistare in erboristeria oppure online.

9. Farina di Soia
Quella di soia è una farina per celiaci ricca proteine di altissima qualità, fibre alimentari e importanti elementi bioattivi come gli isoflavoni, che secondo alcuni studi scientifici alleviano i sintomi della menopausa come ad esempio le vampate di calore, mantengono le ossa sane e prevengono tumori al seno e alla prostata. Questo alimento senza glutine offre una buona fonte di ferro, potassio e vitamine del gruppo B. L’assunzione giornaliera di fibra con la farina di soia aumenta la sazietà, aiutando allo stesso modo a ridurre il colesterolo totale e LDL.

10. Farina di Tapioca (amido)
Conosciuta in tutto il mondo per la sua composizione molto alta in carboidrati, vitamine e minerali, questa farina adatta ai celiaci vitamine del gruppo B e vitamina K, essenziale per lo sviluppo delle ossa e per la salute mentale così come ferro, manganese, calcio e rame. Tradizionalmente usata per creare budini, caramelle e dolci, ma con l’industrializzazione oggi viene anche usata come addensante in salse o sughi. Può esserle un po’ difficile reperirla nei supermercati ma si trova facilmente nei negozi online.

11. Farina di Teff
Appartenente alla famiglia dei cosiddetti “grani antichi”, che a differenza di molte farine integrali si adatta allo stile di vita di un celiaco. A livello nutrizionale il teff è un cereale adorato dai vegetariani e vegani per il suo alto contenuto proteico e per il suo contenuto di calcio. La farina di teff è senza glutine e si utilizza molto per creare dei porrige da gustare a colazione con un po’ di frutta fresca. Leggi anche: 3 Idee Per Una Colazione Vegan Equilibrata

12. Farina di Quinoa
La farina di quinoa è senza glutine e contiene tutti e nove gli amminoacidi essenziali di cui abbiamo bisogno per la nostra salute. A differenza di alcune proteine vegetali, le proteine della quinoa sono molto digeribili. Ottima fonte di acidi grassi essenziali (omega 3 e 6), vitamina E come antiossidante e minerali quali manganese e rame con cui collabora per la funzione di un potente antiossidante chiamato superossido dismutasi. Questa farina può essere utilizzata insieme ad altre farine per celiaci allo scopo di migliorare il contenuto di proteine, minerali e fibre, dato che possiede un’elevata concentrazione di ossalati, un gruppo di acidi organici che tende a formare calcoli renali nell’organismo. Leggi anche: Proprietà della Quinoa: 18 Motivi per Mangiarla Ogni Giorno

13. Farina di Canapa
La farina di canapa è ricca di sostanze proteiche dunque contiene tutti gli amminoacidi essenziali e questo la rende una fantastica fonte di proteine. Ricca di fibre, magnesio, fitosteroli, calcio, ferro, potassio è anche una buona fonte di vitamina E, raccomandata per la prevenzione del cancro. Tra le tante farine senza glutine, quella di canapa possiede ottime fonti di omega 3 e omega 6; si tratta quindi di un alimento antinfiammatorio. Nella farina di canapa è stata rilevata la presenza della vitamina A e delle vitamine del gruppo B. Leggi anche: I 10 Migliori Antinfiammatori Naturali da Portare in Tavola

14. Farina di Vinaccioli
Nota per i numerosi benefici che apporta alla salute, la farina di vinaccioli si ricava dai semi d’uva e si presenta come una polvere fine che può essere aggiunta ai prodotti da forno. Aiuta a regolare il metabolismo degli acidi grassi e del colesterolo, è un ingrediente ricco di flavonoidi utili per prevenire l’obesità e il fegato grasso. Ha un potere antiossidante eccellente in quanto è in grado di arrestare la crescita delle cellule tumorali del colon. In cucina si utilizza per fare i pancakes, dolci, biscotti e cracker. Il prezzo è un po’ alto ma sicuramente vale la pena di acquistarla.

15. Farina di Cocco
Considerata anallergica, la farina di cocco batte tutte le altre farine senza glutine rispetto al suo contenuto di fibra e un altro vantaggio è l’alto contenuto proteico. Contiene acido laurico, un acido grasso presente nel latte materno che possiede proprietà antivirali, antifungine e antimicrobiche. Si può utilizzare la farina di cocco per sostituire le altre farine per celiaci fino al 30% e creare muffin, pane, biscotti, torte. Sicuramente un’ottima soluzione per mangiare sano e con gusto.

