Dentifricio: 9 ingredienti tossici da evitare


I dentifrici tradizionali sono pieni di tossine che fanno sembrare i denti belli e puliti, mentre erodono lentamente lo smalto e le gengive. I dentifrici sbiancanti sono altamente tossici per la bocca.

Tutti i marchi tradizionali e molti dei marchi 'naturali' aggiungono sostanze chimiche che nessuno ingerirebbe consapevolmente, eccezion fatta per il fluoruro, un noto cancerogeno e neurotossina che siamo stati indotti a credere sia buono. Se stai cercando un dentifricio completamente naturale, qui c’è una lista di ingredienti da evitare:

1 TRICLOSAN

Il triclosan è usato nei prodotti per la cura della pelle, nei deodoranti, nei detersivi per il bucato, nei materassi, negli impianti sanitari, nei disinfettanti per le mani, nei dentifrici, e altri. Questo prodotto chimico ha potenti proprietà antibatteriche e fungicida, ma è stato anche collegato a molti problemi di salute. Il triclosan ostacola la tiroide, probabilmente è un interferente endocrino e potrebbe causare il cancro. Il triclosan è usato in alcuni dei più noti dentifrici.

2 LAURILSOLFATO DI SODIO

Un ingrediente comune nei dentifrici, che probabilmente aumenta il rischio di cancro: il laurilsolfato di sodio (SLS), è un tensioattivo che aiuta ad addensare il dentifricio e ha un effetto schiumogeno. Si dice che il SLS aiuti a dissolvere la placca dentale. È un noto irritante per la pelle, inquina le acque di falda, è tossico per pesci e altri animali acquatici, è usato come pesticida ed erbicida per uccidere piante e insetti. I produttori di SLS hanno recentemente presentato domanda per far approvare la sostanza chimica come pesticida per l’agricoltura biologica; fortunatamente la domanda è stata rigettata a causa delle sue proprietà inquinanti e la capacità di causare danni ambientali. Anche il processo produttivo è altamente inquinante in quanto sono immessi nell’ambiente composti organici volatili che provocano il cancro e composti a base di zolfo. Sono stati condotti molti studi che mostrano come il SLS può concorrere al cancro, a problemi dentali e gengivali, ulcere e molti altri problemi di salute.

3 ASPARTAME, SACCARINA

Questi sono dolcificanti artificiali che spesso sono impiegati nei dentifrici e in molti prodotti senza zucchero. Entrambi sono stati collegati a seri problemi di salute e dovrebbero essere evitati.

4 FLUORURO

Il fluoruro è un interferente endocrino che calcifica la ghiandola pineale e può ridurre la funzione della tiroide e della ghiandola surrenale. Il fluoruro aumenta il rischio di cancro, causa danni al DNA, disattiva enzimi all’interno del corpo, accelera l’invecchiamento, disturba il sistema immunitario; dovrebbe essere evitata sia nei dentifrici sia nell’acqua. Si parla molto della Germania nazista che avrebbe usato il fluoruro per calmare gli Ebrei, ma non posso confermarlo. Se hai delle fonti attendibili su questo, per favore lascia un commento.

5 GLICOLE PROPILENICO

Il glicole propilenico è un tipo di olio minerale. È un alcol prodotto grazie alla fermentazione di lievito con alcuni carboidrati. Esistono diversi tipi di glicole propilenico, usati in diversi ambiti. Quello industriale è un ingrediente attivo nei liquidi di raffreddamento e antigelo per motori, prodotti antigelo per aeroplani, vernici, smalti, lacche. Quello farmaceutico è usato in molti prodotti, tra cui i dentifrici, come solvente o tensioattivo. Non sono stai condotti test adeguati con il glicole propilene, ma l’Agenzia per la protezione dell'ambiente lo ritiene così altamente tossico che dovrebbe essere maneggiato con guanti, abbigliamento protettivo e occhiali di protezione e dovrebbe essere smaltito propriamente. In verità è anche vero con la maggior parte di altri prodotti chimici usati nei dentifrici e nei prodotti per la cura del corpo, e molti ingredienti alimentari. Ovviamente, se vuoi una bocca sana, non mettere prodotti chimici sullo spazzolino. Virtualmente risultano sempre problematici nel lungo termine.

