Cosa ho capito dell'Artemisia annua...


 

ARTEMISIA ANNUA......
vediamo cosa ci ho capito......

artemisia annua e i suoi principi attivi sono alla ribalta dell'attenzione scientifica e popolare......

Artemisia annua e i suoi principi attivi sono attualmente il farmaco antimalarico più utilizzato al mondo..

 

 

La dottoressa Tu Youyou ha ricevuto il premio nobel avrebbe scoperto il farmaco antimalarico oggi più usato al mondo: l’artemisinina (qinghaosu in cinese) contenuta nell’antico qinghao, la pianta dell’ Artemisia annua.

Anche l’Organizzazione mondiale della sanità aveva guardato a questa sostanza con molto scetticismo non credendo che una pianta cinese potesse produrre un antimalarico efficace.

Poi ha dovuto tornare sui suoi passi e dal 2001 lo raccomanda, in associazione con la lumefantrina per evitare la comparsa di resistenze, come terapia d’elezione per gli attacchi malarici in tutto il mondo e soprattutto nelle zone di resistenza alle terapie classiche, come in Africa.

Ogni anno 300 milioni di persone soffrono di malaria, e tra 1 e 3 milioni ne muoiono. La riscoperta della pianta artemisia annua è quindi motivo di gioia nel mondo della medicina tropicale.

L’artemisinina, estratta dalla pianta, agisce da 10 a 100 volte più velocemente di tutti gli altri farmaci malaria conosciuti

 

Si consiglia l’uso essiccato e polverizzato di foglie d’artemisia annua come un tè per uso interno.
Per i pazienti incoscienti sotto la forma di un estratto acquoso da applicare come un clistere.

 

 

Ultimamente l'attenzione degli effetti attivi dell'artemisia annua si sono spostati sulla sua presunta capacita antitumorale, selettiva e con effetti collaterali veramente limitati..

 

 

 

L'Istituto Nazionale dei Tumori al riguardo scrive:

In merito all'utilizzo dell'Artemisia Annua come farmaco antitumorale, si può dire con certezza che, in esperimenti in vitro, uno dei suoi principi attivi, l'artemisinina e i suoi derivati, hanno dimostrato un effetto tossico sulle cellule tumorali e che questa classe di farmaci è utilizzata come trattamento della malaria con un profilo di tossicità estremamente favorevole.

Alcuni ricercatori dell'Istituto Nazionale dei Tumori sono direttamente coinvolti nella valutazione di un altro principio attivo dell'Artemisia Annua, la diidroartemisinina, e del suo ruolo antineoplastico valutato per ora sempre su modelli preclinici: i risultati sono convincenti ed è in corso di preparazione una pubblicazione scientifica.

 

http://www.istitutotumori.mi.it/modules.php?name=News&file=article&sid=174

 

 

È interessante notare che i dimeri dell’artemisinina hanno mostrato attività anti-cancro più potente della forma monomerica.

La captazione del ferro intracellulare è regolata dal recettore di transferrina (TfR), e l’attività di artemisinina dipende dalla disponibilità di ferro. I ricercatori hanno visto che all’Artemisinina, liberando radicali liberi, colpisce selettivamente le cellule contenenti eccessive quantità di ferro (le cellule tumorali ne contengono molto più della media) portandole all’eliminazione.

 

 

 

 

L’ Artemisinina contiene una porzione endoperossidasica che può reagire con il ferro per formare radicali liberi citotossici.

http://www.carcinomaepatico.it/Finestra/Metabolismo-Ferro.asp

 

Le cellule tumorali contengono significativamente più ferro libero intracellulare delle cellule normali

ed è stato dimostrato che artemisinina e suoi analoghi selettivamente possono causare arresto della crescita cellulare e apoptosi in molte linee cellulari tumorali.

Questo supplemento è un importante trattamento per la malaria ed è un antielmintico usato per liberarsi dei parassiti e worm.

Artemisinina non deve essere combinata con la radioterapia perché i trattamenti di radiazione rilasciano ferro immagazzinato nelle cellule tumorali al tessuto circostante. Per ottenere i migliori risultati, i pazienti sono incoraggiati ad aspettare fino a quando almeno due mesi dopo il loro ultimo trattamento con radiazioni prima di iniziare artemisinina.

 

 

 

Esistono tre forme di artemisinina:

Artemisinina, artesunato, e artemether.

L'emivita di artemisinina è 3 a 4 ore,

artesunato è 40 minuti (in vena)

e artemether - liposolubile è 12 orario. (intramuscolo)

Artemisinina è un concentrato in capsule

artesunato è una forma solubile in acqua

artemether è la forma lipidica

 

 

 

Io per motivi epatici ho scelto di assumere super artemisinin 200

 

Le dosi lette in giro parlano di una capsula al giorno...