16. Farina di Chia
La farina di chia può essere un ingrediente molto prezioso per le vostre ricette per il suo contenuto di acidi grassi Omega 3, importanti per la salute poiché riducono l’infiammazione e il rischio per le malattie cardiovascolari. Con i suoi 11 grammi di fibra contribuisce a mantenere normali i livelli di colesterolo buono inoltre si è scoperto essere anche un’ottima fonte di calcio.

17. Farina di Fagioli
La farina di fagioli possiede ottime proprietà antiossidanti per la prevenzione di patologie associate allo stress ossidativo. Ottimo è il suo contenuto proteico rispetto a quello dei carboidrati. Questa farina adatta ai celiaci possiede il più alto contenuto di fibra rispetto a tutte le altre farine senza glutine ricavate dai legumi, per questo motivo è più adatta per la riduzione del colesterolo cattivo. In cucina è ideale per pasta, pane e crepes. Leggi anche: I 6 Migliori Alimenti per Abbassare il Colesterolo

18. Farina di Fave
Ricca di fitonutrienti che proteggono dal rischio di cancro al seno. Contiene un precursore della dopamina (levodopa) associato con un buon funzionamento dei movimenti del corpo. La farina di fave costituisce un’ottima fonte di folati, in particolare di vitamina B12 ma anche di minerali quali ferro, potassio, magnesio e calcio. È consigliata in cucina per creare pane, torte salate e pasta.

19. Farina di Mandorle, di Arachidi, di Nocciole, di Noci
Le farine senza glutine derivate dalla frutta secca sono ricche di grassi monoinsaturi, alto contenuto proteico e a basso indice glicemico, sono associate al ridotto rischio di malattie cardiache. L’azione antiossidante della vitamina E trovata in queste farine ha come effetto principale quello di abbassare il colesterolo. Inoltre, non mancano i minerali essenziali quali magnesio e potassio. Sono ottime per l’impiego in pasticceria, per torte, biscotti e frittelle oppure al posto del pangrattato in burger vegetali e polpette.

 




Fonte: vivere-armoniosamente.it

 

 

 

 

Presentazione Completa e UNICA di ACQUA KANGEN

Cambia la tua acqua ---- CAMBIA LA TUA VITA ;-)

per info contattami:       arturovillamarco@gmail.com

 

Se vuoi capire come funziona guardati questi video - Nessuno ha mai spiegato meglio ;-)

 

PREVENTIVI ACQUA KANGEN
(Clicca qui)

 

per info contattami: arturovillamarco@gmail.com

 

 

-

N-Acetil Cisteina - precursore Glutatione

Il glutatione è un tripeptide naturale, vale a dire una sostanza costituita da tre amminoacidi, nell'ordine acido glutammico, cisteina e glicina.

-

L - Glutatione - Studi del ricercatore G. Puccio

Esso e' un composto organico la cui carenza nei globuli rossi congenita od acquista nel corso dell'esistenza, per via di vaccinazioni, assunzione di farmaci, droghe, alimentazione inadatta, ecc., determina il precoce invecchiamento (cellulare, sistemico ed organico) per via di un anomalo metabolismo OSSIDATIVO,..............

-

Le Virtù del Glutatione

Il Glutatione viene costruito all’interno delle cellule partendo dai tre aminoacidi che lo compongono che sono la glicina, l’acido glutammico e la cisteina. Il fattore limitante la sintesi del glutatione è la disponibilità di cisteina che è piuttosto rara negli alimenti...............

-

IL SAMe ed il Fegato - S-adenosil metionina

La S-adenosil metionina (SAM) è un coenzima coinvolto nel trasferimento di gruppi metile (un processo definito metilazione).
La molecola è anche conosciuta con il nome ademetionina o SAMe ...

-

Produzione Endogena di vitamina D

Al contrario di tutte le altre che assimiliamo dal cibo, questa vitamina viene prodotta in gran parte dal nostro organismo. Il metabolismo della vitamina D è un processo estremamente complesso: tutto ha origine in quella che potremmo definire l'industria chimica del nostro organismo, il fegato, organo che svolge un ruolo fondamentale in molti processi,.....