6 GLICERINA

In se stessa la glicerina non è tossica. Il problema è che la glicerina, quando strofinata sui denti, lascia un residuo difficile da rimuovere. Puoi sciacquare la bocca due o tre dozzine di volte per rimuoverla. Calcio e fosforo, minerali di cui hanno bisogno i denti, di norma presenti nella saliva, scorrono continuamente sui denti. I residui di glicerina impediscono questo flusso naturale, il processo naturale di demineralizzazione e mineralizzazione. Questo accelera la carie e altri problemi dentali.

7 DIETANOLAMMINA

La dietanolammina (DEA) è presente in prodotti che producono schiuma, come i dentifrici. La DEA disturba gli ormoni e forma nitrati che potrebbero portare al cancro. Il dottor Samuel Epstein, professore di salute ambientale all’Università dell’Illinois, afferma che la continua esposizione alla pelle potrebbe portare a un aumento del rischio di cancro al fegato e ai reni.

8 SORBITOLO

Il sorbitolo è usato come addensante e umidificante per far si che il dentifricio non si indurisca quando il tubetto è aperto o è esposto all’aria. Il sorbitolo è un alditolo (simile allo xilitolo) usato per dolcificare alcuni “cibi sani”. Alcuni ricercatori hanno scoperto recentemente che il sorbitolo nelle gomme da masticare può causare diarrea cronica. Poche ricerche sono state condotte su questo prodotto chimico

. 9 MICROSFERE

Il polipropilene, il polietilene tereftalato, polimetilmetacrilato sono piccole particelle di plastica incluse nei dentifrici come abrasivi. Mentre queste piccole microsfere di plastica possono aiutare a rimuovere la placca, danneggiano lo smalto e si incastrano nei tessuti molli gengivali. Per peggiorare le cose, assorbono sia i batteri sia le sostanze chimiche industriali e si crede sia un interferente endocrino.

 

CONCLUSIONE

- Non comprare marche con gli ingredienti sopramenzionati.
- Non dovresti fidarti di un marchio contenente uno qualunque di questi ingredienti.
- Prova un dentifricio cento per cento naturale; potresti scoprire che ti piace come altri.
- Oppure fanne uno!

Ecco una ricetta semplicissima:
•Parti uguali di olio di cocco e bicarbonato
•Aggiungere olio essenziale per il gusto (mi piace la menta)
•E la stevia (se lo desideri) per il gusto
•Aggiungere un pizzico di sale marino non raffinato per un concentrato di minerali.

 

 

Fonte: epochtimes.it

 

 

 

Presentazione Completa e UNICA di ACQUA KANGEN

Cambia la tua acqua ---- CAMBIA LA TUA VITA ;-)

per info contattami:       arturovillamarco@gmail.com

 

Se vuoi capire come funziona guardati questi video - Nessuno ha mai spiegato meglio ;-)

 

PREVENTIVI ACQUA KANGEN
(Clicca qui)

 

per info contattami: arturovillamarco@gmail.com

 

 

-

N-Acetil Cisteina - precursore Glutatione

Il glutatione è un tripeptide naturale, vale a dire una sostanza costituita da tre amminoacidi, nell'ordine acido glutammico, cisteina e glicina.

-

L - Glutatione - Studi del ricercatore G. Puccio

Esso e' un composto organico la cui carenza nei globuli rossi congenita od acquista nel corso dell'esistenza, per via di vaccinazioni, assunzione di farmaci, droghe, alimentazione inadatta, ecc., determina il precoce invecchiamento (cellulare, sistemico ed organico) per via di un anomalo metabolismo OSSIDATIVO,..............

-

Le Virtù del Glutatione

Il Glutatione viene costruito all’interno delle cellule partendo dai tre aminoacidi che lo compongono che sono la glicina, l’acido glutammico e la cisteina. Il fattore limitante la sintesi del glutatione è la disponibilità di cisteina che è piuttosto rara negli alimenti...............

-

IL SAMe ed il Fegato - S-adenosil metionina

La S-adenosil metionina (SAM) è un coenzima coinvolto nel trasferimento di gruppi metile (un processo definito metilazione).
La molecola è anche conosciuta con il nome ademetionina o SAMe ...

-

Produzione Endogena di vitamina D

Al contrario di tutte le altre che assimiliamo dal cibo, questa vitamina viene prodotta in gran parte dal nostro organismo. Il metabolismo della vitamina D è un processo estremamente complesso: tutto ha origine in quella che potremmo definire l'industria chimica del nostro organismo, il fegato, organo che svolge un ruolo fondamentale in molti processi,.....