Calcolando però la breve emivita 3/4 ore e il basso dosaggio 200 milligrammi tecnicamente si potrebbe assumere una capsula da 200 ogni 12 ore oppure due distanziate di 3/4 ore per portare l'emivita della stessa a 6/8 ore continuative con dosaggi minimi come il 200 mg....

 

 

Notare - ho diviso le tabelle in due....


L'intestino, la sua pulizia o il suo intasamento fanno la differenza nell'assorbimento della sostanza ingerita..
Un buon intestino assorbe di più, un cattivo intestino, infiammato, incrostato e malfunzionante (come quelli che solitamente abbiamo noi malati di cancro quando lo scopriamo) assorbe meno, se io fossi all'inizio del mio percorso, quindi tutto intasato come ero, prenderei dosi quasi doppie, invece siccome da 3 anni lavoro alla disintossicazione e alla pulizia totale del mio colon, credo di avere un ottimo assorbimento che mi permette dosaggi più bassi ;-)



Non esistono problemi di accumulo perchè l'emivita è nettamente inferiore alle 12 ore, rimane il discorso della farmaco resistenza, pare che artemisinina susciti tolleranza facilmente...

Questo secondo me è un motivo in più per aumentare la dose (1 capsula ogni 12 ore - oppure due distanziate di 4 ore ) e accorciare i tempi di somministrazione allungando quelli di disintossicazione.

 

 

 

 

Dalla prossima settimana assumerò 2 capsule (al giorno) di super artemisinina 200 ml ogni 3.5 ore,

Farò la prima alle 21 e la seconda alle 0.30 cosi mi assicuro una emivita di otto/10 ore Continuative....

lo farò per 4giorni poi farò 3 giorni di pausa dove disintossicherò l'organismo dai residui apoptotici cancerogeni (cellule del cancro morte), non è necessario reintegrare il ferro nelle pause perchè lo stesso viene rilasciato in quantità dalle cellule cancerogene in disgregazione ;-)....

Durante il periodi di assunzione artemisinina lavorerò per mantenere pulito il mio intestinoe i mie tessuti dal ferro libero...

L'artemisinina non deve incontrare ferro libero nel percorso che la porta dentro la cellula, se lo incontra lo ossida ed esaurisce il suo potenziale che invece deve esprimere in reazione col ferro all'interno della cellula...




Quindi alle 14 e alle 16 prenderò 1 capsula di bioclorella solgar e 2 grammi di pectina c elaborata


I due sopra sono i miei chelanti, li uso da 2 anni e ora li attivo anche per liberare il lume intestinale e non solo, all'arrivo dell'artemisinina..

 

dopo le 12 cercherò di non nutrirmi troppo con verdure e semi a forte contenuto di ferro



Ogni somministrazione di capsule artemisinina 200 mlg la accompagno con 1 pralina di olio di pesce omega 3
e 5.000 ùi (unità internazionali) di vitamina d3...


Pare che l'olio ne allunghi l'emivita e la vitamina d3 la aiuti nel trasporto alla membrana cellulare ;-)

ripeterò lo schema sopra per 4 cicli poi interromperò per 3 settimane ;-)

 

 

http://www.carcinomaepatico.it/Finestra/Artemisia-Annua.asp

 

In CINA l’uso di Artemisia annua (qinghaosu) è conosciuto sin dal 168 A.C.anche se sembra fosse adoperato addirittura come anti emorroidario. Dal 340 D.C.è stato utilizzato come antimalarico. I derivati sono rappresentati da: diidro artemisina - artemether – artesunato.

 

 

Chimicamente, i due atomi di ossigeno in artemisinina si abbattono in presenza di ferro.

Questo crea i radicali liberi che distruggono selettivamente il ferro sequestrato trovato in parassiti della malaria, nonché nelle cellule tumorali. In altre parole, quando questo composto viene a contatto con il ferro, crea radicali liberi che danneggiano solo le cellule tumorali.

Livelli di ferro possono essere 1000 volte maggiore nelle cellule tumorali rispetto a quelle normali.

Gli effetti di artemisinina bersaglio solo quelle cellule che hanno conti anormalmente elevati di ferro. Quindi, Artemisinina ei suoi derivati hanno il potenziale di essere un trattamento del cancro non tossico.

Ricordo che il Dr. Hoang, uno specialista del cancro vietnamita, rapporta che 500 mg due volte al giorno di artemisinina orale di per sé è il dosaggio che ha trovato il maggior successo...