-

Fisiopat. vit. D - Differenziazione cellulare - Apoptosi

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina....................

-

Fisiopatologia della vitamina D - Altre malattie

Malattie autoimmuni, osteoartriti e diabete La vita a elevate altitudini aumenta il rischio di diabete tipo 1, sclerosi multipla e malattia di Crohn. Vivendo al di sotto dei 35 gradi di latitudine, per i primi 10 anni di vita, si riduce il rischio di sclerosi multipla di circa il 50%................

-

Osteoporosi e Vitamina D3

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina................

-

Vitamina E - ( Tocoferolo )

La Vitamina E o Tocoferolo è un potente antiossidante liposolubile che aiuta le cellule del nostro organismo a proteggersi dai radicali liberi, responsabili principali dell’invecchiamento cellulare. La vitamina E (tocoferolo) all’interno del nostro corpo agisce contro le patologie cardiovascolari, ............

La vitamina C

Iniziamo col dire che la vitamina C esistente in natura in frutta e verdure è molecolarmente identica all'acido L-ascorbico prodotto in laboratorio, non esiste nessuna differenza. Aggiungiamo che per un difetto genetico il nostro corpo non produce la vitamina C pertanto siamo costretti a somministrarcela per via orale,

 

Tumori: iniezioni di vitamina C ad alte dosi per uccidere cellule cancro

L'iniezione di un concentrato di vitamina C ad alte dosi può aiutare a eliminare le cellule tumorali. A stabilirlo, per ora sui topi, è una ricerca dell'Università del Kansas pubblicata su 'Science Translational Medicine'. Secondo gli scienziati, la somministrazione per via endovenosa di vitamina C potrebbe...........

 

 

Vitamina C? - sopravvalutata

Molti giornali nei giorni scorsi hanno eletto la vitamina C a farmaco antitumorale, usando espressioni come “la vitamina C tiene a bada il cancro” quando addirittura non è stata usata la parola “cura”. Tutto parte da una pubblicazione su Science Translational Medicine, ma tra quello che lo studio dice e quello che gli autori hanno gettato in pasto ai media c’è un bel po’ di differenza.

 

La vitamina C in gravidanza protegge il cervello del bebè

Via libera al ribes, ai peperoni, ai kiwi, ai broccoli, ai cavoli, alle arance e ai mandarini: in gravidanza, oltre ad aiutare il senso di sazietà favorendo una dieta sana e variegata, aiutano anche ad apportare la giusta quantità di vitamina C nell'organismo, indispensabile per un sano sviluppo cerebrale del nascituro.

 

La Melatonina

La melatonina, chimicamente N-acetil-5-metossitriptamina, è una sostanza prodotta da una ghiandola posta alla base del cervello, la ghiandola pineale (o epifisi). Agisce sull'ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. Oltre che negli esseri umani essa è prodotta anche da animali, piante e microorganismi.

 



 


 

Motore di ricerca interno Carcinomaepatico.it

Condividi Sui SOCIAL -

Facebook Twitter Delicious Digg Stumbleupon Favorites More

 



CARC. EPATICO  
PROTOCOLLO 123     
PROTOCOLLO SFLTV5     
IRCAV 1     
IRCAV 2     
IRCAV 3     
IRCAV 4     
VIDEO IRCAV     
QUADRO CLINICO     
PILASTRI  
SUCCHI VERDI     
ACQUA KANGEN     
SYNCHROLEVELS     
ALOE ARBORESCENS     
GANODERMA LUCIDUM     
ASCORBATO POTASSIO     
ALIMENTAZIONE  
ALIMENTAZIONE 1     
ALIMENTAZIONE 2     
ALIMENTAZIONE 3     
ALIMENTAZIONE 4     
ALIMENTAZIONE 5     
ALIMENTAZIONE 6     
TABELLE ALIMENTARI     
RICETTE SALUTARIANE     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
STRUMENTI IRCAV  
CERTIFICO IO     
LA LIBRERIA     
PERCORSO     
LA SCELTA     
SORAFENIB     
IL CANCRO     
TUTTI I VIDEO  
VIDEO SUCCHI VERDI     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
VIDEO ACQUA KANGEN     
VIDEO IRCAV     
CANALE YOUTUBE     
INFODAY  




 

 


| Nota | Dove contattarmi | Disclaimer |

Utenti Connessi: 881

Privacy Policy