-

Fisiopat. vit. D - Differenziazione cellulare - Apoptosi

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina....................

-

Fisiopatologia della vitamina D - Altre malattie

Malattie autoimmuni, osteoartriti e diabete La vita a elevate altitudini aumenta il rischio di diabete tipo 1, sclerosi multipla e malattia di Crohn. Vivendo al di sotto dei 35 gradi di latitudine, per i primi 10 anni di vita, si riduce il rischio di sclerosi multipla di circa il 50%................

-

Osteoporosi e Vitamina D3

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina................

-

Vitamina E - ( Tocoferolo )

La Vitamina E o Tocoferolo è un potente antiossidante liposolubile che aiuta le cellule del nostro organismo a proteggersi dai radicali liberi, responsabili principali dell’invecchiamento cellulare. La vitamina E (tocoferolo) all’interno del nostro corpo agisce contro le patologie cardiovascolari, ............

La vitamina C

Iniziamo col dire che la vitamina C esistente in natura in frutta e verdure è molecolarmente identica all'acido L-ascorbico prodotto in laboratorio, non esiste nessuna differenza. Aggiungiamo che per un difetto genetico il nostro corpo non produce la vitamina C pertanto siamo costretti a somministrarcela per via orale,

 

Tumori: iniezioni di vitamina C ad alte dosi per uccidere cellule cancro

L'iniezione di un concentrato di vitamina C ad alte dosi può aiutare a eliminare le cellule tumorali. A stabilirlo, per ora sui topi, è una ricerca dell'Università del Kansas pubblicata su 'Science Translational Medicine'. Secondo gli scienziati, la somministrazione per via endovenosa di vitamina C potrebbe...........

 

 

Vitamina C? - sopravvalutata

Molti giornali nei giorni scorsi hanno eletto la vitamina C a farmaco antitumorale, usando espressioni come “la vitamina C tiene a bada il cancro” quando addirittura non è stata usata la parola “cura”. Tutto parte da una pubblicazione su Science Translational Medicine, ma tra quello che lo studio dice e quello che gli autori hanno gettato in pasto ai media c’è un bel po’ di differenza.

 

La vitamina C in gravidanza protegge il cervello del bebè

Via libera al ribes, ai peperoni, ai kiwi, ai broccoli, ai cavoli, alle arance e ai mandarini: in gravidanza, oltre ad aiutare il senso di sazietà favorendo una dieta sana e variegata, aiutano anche ad apportare la giusta quantità di vitamina C nell'organismo, indispensabile per un sano sviluppo cerebrale del nascituro.

 

La Melatonina

La melatonina, chimicamente N-acetil-5-metossitriptamina, è una sostanza prodotta da una ghiandola posta alla base del cervello, la ghiandola pineale (o epifisi). Agisce sull'ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. Oltre che negli esseri umani essa è prodotta anche da animali, piante e microorganismi.

 



 


 

Motore di ricerca interno Carcinomaepatico.it

Condividi Sui SOCIAL -

Facebook Twitter Delicious Digg Stumbleupon Favorites More

 



CARC. EPATICO  
PROTOCOLLO 123     
PROTOCOLLO SFLTV5     
IRCAV 1     
IRCAV 2     
IRCAV 3     
IRCAV 4     
VIDEO IRCAV     
QUADRO CLINICO     
PILASTRI  
SUCCHI VERDI     
ACQUA KANGEN     
SYNCHROLEVELS     
ALOE ARBORESCENS     
GANODERMA LUCIDUM     
ASCORBATO POTASSIO     
ALIMENTAZIONE  
ALIMENTAZIONE 1     
ALIMENTAZIONE 2     
ALIMENTAZIONE 3     
ALIMENTAZIONE 4     
ALIMENTAZIONE 5     
ALIMENTAZIONE 6     
TABELLE ALIMENTARI     
RICETTE SALUTARIANE     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
STRUMENTI IRCAV  
CERTIFICO IO     
LA LIBRERIA     
PERCORSO     
LA SCELTA     
SORAFENIB     
IL CANCRO     
TUTTI I VIDEO  
VIDEO SUCCHI VERDI     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
VIDEO ACQUA KANGEN     
VIDEO IRCAV     
CANALE YOUTUBE     
INFODAY  




 

 


| Nota | Dove contattarmi | Disclaimer |

Utenti Connessi: 883

Privacy Policy