 

http://nootriment.com/it/artemisinin-for-cancer/

 

Benefici per la salute di artemisinina

È stato anche dimostrato la capacità di ridurre l'angiogenesi, che è la formazione di nuovi vasi sanguigni. Nel cancro, tumori rilasciano sostanze chimiche che causano nuovi vasi sanguigni per crescere e fornire con sostanze nutritive per aumentare di dimensioni e replicano.

Questo supplemento riduce anche l'espressione di fattore di crescita vascolare endoteliale (VEGF) in alcune culture di tessuti.

VEGF è una proteina segnale prodotto dalle cellule che stimola vasculogenesi, apporto di ossigeno ai tessuti in cui la circolazione del sangue è insufficiente e l'angiogenesi.

 

Artemisinina e Artemisia Annua supplements

E' stato tradizionalmente usato per problemi al fegato, dolori articolari e perdita di appetito, epilessia e problemi mestruali.

Ha proprietà sedative e anti-infiammatori. Calma i nervi e muscoli e aiuta l'insonnia. Si riduce anche l'infiammazione gonfiore e dolore ed è usato per il trattamento di problemi gastrointestinali come IBS e dispepsia.

Per queste condizioni, 100-200 milligrammi presi al giorno è la quantità di integratore suggeriti. E 'anche un antibatterico ed è usato per il trattamento di ulcere, ferite e malattie della pelle. Aiuta infezione previene e si rompe le infezioni esistenti e aiuta a fortificare le cellule sane.

 

 

Artemisia Effetti collaterali

Alcuni effetti collaterali di questo supplemento comprendono crampi addominali, oscuramento delle urine, diminuito reticolociti, (globuli rossi immaturi), vertigini, febbre, nausea, prurito (pizzicore), eruzioni cutanee, sonnolenza, (sonnolenza), sudorazione, tinnito, bassa febbre e vomito transitoria. I sintomi cardiovascolari sono associati con acuta sovra-dosaggio di questo integratore. Questo supplemento dovrebbe essere evitato in caso di gravidanza e per i pazienti cardiaci e ipertensione.

 

http://nootriment.com/it/artemisinin/

 

 

Dr. Hoang dichiara di usare 500 mg due volte al giorno per via orale di artemisinina con buon successo.

è meglio prendere il prodotto a stomaco vuoto con un po 'di grasso naturale per aumentare l'assorbimento .

 

Ogni ferro presente da residui di cibo può neutralizzare i perossidi.

Il latte è uno dei pochi alimenti con ferro minima. Latte intero, ricotta, yogurt o hanno un ampio grasso per aumentare l'assorbimento. Inoltre, il Dr. Rowen ha dichiarato che aggiunge l'olio di fegato di merluzzo (per la sua omega-S e vitamina D) e acido linoleico coniugato (CLA) a questa terapia.

Quindi residui di ferro nei cibi intestinali consumano il potere antiossidante del principio attivo,

stesso discorso per gli integratori anti-ossidanti, siccome il principio attivo dell'artemisinina funziona sull'ossidazione, quando la ingeriamo, meno ferro incontra e meno antiossidanti incontra e più ne arriva dentro le cellule..

Io quando mi somministro la capsula di artemisinina 200 prendo anche 1 pralina di omega 3 e 5.000 ui di vitamina d3..

Si prega di notare: Dr. Rowen avverte che non si tratta di una terapia singolare e dovrebbe essere usato in combinazione con una strategia globale di gestione del cancro, insieme con l'aiuto di un medico di medicina integrativa o un oncologo di mentalità aperta.

 

http://www.cancure.org/12-links-page/43-artemesia

 

 

Per esperienza personale.....

Se il principio attivo dell'artemisia in assunzione funziona, nel giro di poco tempo il nostro sistema escretore si troverà intasato dai frammenti di necrosi, apoptosi, peptiti, scarti metabolici dei macrofagi ecc ecc In cancro e le sue cellule vanno in disgregazione e il corpo se ne deve liberare.....

Quindi, ...................

Dobbiamo utilizzare molto bene gli organi escretori....

1) - Polmoni - Fare più volte al giorno cicli da 10 respiri profondi.... dai polmoni si butta fuori un tot di acidi.............

2) - Reni - Assumere tisane diuretiche e bere in abbondanza

3) - Fegato - clisteri di caffè

4) - Sistema Linfatico - massaggi abbondanti di olio di ricino su tutto il circuito linfatico, studiarsi il sistema linfatico e oliare abbondantemente le zone interessate, l'olio di ricino è fantastico, lo uso da 3 giorni e mi ha decongestionato il pacchetto linfonodale, l'olio di ricino ha poteri veramente particolari, specie sul sistema linfatico....

 

http://www.carcinomaepatico.it/Finestra/Sistema-Linfatico-Immunitario.asp

 

Quando combattiamo una guerra e la stiamo vincendo dobbiamo ricordarci dei morti sul campo, delle strutture distrutte, va tutto raccolto e buttato fuori altrimenti congestioniamo il sistema escretore e diamo un vantaggio al cancro ;-) p.s. questi sono spunti personali sulla mia triennale esperienza da autodidatta <3

 

 

ARTEMISININA Categoria:

Antiparassitari

Meccanismo d'azione

Artemisinina è una sostanza di origine naturale (tratta da un'erba cinese usata nella medicina cinese come antipiretico) utilizzata nella terapia della malaria, con meccanismo schizonticido per generazione di radicali endoperossidi.

Caratteristiche e impieghi

Trattamento di malaria da Plasmodium Falciparum nei ceppi resistenti alla chinina, attiva solo contro lo stadio eritrocitario del plasmodio.

Farmacocinetica

Somministrato per via orale, scarsa biodisponibilità, emivita di poche ore ed eliminazione per via fecale.

Effetti collaterali e avvertenze

Nausea, vomito, diarrea. Da evitarsi in gravidanza.

 

 

 

p.s. metto anche la circolare del ministero della salute ;-)

 

 

Sempre in tema potrebbe interessarti:

Osteoporosi e vitamina 3d

Fisiopatologia della vitamina D: altre malattie

Fisiopatologia della vitamina D: Differenziazione Cellulare Apoptosi

Produzione Endogena di vitamina D

9 malattie che indicano una carenza di vitamina D nel corpo

VITAMINA-D, TRASPORTATRICE E DISTRIBUTRICE DI CALCIO

 

 

 

MI RACCOMANDO, NON DOVETE FARE COME ME....

 

 

I MIEI POST NON VOGLIONO SOSTITUIRSI NEPPURE PER UN SECONDO AI CONSIGLI DEI VOSTRI MEDICI CURANTI...

Rivolgetevi sempre al vostro medico di fiducia, è lui la persona autorizzata e pagata per prendersi cura della vostra salute.....

IO SONO SOLO UN PAZZO ESPERIMENTO DA GUARDARE MA NON IMITARE :P

 

 

 

 

Presentazione Completa e UNICA di ACQUA KANGEN

Cambia la tua acqua ---- CAMBIA LA TUA VITA ;-)

per info contattami:       arturovillamarco@gmail.com

 

Se vuoi capire come funziona guardati questi video - Nessuno ha mai spiegato meglio ;-)

 

PREVENTIVI ACQUA KANGEN
(Clicca qui)

 

per info contattami: arturovillamarco@gmail.com

 

 

-

N-Acetil Cisteina - precursore Glutatione

Il glutatione è un tripeptide naturale, vale a dire una sostanza costituita da tre amminoacidi, nell'ordine acido glutammico, cisteina e glicina.

-

L - Glutatione - Studi del ricercatore G. Puccio

Esso e' un composto organico la cui carenza nei globuli rossi congenita od acquista nel corso dell'esistenza, per via di vaccinazioni, assunzione di farmaci, droghe, alimentazione inadatta, ecc., determina il precoce invecchiamento (cellulare, sistemico ed organico) per via di un anomalo metabolismo OSSIDATIVO,..............

-

Le Virtù del Glutatione

Il Glutatione viene costruito all’interno delle cellule partendo dai tre aminoacidi che lo compongono che sono la glicina, l’acido glutammico e la cisteina. Il fattore limitante la sintesi del glutatione è la disponibilità di cisteina che è piuttosto rara negli alimenti...............

-

IL SAMe ed il Fegato - S-adenosil metionina

La S-adenosil metionina (SAM) è un coenzima coinvolto nel trasferimento di gruppi metile (un processo definito metilazione).
La molecola è anche conosciuta con il nome ademetionina o SAMe ...

-

Produzione Endogena di vitamina D

Al contrario di tutte le altre che assimiliamo dal cibo, questa vitamina viene prodotta in gran parte dal nostro organismo. Il metabolismo della vitamina D è un processo estremamente complesso: tutto ha origine in quella che potremmo definire l'industria chimica del nostro organismo, il fegato, organo che svolge un ruolo fondamentale in molti processi,.....

-

Fisiopat. vit. D - Differenziazione cellulare - Apoptosi

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina....................

-

Fisiopatologia della vitamina D - Altre malattie

Malattie autoimmuni, osteoartriti e diabete La vita a elevate altitudini aumenta il rischio di diabete tipo 1, sclerosi multipla e malattia di Crohn. Vivendo al di sotto dei 35 gradi di latitudine, per i primi 10 anni di vita, si riduce il rischio di sclerosi multipla di circa il 50%................

-

Osteoporosi e Vitamina D3

La scoperta che le cellule della maggioranza dei tessuti posseggono un recettore per la vitamina D e che gran parte di esse possiede il complesso macchinario enzimatico per convertire la 25-idrossivitamina D circolante, nelle forma attiva, cioè nell'1-25 diidrossivitamina D, ha fornito nuove acquisizioni per conoscere meglio l'attività di questa vitamina................

-

Vitamina E - ( Tocoferolo )

La Vitamina E o Tocoferolo è un potente antiossidante liposolubile che aiuta le cellule del nostro organismo a proteggersi dai radicali liberi, responsabili principali dell’invecchiamento cellulare. La vitamina E (tocoferolo) all’interno del nostro corpo agisce contro le patologie cardiovascolari, ............

La vitamina C

Iniziamo col dire che la vitamina C esistente in natura in frutta e verdure è molecolarmente identica all'acido L-ascorbico prodotto in laboratorio, non esiste nessuna differenza. Aggiungiamo che per un difetto genetico il nostro corpo non produce la vitamina C pertanto siamo costretti a somministrarcela per via orale,

 

Tumori: iniezioni di vitamina C ad alte dosi per uccidere cellule cancro

L'iniezione di un concentrato di vitamina C ad alte dosi può aiutare a eliminare le cellule tumorali. A stabilirlo, per ora sui topi, è una ricerca dell'Università del Kansas pubblicata su 'Science Translational Medicine'. Secondo gli scienziati, la somministrazione per via endovenosa di vitamina C potrebbe...........

 

 

Vitamina C? - sopravvalutata

Molti giornali nei giorni scorsi hanno eletto la vitamina C a farmaco antitumorale, usando espressioni come “la vitamina C tiene a bada il cancro” quando addirittura non è stata usata la parola “cura”. Tutto parte da una pubblicazione su Science Translational Medicine, ma tra quello che lo studio dice e quello che gli autori hanno gettato in pasto ai media c’è un bel po’ di differenza.

 

La vitamina C in gravidanza protegge il cervello del bebè

Via libera al ribes, ai peperoni, ai kiwi, ai broccoli, ai cavoli, alle arance e ai mandarini: in gravidanza, oltre ad aiutare il senso di sazietà favorendo una dieta sana e variegata, aiutano anche ad apportare la giusta quantità di vitamina C nell'organismo, indispensabile per un sano sviluppo cerebrale del nascituro.

 

La Melatonina

La melatonina, chimicamente N-acetil-5-metossitriptamina, è una sostanza prodotta da una ghiandola posta alla base del cervello, la ghiandola pineale (o epifisi). Agisce sull'ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. Oltre che negli esseri umani essa è prodotta anche da animali, piante e microorganismi.

 



 


 

Motore di ricerca interno Carcinomaepatico.it

Condividi Sui SOCIAL -

Facebook Twitter Delicious Digg Stumbleupon Favorites More

 



CARC. EPATICO  
PROTOCOLLO 123     
PROTOCOLLO SFLTV5     
IRCAV 1     
IRCAV 2     
IRCAV 3     
IRCAV 4     
VIDEO IRCAV     
QUADRO CLINICO     
PILASTRI  
SUCCHI VERDI     
ACQUA KANGEN     
SYNCHROLEVELS     
ALOE ARBORESCENS     
GANODERMA LUCIDUM     
ASCORBATO POTASSIO     
ALIMENTAZIONE  
ALIMENTAZIONE 1     
ALIMENTAZIONE 2     
ALIMENTAZIONE 3     
ALIMENTAZIONE 4     
ALIMENTAZIONE 5     
ALIMENTAZIONE 6     
TABELLE ALIMENTARI     
RICETTE SALUTARIANE     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
STRUMENTI IRCAV  
CERTIFICO IO     
LA LIBRERIA     
PERCORSO     
LA SCELTA     
SORAFENIB     
IL CANCRO     
TUTTI I VIDEO  
VIDEO SUCCHI VERDI     
VIDEO ALIMENTAZIONE     
VIDEO ACQUA KANGEN     
VIDEO IRCAV     
CANALE YOUTUBE     
INFODAY  




 

 


| Nota | Dove contattarmi | Disclaimer |

Utenti Connessi: 1126

Privacy Policy